Calciomercato.com e Moneyfarm presentare sette trasferimenti dalla finestra di mercato estiva 2020.

Da Francescoli a Diego Lopez, passando per O’Neill, Daniel Fonseca, José Oscar Herrera, Dario Silva, Abeijón e, ovviamente, Mr. Oscar Tabárez. Il filo che unisce Cagliari e Uruguay è ricco di storia e talento, garra e tradizione. L’ultimo a percorrere il percorso che unisce Sud America e Sardegna è stato, l’anno scorso, Naithan Nandez, presentato con stile. Attraverso un video sui propri social, infatti, il club rossoblù ha mostrato i grandi del passato di Celeste, ricordando: “Naithan, tu porti la cultura di un popolo orgoglioso”. Diego Godin ha gli stessi ingredienti, ennesimo jolly cagliaritano dal dna uruguaiano. Esperienza, leadership, fisicità, talento e carisma: un concentrato di fattori per altri anni Novanta colpiti dal presidente Giulini, nell’anno del centenario.

Dopo solo un anno, quindi, Godin accoglie l’Inter. Un inizio difficile, una stagione difficile e rimessa sulla buona strada solo nelle ultime settimane, fino alla sfortunata finale di Europa League: quindici partite viste interamente dalla panchina, cinque in sostituzione. Lo sceriffo non era convinto, grazie a un nuovo sistema di gioco e richieste – quelle di Antonio Conte – che non sempre corrispondevano alle sue caratteristiche. Il Cagliari, intuita l’opportunità del mercato, non la perde: per lui è pronto un periodo di tre anni e già quest’anno, sotto la guida di Di Francesco, l’obiettivo è riprendere l’assalto all’Europa.


“L’indice Moneyfarm si basa su un algoritmo che permette di stimare il valore di ogni giocatore e confrontarlo con le condizioni economiche di scambio e di contratto, al fine di offrire una lettura più scientifica dei colpi di mercato di questa stagione 2020/2021. “ Saperne di più

READ  Gp Monza, la Ferrari resta fedele alla scia per limitare i danni. Polacchi in pericolo di caos

Valutazione Moneyfarm: 3.6 / 5

Un duro colpo per la difesa del Cagliari che stava cercando un accessorio per supportare Klavan. il Moneyfarm Il punteggio premia la cessione di Godin (classe ’86) con un punteggio di 3,6 grazie alle eccezionali condizioni del suo impegno. I rossoblù hanno infatti approfittato della situazione di stallo con l’Inter per portare a casa il centravanti uruguaiano a 2,5 milioni a stagione più bonus per tre anni. Per il primo anno più della metà (1,5 milioni) sarà pagata dall’Inter. Un’Inter che, dal canto suo, sa ancora sorridere. Il peso di Godin in bilancio è infatti considerevole, grazie a un contratto fino al 2022 per 5 milioni e 800mila euro netti. Ecco il doppio colpo tattico e speculativo: da un lato i rossoblù, che ripartisce lo stipendio su tre anni e beneficia di agevolazioni fiscali per un giocatore che vince 782 partite in carriera, suddivise tra club (647) e nazionale (135). Dall’altra quella dell’Inter, che si sbarazza di un giocatore di 34 anni con un grande stipendio.

Non sarà facile sfidare i nobili nel nostro calcio, ma l’ottimo primo tempo della scorsa stagione è un primo punto di partenza. Certo, il valore della carta non aumenterà. L’età avanzata non permette al Cagliari di pensare in questa luce. Non male, perché in ogni caso i rossoblù segneranno zero alla voce di spesa, assicurando un leader capace di alzare, in passato, una Coppa di Spagna, una Liga, una Supercoppa spagnola, tre Supercoppe Europee, due Europa League e una Copa America, toccando in più occasioni il campionato di Campioni. Difficile anche per Diego stesso: sua moglie Sofia Herrera, figlia di José Oscar, è nata in Sardegna. Ritorno alle basi per il nuovo sceriffo del Cagliari.

READ  Hollywood: l'estrema squadra di parkour i cui salti sfidanti hanno attirato l'attenzione dell'industria cinematografica

Colpisci nel segno con i tuoi investimenti. Scopri i consigli di Moneyfarm.

Moneyfarm è una società di gestione patrimoniale scelta da oltre 40.000 investitori in Europa. Grazie al suo sistema innovativo e altamente tecnologico, è stato nominato per cinque anni consecutivi il miglior advisor finanziario indipendente in Italia. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *