Ora c’è l’allarme per i viaggi di ritorno dall’estero in Sicilia. Principalmente da Malta. La notizia in arrivo da altre parti d’Italia di turisti di ritorno da Malta e positiva per il prelievo, mette sotto pressione il pronto soccorso dei tre ospedali ragusani, al punto da spingere il direttore dell’Azienda sanitaria locale, Angelo Aliquò con il regista. Raffaele Elia salute per sollecitare gli utenti a stare più attenti.

“In queste ore, nei tre Pronto Soccorso della provincia di Ragusa, al Pronto Soccorso, si presentano le persone che credono di aver avuto contatti con soggetti positivi per Covid e che ora desiderano avere un tampone faringeo. A meno che queste persone non si sentano malate e abbiano bisogno di cure di emergenza, dovrebbero rimanere in isolamento a casa e informare l’USCA o il loro medico di famiglia. Il personale ASP li contatterà al più presto per prelevare campioni. Non sovraffollare inutilmente i pronto soccorso, è necessario per le emergenze e ne abbiamo già abbastanza ”.

nel frattempo due nuovi punti positivi, uno a Vittoria e uno a Ragusa sono stati rilevati da campioni prelevati in privato. Il caso Ragusa riguarda un ragazzo rientrato da Malta e l’altro rientrato dalla Francia.

Allarme anche nel siracusano, a Canicattini Bagni. Dopo la scoperta di 3 giovani positivi tornati da Malta, i risultati dei campioni hanno rivelato altri 8 casi positivi. Sono 11 i giovani in totale risultati positivi, mentre due negativi, spiegati dal comune.

© Tutti i diritti riservati

READ  Michelle Obama esorta gli americani: "Vota come se la tua vita dipendesse da questo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *