Andrea Pirlo, il peso di senatori e ricordi della sua esperienza in Bianco nero.

Su tutto questo, la scrittura di TuttoJuve.com intervistato in esclusiva Fausto Rossi, centrocampista di Reggio Audacity, cresciuto nella scuola materna di Juventus (in cui ha servito da allora 1999 Al 2010).

Sulla scelta di Andrea Pirlo si è parlato molto, anche su una possibile influenza indiretta dei senatori (Buffon, Chiellini, Bonucci). Hai giocato nella Juventus con alcuni di loro e conosci le loro caratteristiche e le loro potenzialità: qual è la tua interpretazione personale?

“Nel calcio la forza di un club conta molto e in questo senso la Juventus è un modello. Non credo sia corretto parlare di condizionamento da senatori. I giocatori che hai citato sono un spina dorsale importante e daranno il loro contributo in campo e all’interno dello spogliatoio, come hanno sempre fatto, incarnando appieno la mentalità della Juve “.

Difficile giudicare senza dubbio, ma cosa pensi di Andrea Pirlo allenatore?

“Come hai detto non è possibile fare pronostici basati sull’esperienza sul campo, ma so per certo che Pirlo ha studiato molto in questo periodo: circa un anno fa ci siamo messi insieme. ci siamo conosciuti a una cena e ci siamo scambiati due parole. Era molto informato sulle squadre di Lega Pro e anche sui singoli giocatori, ha seguito anche alcune delle nostre partite della Reggiana … credo che ‘ era un grande giocatore e ha anche aspirazioni importanti come allenatore: come ho detto, mi ha dato l’impressione di uno che studiava e cercava di imparare molto ”.

È passato tanto tempo, ma quali sono i ricordi più coesi che porti dalla tua esperienza alla Juventus?

READ  Naomi Osaka diventa l'atleta femminile più pagata della storia dopo aver guadagnato $ 37 milioni l'anno scorso

“Ne ho tanti, ma se devo scegliere il mio esordio al Tim Trophy contro l’Inter: all’epoca i nerazzurri erano campioni d’Europa e noi avevamo un bel distacco contro di loro”.

Quale giocatore hai “favorito” di più?

“Sono stato ben accolto da tutti e con ognuno di loro ho avuto l’opportunità di scambiare due parole. A volte mi sento ancora con alcuni: capita, ad esempio, che ci mandi un messaggio con Amauri o Molinaro, che so che ha appena concluso la sua esperienza con Venezia. Del Piero? Fuori era molto silenzioso, ma in campo parlava molto: ci dava molti consigli, i giovani. “

E il tuo ex compagno Pinsoglio? Proveniente dai social, sembra essere uno dei pochi a mantenere una forte amicizia con Cristiano Ronaldo …

“Non mi sorprende per niente: è così che è Carlo. È un ragazzo che fa gruppo, molto importante per lo spogliatoio. Aveva queste caratteristiche già evidenti nel settore giovanile della Juventus. . “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *