Com’è vivere in Antartide durante la pandemia

(CNN) – Mentre il resto del mondo continua a combattere la pandemia di coronavirus, un continente è riuscito a rimanere completamente libero dalle infezioni.

L’Antartide, il luogo più freddo della Terra, è ora considerato “il luogo più sicuro del mondo”, senza alcun caso confermato.

La regione era strettamente legata a Covid-19 quando le epidemie colpirono le ultime navi da crociera della stagione, ma il virus non raggiunse la sua costa ghiacciata. E, poiché attualmente scende in inverno, quando è completamente tagliato, dovrebbe essere così per il momento.

Sebbene non vi sia popolazione indigena ufficiale qui – a meno che non si contino i numerosi pinguini, balene, foche e albatri – circa 5.000 persone, principalmente scienziati e ricercatori, risiedono attualmente nelle sue circa 80 basi.

Keri Nelson, coordinatore amministrativo presso l’isola di Anversa Stazione Palmer, la stazione americana più a nord in Antartide, è una di queste.

Luogo più sicuro sulla Terra?

L'Antartide è l'unico continente al mondo che è ancora libero da coronavirus.

L’Antartide è l’unico continente al mondo che è ancora libero da coronavirus.

Keri Nelson

“Non credo davvero che ci sia qualcuno qui in questo momento che non sia grato di essere qui e di essere al sicuro”, ha detto a CNN Travel via e-mail.

“Alcune persone sono pronte per tornare a casa. Aiutare le persone che amano ed essere utili in altri modi durante questo periodo storico.

“Ma siamo tutti molto grati di vivere in un luogo in cui questa malattia (e tutte le sue implicazioni sulla salute e sullo stile di vita) sono assenti.”

“Ho letto tutto ciò che potevo sulle dinamiche di questa situazione”, ha detto Nelson, che ha lavorato nel continente durante le stagioni invernali ed estive dal 2007.

“Sento che è mio dovere come essere umano assistere a ciò che sta accadendo nel mondo.”

Robert Taylor è di stanza a Stazione di ricerca Rothera, una base del British Antarctic Survey (BAS) sull’isola di Adelaide al largo della costa occidentale della penisola antartica.

Il 29enne scozzese lavora come guida sul campo, fornendo assistenza ai colleghi scientifici che conducono ricerche e assicurando che tutto il lavoro sul campo e i viaggi vengano effettuati in sicurezza.

Sebbene avesse anche osservato attentamente la crisi sin dall’inizio, essere così lontano significava che non si era reso conto della sua gravità per un po ‘.

“Ricordo le notizie dalla Cina all’inizio di gennaio”, ha detto Taylor, che è arrivata in Antartide circa sei mesi fa.

“Quindi i primi casi nel Regno Unito, e pensare che fosse di gran lunga qualcosa di secondario, ciò non mi avrebbe influenzato.

READ  Erste Winterbesteigung des K2: »Traum der Sherpas in Erfüllung gegangen«

“Mi è apparso gradualmente, man mano che si diffondeva e acquisiva importanza nei media”.

Impatto sul turismo

Si stima che in Antartide fossero attesi 78.500 turisti durante la stagione 2019-2020.

Si stima che in Antartide fossero attesi 78.500 turisti durante la stagione 2019-2020.

Alexey Kudenko / Sputnik / AP

Mentre Taylor, che si è trasferito tra la stazione di ricerca di Halley VI e Rothera durante il suo soggiorno nel continente più meridionale, è preoccupato per la situazione e preoccupato per la sua famiglia, in particolare sua nonna, dice che è difficile sentirsi connessi a ciò che accade a volte.

“È come essere sulla luna e guardare in basso”, aggiunge. “Possiamo vedere cosa sta succedendo, ma è molto lontano.”

Il turismo è cresciuto in Antartide negli ultimi anni, con le crociere nell’Artico che stanno diventando sempre più popolari.

Circa 78.500 turisti erano attesi durante la stagione 2019-2020 – la stagione antartica va da novembre a fine marzo.

Nelson, che spesso coordina le visite alla stazione di Palmer, ha affermato che la stazione di ricerca ha ospitato migliaia di persone l’anno scorso, ma i numeri sono scesi in questa stagione a causa della crisi.

“Diverse navi si fermano per i tour delle stazioni e anche su navi più grandi per tenere conferenze e sensibilizzare”, ha detto.

“Alla fine di gennaio, mentre guardavamo tutto questo svolgersi, abbiamo smesso di ospitare tour e viaggiare verso le grandi navi, quindi quest’estate c’erano molti meno visitatori alla stazione di Palmer.”

È difficile dire quale impatto, se del caso, l’assenza di visitatori potrebbe avere a lungo termine sull’industria del turismo antartico.

Il numero di visitatori che arrivano qui è mantenuto relativamente basso al fine di proteggere l’ambiente incontaminato del continente bianco.

I tour operator IAATO non sono autorizzati a sbarcare su una nave con più di 500 passeggeri a bordo e tutti coordinati per garantire che vi sia una sola nave in un luogo di sbarco alla volta data.

Far fronte all’isolamento

Secondo Nelson, ci sono stati meno visitatori alla stazione di Palmer quest'estate a causa della pandemia.

Secondo Nelson, ci sono stati meno visitatori alla stazione di Palmer quest’estate a causa della pandemia.

Keri Nelson

Anche se non si sa ancora come andranno le cose nei prossimi mesi, quelli della stazione di Palmer, così come le basi come la stazione del Polo Sud Amundsen-Scott, dove il numero di visitatori è molto più alto , continua a lavorare sodo, facendo tutto il possibile per garantire che le cose siano a posto per la prossima stagione.

A Rothera, non ci sono turisti tranne lo yacht di passaggio o la nave da crociera, quindi le cose sono rimaste più o meno le stesse in termini di numeri di capo.

READ  Kampf um die Zukunft der Republikaner: "Der Trump-Kult lebt weiter"

Tuttavia, Taylor, che aiuta a mantenere le apparecchiature alla base e generalmente mantiene in ordine le strutture, osserva che il processo di trasporto del personale a casa è notevolmente cambiato.

“Normalmente ciò comporterebbe un volo per Punta Arenas [Chile’s southernmost city] sul Aerei Dash-7 gestito da BAS, seguito da viaggi attraverso compagnie aeree commerciali “, spiega.
“Ora il RRS James Clark Ross (JCR) rimuoverà l’ultimo personale BAS dalla base e li porterà alle Isole Falkland, dove si uniranno al cielo ibrido, una nave passeggeri recentemente noleggiata da BAS. Questo renderà il lungo viaggio nel Regno Unito. ”

La nave partirà verso la prossima settimana, e una volta che lo farà, lui e il resto del team Rothera rimarranno soli per circa cinque mesi, senza che lo staff arrivi o parti.

Nelson, che divide il suo tempo tra il Midwest e San Francisco negli Stati Uniti, ha precedentemente lavorato presso la stazione McMurdo e la stazione del Polo Sud, prima di trasferirsi alla stazione di Palmer, che attualmente impiega solo 20 persone.

La donna di 45 anni, che presenta le sue esperienze in Antartide sul suo account Instagram Semplicemente Antartide, ammette di aver trovato l’isolamento difficile, anche prima che la crisi del coronavirus causasse un divieto di visite.

Sta affrontando questo problema adottando molte delle stesse tecniche di quelle al di fuori dell’Antartide che attualmente sperimentano in quarantena.

“Sto cercando di trovare il modo di divertirmi con progetti personali”, afferma. “E ricordo anche che il tempo nella mia testa è un lusso.”

Tuttavia, Nelson è anche bloccato in un luogo circondato da una fauna selvatica eccezionale e affascinante bellezza naturale.

“La linea di fondo è che questa parte dell’Antartide è bellissima”, dice. “E non è affatto difficile abituarsi e prosperare in un posto così bello.”

Maggiore libertà

Il continente più meridionale è ora considerato

Il continente più meridionale è ora considerato “il luogo più sicuro del mondo”.

Keri Nelson

Tuttavia, ammette di provare un forte senso di colpa per essere così lontana dai suoi cari durante un periodo così critico della storia.

“È così strano essere fisicamente alla fine del mondo, quando almeno all’inizio, alcune persone temevano che avremmo davvero visto la fine del mondo (o almeno la fine del mondo nel modo in cui lo conosciamo) ,) “spiega.

“A volte mi sento disconnesso e in colpa per non essere a casa – cosa, aiuto? Vivere contemporaneamente le sfide che tutti sono?”

“Quelli di noi qui sanno che non farebbe del bene a nessuno, eppure è facile sentirsi in colpa.”

READ  Twitter says it's looking at subscription options as ad revenue drops sharply

Dopo essersi impegnato a trascorrere 18 mesi rinunciando in vacanza ed essere separato dalla famiglia e dagli amici, Taylor è sorpreso dall’idea che in realtà abbia più privilegi di loro a questo punto.

“Essere nella situazione in cui abbiamo più libertà che se fossimo rimasti a casa è difficile da gestire”, afferma.

“La vita e il lavoro qui sono indissolubilmente legati. Siamo estremamente fortunati a poter continuare la nostra vita e il nostro lavoro”.

La vita dopo il coronavirus

Gli scienziati e i ricercatori attualmente residenti qui torneranno a una realtà molto diversa una volta che se ne saranno andati.

Gli scienziati e i ricercatori attualmente residenti qui torneranno a una realtà molto diversa una volta che se ne saranno andati.

Keri Nelson

Taylor dovrebbe partire nell’aprile 2023, ma nota che dovrà aspettare per vedere “qual è il nuovo stato di avanzamento” prima di fare piani concreti per il suo ritorno nel Regno Unito.

“Dicono che passare una stagione in Antartide ti cambi”, dice. “Ma non posso fare a meno di chiedermi se il resto del mondo potrebbe cambiare più adesso di noi.”

“Continueremo in gran parte come se il coronavirus non si fosse verificato. Abbiamo una palestra, una sala da musica, una biblioteca, un cinema … tutte le cose che abbiamo dato per scontato prima, che ci mancheranno a casa “.

Questa sensazione è condivisa da Nelson, che sarebbe dovuto partire all’inizio di aprile, ma l’ha esteso “fino all’arrivo di una squadra di soccorso invernale”.

Quando lei, Taylor e gli altri finalmente torneranno a casa, saranno accolti da un mondo molto diverso. Un nuovo modo di vivere a cui hanno assistito solo a distanza.

Le cose apparentemente semplici di cui godono qui potrebbero benissimo diventare un lontano ricordo.

“A volte sono molto consapevole di essere un artefatto”, afferma Nelson. “Un’eco. Sempre nello spazio di testa di un’esistenza che è già passata alla storia.

“Possiamo sempre socializzare a piacimento, senza paura, dare cinque e coccole a nostro piacimento, sederci insieme. Non dobbiamo reagire nella paura se qualcuno tossisce.

“Sono così grato per questo, e cerco di apprezzare davvero l’ultimo po ‘mentre dobbiamo vivere questa esistenza.”

“Ma è anche profondamente triste riconoscere che queste piccole cose sono così straordinarie ora.

“E quando lasceremo qui, lasceremo tutto alle spalle. Sto cercando di forzare il mio cervello a ricordare come si presenta – per imprimere quel sentimento di libertà e sicurezza – quindi non dimenticherò più tardi.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT