L’incubo del coronavirus sta creando un nuovo e profondo scompiglio nel mondo del calcio. Le squadre di Serie A stanno lentamente riprendendo gli allenamenti, i giocatori sono in fase di test e gli esami danno risultati decisamente preoccupanti: Cagliari mercoledì ha scoperto di avere altri tre atleti positivi oltre al bulgaro Despodov, bloccato nel suo paese per Covid; Punto di vistaIl portiere della Roma, ha annunciato di aver contratto il virus e si è unito ai due ragazzi della Primavera giallorossa il cui malore è stato confermato mercoledì. Numeri allarmanti considerando che finora pochissime squadre si sono riunite. La stessa Roma non ricomincerà fino al 27 agosto: la positività dei due giovani è stata rilevata grazie ai controlli periodici previsti dal protocollo del club, mentre Mirante si è sottoposto agli esami mentre lavorava al centro sportivo di Trigoria con i giocatori. ferito. Cosa succederà quando tutte le aziende effettueranno i ritiri in occasione della ripresa dell’attività, prevista in questi giorni?

l’effetto delle vacanze. Molti giocatori che sono risultati positivi nelle ultime ore hanno in comune la presenza del Costa smeralda, una destinazione popolare per i giocatori, soprattutto quest’anno. La squadra della Roma Primavera trascorre lì il tempo libero: giura di non essere andata in discoteca, al massimo di aver partecipato a qualche cena con gli amici (tra cui un paio di compagni). Anche Mirante ha trascorso qualche giorno nel paradiso della Sardegna, così come almeno due dei tre cagliaritani, Cerri e Ceppitelli, che hanno postato storie su Instagram dalla Costa Smeralda (il terzo contagiato, il croato Bradaric, ha fatto Non ha fatto altrettanto (che ha giocato negli ultimi sei mesi in prestito al Celta Vigo). Il club sardo ha messo sotto osservazione altri due giocatori e rinviato la partenza di Aritzo per il ritiro: la squadra inizierà gli allenamenti nella capitale, all’interno del centro sportivo Assemini.

READ  Schira: "Allan lontano dal Napoli! Gattuso ha scelto il nuovo centrocampista: duello con il Milan"

Ci sono preoccupazioni a Roma per l’effetto delle vacanze. In Sardegna c’era una mezza squadra: Zaniolo, fotografata durante una cena con Fedez senza maschera, ma anche Kolarov, Pellegrini, Mkhitaryan, Spinazzola, Ibanez e Juan Jesus oltre a Chris Smalling. Le parole di Mirante sono più commoventi: sto bene, non ho sintomi, né febbre né tosse, e spero di tornare presto ad allenarmi con i miei compagni.

Il calcio è entrato in contatto intensivo con il coronavirus anche durante il periodo di blocco. Molti attori positivi, il primo è stato la Juventus Rugani, poi i suoi compagni Matuidi e Dybala; le squadre più colpite sono state Samp e Fiorentina, dove Covid ha notato anche dirigenti e staff tecnico. Una situazione che ha creato tanti dubbi – e anche tante polemiche – sull’opportunità o meno di riprendere il campionato, sui protocolli da seguire, sui rischi.

Un incubo da cui il mondo del calcio pensava di uscire, o quasi, e che ora sta tornando in tutta la sua gravità. Il timore di molti presidenti che queste prime infezioni segnalino una situazione molto complicata. Se i prelievi a cui i giocatori delle squadre che non hanno ancora ripreso gli allenamenti dessero lo stesso risultato in proporzione, diventerebbe davvero difficile gestire la ripresa del campionato.

La Lega ha fissato per il 19 settembre la prima giornata della nuova Serie A e pensa di poter rispettare questo programma, anche perché la prossima stagione è annunciata compressa, un po ‘per l’inizio ritardato e un po’ perché gli Europei hanno si svolgeranno nel giugno 2021. Mercoledì sera, alcuni dirigenti hanno iniziato a rivalutare l’idea che la partenza della Serie A è rinviata al 4 ottobre, per poter gestire il nuovo allarme Covid con più tempo a disposizione.

READ  Cristiano Ronaldo: come il Portogallo ha perso il protagonista e ha imparato a "soffrire" prima di vincere Euro 2016

Un problema che, ovviamente, non riguarda solo il calcio italiano: Marsiglia-Saint Etienne, che venerdì avrebbe inaugurato il campionato francese, è stato rinviato perché 4 giocatori olimpici sono risultati positivi al coronavirus.

19 agosto 2020 (modifica il 19 agosto 2020 | 23:37)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *