Coronavirus in Africa: una delle tradizioni più popolari del Ghana è online

Alcune famiglie assumono persino persone in lutto per piangere il funerale della persona amata perché “serve come ricompensa per il defunto”, afferma Adwoa Yeboah Agyei, proprietaria di The Funeral Shop and Services, un franchising con filiali in Accra.

Il funerale ghanese è altamente simbolico e i rituali coinvolti includono offerte agli spiriti degli antenati e forti danze e tamburi tradizionali per accompagnare i morti nel loro viaggio.

Ma una tradizione secolare si è fermata.

Da quando la presidente del Ghana, Nana Akufo-Addo, ha sospeso tutti gli incontri pubblici a metà marzo a seguito della pandemia di coronavirus, le sepolture sono state limitate a un massimo di 25 persone nell’Africa occidentale.

Il padre di Obed Ampadu-Asiamah, 73 anni, è morto poco dopo l’annuncio dopo complicazioni da un ictus.

Obed si arrampica per fare dolorose telefonate, inviare avvisi informando i partecipanti che può solo invitare 25 familiari e amici. Inizialmente dovevano partecipare a 2000 e il funerale ufficiale è stato rinviato a una data successiva.

“Abbiamo dovuto tagliare tutti i suoceri e i nipoti. Nessuno è stato in grado di partecipare”, ha detto alla CNN, con la voce che tremava.

“Potevamo fornire solo sei posti per i familiari di mio padre e tre per i membri della sua chiesa”.

La grande casa funebre che affittarono per organizzare la cerimonia fu trasferita in una piccola cappella privata nella stessa posizione.

Le maschere per il viso mascheravano l’angoscia sui volti degli uomini in lutto vestiti di rosso e nero, mentre si trovavano a diversi piedi di distanza con la testa inclinata in memoria di un uomo molto rispettato, che stabilì chiese in alcune parti dell’Africa occidentale.

READ  Dad of 2 porta la magia Disney nel suo quartiere durante la pandemia di COVID-19

Sepolture dal vivo

A Transitions, la più grande sede funebre privata del Ghana, un flusso un tempo pesante di cerimonie sta ora scorrendo lentamente.

Geneviève Carnelius, amministratore delegato, ha affermato che le finanze e le operazioni sono state gravemente colpite, ma ha affermato che la sua priorità ora è quella di lavorare con clienti come Obed per rimandare i funerali dei propri cari da remoto a date future incerte.

La casa attualmente offre una trasmissione online in diretta dalla loro cappella, dove si è svolto il servizio funebre di Ampadu-Asiamah e dove i partecipanti al lutto in tutto il mondo possono vedere le cerimonie dei loro cari.

Una volta che un business redditizio, le compagnie funebri sono sotto shock.

Maryam Abdullah è una stilista che cuce abiti tradizionali principalmente per matrimoni e funerali.

In un negozio vuoto un tempo pieno di clienti, sospirò mentre spiegava come Covid-19 avesse influenzato la sua attività.

“Nessuno sta arrivando. Anche le persone che mi hanno già portato vestiti da cucito non sono tornate a prenderli”, ha detto Maryam. Tuttavia, capisce perché. “Se è quello che serve per fermare la diffusione di questo coronavirus, sono d’accordo.”

Per ora, preferisce che i suoi clienti rimangano a casa perché si sente più protetta dal virus, ma sarà solo una questione di tempo prima che i fondi finiscano, a- ha aggiunto.

Una deriva dalle usanze tradizionali

Stringere la mano alla famiglia del defunto è una tradizione profondamente radicata in molte tribù del Ghana che ha avuto luogo per centinaia di anni ed è diventata una parte obbligatoria delle cerimonie per mostrare rispetto per i morti, spiega la regina Naa Tsotsoo Soyoo I , una madre regina ghanese, che fa parte di a potente gruppo di donne capi tradizionali.

Spiegò in che modo il divieto dei funerali di massa aveva influenzato le usanze di queste cerimonie.

READ  I fatti più ricercati in Iraq

“Una parte significativa del funerale riunisce le famiglie per baciarsi con strette di mano, abbracci e piangere vicini”, ha detto la regina Naa.

“L’implicazione immediata di ciò che sta accadendo in questo momento è che le famiglie non saranno in grado di connettersi. Questo è qualcosa che non è mai successo da generazioni e che sicuramente avrà un impatto sociale.”

Bara fatta e dipinta per assomigliare a una sirena per la sacerdotessa tribale Ga del dio del mare portata da ospiti funebri.

Nonostante tutti gli improvvisi cambiamenti nelle pratiche funebri tradizionali, ha riconosciuto che alcuni riti intrinseci non andranno mai via. Ad esempio, nell’Islam, la seconda religione più grande del Ghana, gli alti dirigenti della comunità musulmana devono recitare versetti coranici sul defunto subito dopo che i familiari designati eseguono una pulizia rituale del corpo.

La persona deve essere sepolta entro 24 ore dalla sua morte.

“Con tutto ciò che accade, la testimonianza di un funerale sarà sempre una visione di come una persona ha vissuto la sua vita e il cuore di ogni funerale è che la persona viene sfrattata con rispetto e dignità”, ha detto. aggiunto.

Nessuno può prevedere per quanto tempo gli effetti di Covid-19 cambieranno la vita come la conosciamo. Ma la regina Naa è certa di una cosa. “Ci saranno molte celebrazioni della vita quando sarà finita”.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_world/~3/PuTmCYmEBJE/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *