(ANSA) – ROMA, 14 AGOS – “I contagi da Coronavirus continuano a crescere in modo esponenziale nelle Americhe, Stati Uniti e America Latina in particolare. Così anche la rete consolare italiana è costretta a fare i conti con Covid- 19. Infatti, diversi uffici diplomatici e consolari sono stati chiusi perché al loro interno si sono verificati casi di contagio. Lo riporta una nota del sottosegretario agli Esteri in carica per gli italiani nel mondo, Ricardo Merlo, precisando che “alcuni di loro hanno già riaperto, altri lo faranno nei prossimi giorni” e allo stesso tempo consigliando tempo per i connazionali dei paesi più a rischio di andarci solo “per la massima urgenza”. “Finora – ha detto il sottosegretario Merlo – si parla di almeno venti località, tra ambasciate e consolati. Si va dall’ambasciata italiana in Messico a quella di Belgrado, dal Consolato generale di Miami a quella di Buenos Aires. Colpito anche l’ufficio di rappresentanza delle Nazioni Unite a New York. “Inoltre – aggiunge -” l’ambasciata italiana a Doha, Abidjan, Caracas, La Paz, Tashkent, Bogotà, San José, Manila è stato colpito da Covid-19. Stessa sorte per il Consolato generale di Recife “. Una situazione che crea disagio ai connazionali all’estero – osserva Merlo – ma necessaria per evitare lo sviluppo di nuovi focolai in caso di contagio.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA