Anteprima della stagione 4 di “The Good Fight”

Avendo trascorso la maggior parte la scorsa stagione Alla ricerca di modi per opporsi all’amministrazione Trump, l’avvocato Diane Lockhart (Christine Baranski) si sveglia in mezzo a quello che sembra un episodio di “Twilight Zone”: Hillary è il presidente e lei è l’unica ricorda un momento in cui le cose sono andate diversamente.

Ciò che segue, tuttavia, è un’esplorazione abbastanza precisa dell’effetto farfalla, ovvero quando cambi qualcosa nella sequenza temporale, altre ramificazioni che ne derivano. Ciò spazia dai media e dai collaboratori di Diane che procrastinano i risultati del presidente a ciò che Trump ha fatto dopo le elezioni, e più vicino a casa, un nuovo cliente strappato dai titoli di testa a Diane che, come va spoiler, è semplicemente troppo bello per essere condiviso.

È un volo fantasy particolarmente ispirato, ma ha uno scopo. Non solo rafforza lo status di “The Good Fight’s” come uno degli spettacoli più intelligenti trasmessi nei salotti, ma consente ai produttori Robert e Michelle King di introdurre una trama che controlla gli episodi previsti – qualcosa chiamato Memo 618, che sembra essere una sorta di carta di rilascio in prigione per i ricchi e connessi quando si tratta del sistema giudiziario.

I nuovi episodi trovano anche scalpore nello studio legale di Diane, Reddick, Boseman e Lockhart, mentre i partner (inclusi gli splendidi Delroy Lindo e Audra McDonald) sono irritati contro lo studio multinazionale che li ha acquisiti, STR Laurie. Per cominciare, il nuovo capo consente ai cani di correre liberamente nei corridoi, mentre il loro eccentrico rappresentante, Gavin Firth (John Larroquette, meravigliosamente strano), è in qualche modo stranamente accomodante e quasi impossibile fidarsi.

READ  Cavalli in miniatura salutano i residenti della casa di cura Lexington attraverso le finestre

Come il suo predecessore, “The Good Fight” affronta con entusiasmo questioni urgenti, come l’uso della parola N da parte di un avvocato afroamericano in un ufficio mentre il personale discute, tra le altre cose, delle riparazioni. Mentre lo spettacolo a volte fa di tutto per registrare questi punti – a volte diventando un po ‘troppo carino per il suo bene – continua a farlo in modo coerente e stimolante.

CBS All Access ha fatto molto affidamento sul nome “Star Trek” per attirare gli abbonati, ma “The Good Fight” rimane il suo miglior spettacolo, e questo raro spin-off davvero degno dello spettacolo che lo ha generato, “The Good Wife”, e abbastanza distintivo da badare a se stesso.

In qualsiasi storia televisiva, alternativa o meno, questo è un risultato abbastanza impressionante.

“The Good Fight” inizia la sua quarta stagione il 9 aprile su CBS All Access.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_entertainment/~3/II0KBtNumRM/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGames.IT