I soldi rubati dalla carta di credito clonata, cosa fare dopo.

In un recente articolo, la redazione di ProiezionidiBorsa ha descritto le principali caratteristiche delle carte di credito. Abbiamo visto che le carte offrono funzionalità in continua evoluzione e che il loro numero aumenta di anno in anno. Le carte di pagamento sono infatti uno strumento sempre più utilizzato sia per gli acquisti quotidiani che per le spese più importanti. Consentono inoltre di effettuare transazioni online e di addebitare l’intero costo di un periodo in un’unica soluzione.

Per molte famiglie rappresentano una soluzione per differire il pagamento di alcune spese. Sfortunatamente, non solo i titolari di account sono interessati a questi strumenti, ma anche ladri e truffatori. Le transazioni fraudolente nei confronti dei titolari di carte di credito sono in aumento. Inoltre, le tecniche utilizzate dai criminali sono sempre più sofisticate. Stiamo cercando di capire come prevenire le frodi e, se i soldi vengono rubati dalla carta di credito clonata, cosa fare immediatamente.

La prevenzione è la migliore difesa

Spesso veniamo a conoscenza di una truffa grazie a un messaggio che ci avvisa di un’operazione a noi sconosciuta. Nella peggiore delle ipotesi, tuttavia, scopriremo cosa è successo leggendo l’estratto conto. La prima cosa da fare se clonano la tua carta di credito è sicuramente bloccare la carta contattando l’emittente.

A questo punto dovremo affrontare due aspetti: capire cosa è successo e cercare di recuperare il danno. Vediamo quindi come comportarsi passo dopo passo. Una volta bloccata la carta, dovremo stampare un estratto conto per quantificare il danno subito. Sarà importante determinare esattamente il numero di transazioni, il loro importo e il metodo di addebito. I ladri, infatti, potrebbero aver utilizzato la carta in un negozio, per fare acquisti online o per ritirarla allo sportello.

READ  Da agosto, il bonus auto nuove sul rinnovo elettrico

Queste informazioni saranno essenziali per la successiva segnalazione alla polizia. Non commettere errori, è molto difficile riuscire a intercettare i ladri. Ma spesso le carte hanno un’assicurazione che rimborserà almeno parzialmente il danno.

Denaro rubato dalla carta di credito clonata, cosa fare adesso

Come ci aspettavamo, è molto importante capire come viene eseguita la truffa. Infatti, secondo la normativa comunitaria vigente, il titolare è responsabile fino a 150 euro per le truffe subite. Tuttavia, tale importo scende a 50 euro se la banca non ha istituito un controllo di identità sull’autore della transazione incriminata.

Comprendere i movimenti dei truffatori ci aiuterà a evitare problemi futuri. Ti ricordiamo che è sempre fondamentale prestare la massima attenzione nell’utilizzo delle nostre carte. Se acquistiamo online, dovremo sempre verificare l’affidabilità dei siti in cui effettuiamo i pagamenti. Oltre a diffidare di chiunque chieda i dettagli della nostra carta tramite e-mail. In negozio, invece, è importante recarsi sempre alla cassa di persona e non perdere mai di vista il proprio strumento di pagamento. Insomma, in caso di furto di denaro dalla carta di credito clonata, verrà organizzato anche il da farsi subito per evitare che si ripeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *