Carenza alimentare globale: ecco perché i negozi di alimentari non hanno quello che vuoi

Restrizioni di viaggio anche ostruire la strada reti e rendendo difficile per i lavoratori agricoli arrivare dove sono necessari. E alla fine della catena di approvvigionamento alimentare, i supermercati che hanno fatto affidamento su consegne puntuali sono stati travolti da un’enorme domanda e acquisti di panico.

Le scorte mondiali di materie prime di base come grano, mais e riso sono a livelli sani, ha dichiarato Maximo Torero Cullen, capo economista dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura. Ma i colli di bottiglia logistici devono essere identificati e risolti rapidamente per garantire che le merci possano arrivare dove sono necessarie ed evitare politiche protezionistiche, ha aggiunto.

Il Kazakistan, un importante esportatore di grano, ha bandito temporaneamente le spedizioni di grano saraceno, farina di segale, zucchero, carote e patate all’inizio di marzo a causa delle preoccupazioni per le forniture interne. Sebbene da allora le restrizioni siano state allentate, azioni simili da parte di altri paesi potrebbero essere problematiche.

Le scorte limitate di generi alimentari attirano l’attenzione dei principali responsabili delle decisioni: leader del gruppo delle 20 maggiori economie la scorsa settimana si è impegnata a risolvere le interruzioni delle catene di approvvigionamento globali e ad assicurare la circolazione di forniture mediche essenziali, prodotti agricoli essenziali e altri beni e servizi oltre confine.

Spedizione in prima linea

Una nave portacontainer Maersk ormeggia a Fremantle, in Australia, il 27 marzo 2022.

La spedizione sarebbe un buon punto di partenza. La stragrande maggioranza delle forniture alimentari mondiali proviene da navi, in container o su navi portarinfuse.

Tuttavia, gli armatori, già scosso da fermate da alcuni dei porti più trafficati del mondo in Cina, ora affrontano blocchi radicali in tutto il mondo, ostacolando l’accesso ai porti e rendendo quasi impossibile il cambio dell’equipaggio a causa delle restrizioni di viaggio.
Maersk (AMKAF), la più grande compagnia di trasporto di container al mondo, ha recentemente dichiarato di aver sospeso tutti i cambi di equipaggio per un mese in parte per ridurre al minimo il rischio che le navi vengano messe in quarantena dalle autorità portuali e che interrompano il trasporto merci per i clienti.

Tuttavia, ciò mette in pericolo la salute fisica e mentale dei marittimi, poiché rimangono a bordo delle navi per lunghi periodi di tempo senza interruzione, il che potrebbe portare a carenze dell’equipaggio in seguito, ha avvertito la Camera di navigazione internazionale.

READ  Incontra l'infermiera di terapia intensiva che rimase in silenzio per protestare contro una manifestazione per riaprire l'Arizona

Secondo Wilhelmsen, un conglomerato dell’industria marittima con sede in Norvegia, oltre 30 porti nel mondo limitano l’accesso alle navi o proibiscono il cambio dell’equipaggio, soprattutto in Australia, Vietnam, India, Grecia, Portogallo , in Cile e in Argentina.

Le regole che regolano l’accesso ai porti variano da paese a paese, e talvolta anche all’interno dei paesi, rendendo molto difficile per gli armatori pianificare le rotte, ha dichiarato Guy Platten, segretario generale del Camera internazionale di navigazione. Ciò potrebbe rimproverare le catene di approvvigionamento alimentare, in particolare per i prodotti freschi sensibili al tempo, ha aggiunto.

I ritardi di transito dai porti cinesi potrebbero causare carenze di succo di mela negli Stati Uniti, secondo un rapporto del 13 marzo della società di ricerca sulle materie prime Mintec. Due terzi del succo di mela che gli americani bevono provengono dalla Cina.

Trasporto aereo limitato

La chiusura dell’aviazione commerciale causata dal coronavirus è notevolmente diminuita capacità di trasporto aereo di merci, il che rende più difficile e più costoso il trasporto di alimenti deperibili che devono essere consegnati rapidamente.

“Le operazioni dei passeggeri sono state tagliate in modo così drastico che non c’è semplicemente alcuna capacità del sistema di rispondere anche a livelli ridotti di merce aerea”, ha dichiarato Alexandre de Juniac, CEO di International Air martedì. Associazione dei trasporti.

Le spedizioni sono state ritardate perché le compagnie aeree hanno difficoltà a organizzare gli equipaggi e ad ottenere l’autorizzazione di volo a causa delle restrizioni di viaggio, ha detto de Juniac. “La scorsa settimana, la Commissione europea ha pubblicato linee guida che aiuteranno a rimuovere i blocchi stradali in Europa. E incoraggiamo altri paesi a fare lo stesso”, ha aggiunto.

Lufthansa promette & # 39; un ponte aereo per la Germania & # 39; poiché la chiusura del trasporto aereo minaccia un trasporto globale di merci vitale

Hiten Dodhia, direttore di Saturnalia UK, una società che importa prodotti freschi di alto valore dall’Africa e dal Sud America e li vende ai supermercati in Europa, afferma che c’è stato un enorme aumento del prezzo di trasporto aereo di merci a causa della messa a terra di molti aeromobili passeggeri.

Chiusure e coprifuoco in paesi come lo Zimbabwe, il Sudafrica, il Guatemala e il Perù limitano la circolazione dei lavoratori e causano carenze di manodopera nelle aziende agricole, il che ostacolerà la semina , raccolta e confezionamento, ha detto a CNN Business.

READ  India Modi estende il blocco nazionale del coronavirus fino al 3 maggio

I maggiori problemi riguardano le verdure che vengono piantate, raccolte e spedite in periodi relativamente brevi, come piselli di neve, zollette di zucchero, mais, fagioli teneri e broccoli, ha affermato Dodhia. Ha detto ad alcuni agricoltori di non piantare perché non è certo che i loro prodotti possano arrivare sul mercato in tempo.

Lavoro e logistica

Un lavoratore stagionale tende ai lamponi prima della stagione della raccolta della frutta in una fattoria in Inghilterra.

Carenza di manodopera in Europa e negli Stati Uniti minacciano anche di interrompere seriamente le catene di approvvigionamento, aumentare i prezzi dei prodotti alimentari e produrre determinati prodotti di alto valore, come frutta, verdura, carne e pesce , difficile da trovare.

L’Unione nazionale degli agricoltori della Gran Bretagna ha avvertito che le restrizioni ai viaggi potrebbero impedire ai lavoratori migranti di entrare nel paese per il prossimo raccolto, mentre un arresto a livello nazionale ostacolerà la capacità dei produttori di assumere 80.000 lavoratori stagionali necessari quest’anno.

“Esortiamo gli inglesi, gli studenti universitari, chiunque cerchi lavoro, a radunarsi dietro i produttori britannici in questo momento di rilevanza nazionale e scegliere per la Gran Bretagna”, ha affermato il vicepresidente del sindacato. , Tom Bradshaw, in una dichiarazione.

La carenza di manodopera in Europa dovrebbe tagliare le forniture britanniche di frutta e verdura importate nei prossimi mesi, secondo l’Alleanza dei Landworkers del Regno Unito, che rappresenta più di 1.000 aziende agricole britanniche di piccole dimensioni ed è membro. del movimento internazionale dei piccoli agricoltori La Via Campesina. “Gran parte dei nostri prodotti proviene dall’Europa meridionale, dove i produttori stanno già ritardando e riducendo le piantagioni primaverili a causa delle restrizioni alla circolazione dei lavoratori stagionali dall’Europa orientale, malattie, restrizioni trasporti e contanti “, ha detto in una nota.

Il prezzo delle mele polacche e dei broccoli spagnoli è aumentato di circa il 20% tra febbraio e marzo, poiché i consumatori hanno raccolto frutta e verdura, secondo Mintec. “Il caos del traffico sul confine tedesco-polacco ha reso problematico il trasporto di mele e altri frutti”, ha dichiarato Mintec.

I governi devono risolvere i colli di bottiglia e garantire che i prodotti deperibili non vengano sprecati, ha affermato Torrero Cullen. Mantenere gli impianti di confezionamento ad alta intensità di lavoro a pieno regime, rispettando le linee guida sul distanziamento sociale creerà un’ulteriore sfida, ha aggiunto.

READ  Il sindaco di Tampa cerca di fare ammenda con Tom Brady nella lettera di benvenuto

Nessun gioco nel sistema

I camion aspettano di essere curati al confine polacco-ucraino.

I supermercati, che lavorano instancabilmente per mantenere gli scaffali pieni nonostante gli acquisti di panico, affrontano mal di testa logistici. E le catene di approvvigionamento just-in-time significano che c’è molto poco gioco nel sistema.

I rivenditori detengono in genere da una a tre settimane articoli non deperibili, come pasta e riso, in negozi e depositi, con quantità molto più ridotte di prodotti freschi tenuti in giacenza, ha affermato Dave Howorth, direttore esecutivo da Scala, un fornitore indipendente. consulenza a catena per l’industria alimentare e delle bevande del Regno Unito.

“I fornitori di solito consegnano ogni giorno perché il sistema dispone di scorte così ridotte”, ha aggiunto. Ma se le spedizioni vengono ritardate a causa dell’accesso limitato ai porti o se i fornitori vengono bloccati ai valichi di frontiera, le consegne giornaliere potrebbero non essere possibili.

Le foto di scaffali vuoti e le misure prese dai rivenditori per gli acquisti di razioni suggeriscono che, sebbene ci sia molto cibo, i sistemi che li portano dove sono necessari sono allungati.

McDonald's e Nando hanno chiuso tutti i loro ristoranti britannici, anche per toglierli

Ciò ha indotto il governo del Regno Unito ad allentare temporaneamente le leggi sulla concorrenza all’inizio di marzo per consentire ai supermercati di scambiare dati a livello di scorte, raggruppare il personale per soddisfare la domanda e condividere depositi di distribuzione e furgoni di consegna.

Un altro fattore che guida la domanda nei supermercati: le restrizioni del governo Ridurre la diffusione del coronavirus significa che le persone mangiano più a casa che nei ristoranti.

“Questo è un cambiamento fondamentale. Hai visto un cambiamento significativo nel volume, che è stato sovrapposto all’acquisto di panico”, ha detto Howorth. Nelle quattro settimane precedenti al 21 marzo, gli acquirenti del Regno Unito hanno fatto altri tre viaggi al negozio di alimentari rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, spendendo ulteriori 1,9 miliardi di sterline (2,4 miliardi di dollari) , secondo Nielsen. 1,2 milioni di ulteriori ordini online sono stati effettuati nello stesso periodo, ha affermato l’ufficio design.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_us/~3/l9461pXEb0Q/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT