Germania: lo stabilimento VW Wolfsburg riapre dopo l’arresto del coronavirus

La gigantesca fabbrica di Wolfsburg si trova sulle rive di un’impressionante impresa di ingegneria umana, il Canale Mittelland di 200 miglia che collega il mare e i porti interni in Europa. Originariamente costruito nel 1938 per ospitare i lavoratori nelle fabbriche Volkswagen, Wolfsburg è ospita ancora la sede del gruppo e dal 1945 produce oltre 45 milioni di automobili.

Qui è dove l’iconico Maggiolino è stato prodotto per oltre tre decenni e dove oggi vengono prodotti i modelli più venduti della casa automobilistica, la serie VW Golf e la Tiguan.

La pianta chiudere Il 19 marzo, quando il nuovo coronavirus attraversò l’Europa, spingendo le case automobilistiche a fermare la produzione attraverso il continente dopo la chiusura dei confini e l’imposizione di blocchi nazionali. La sua riapertura simboleggia gli sforzi più ampi per rilanciare le economie in Europa, dove circa 14 milioni di persone sono impiegate in lavori legati al settore automobilistico.

Il complesso industriale tentacolare copre 6,5 milioni di metri quadrati (70 milioni di piedi quadrati). L’anno scorso ha prodotto circa 700.000 auto, ovvero circa 3.500 auto al giorno. Circa 63.000 persone lavorano sul sito, circa la metà degli abitanti della città di cui porta il nome.

La riapertura di Wolfsburg era tutt’altro che semplice. L’impianto dipende da una catena di approvvigionamento che copre 71 paesi e oltre 2.600 aziende, che affrontano tutte le conseguenze del coronavirus. Volkswagen ha implementato 100 diverse misure di salute e sicurezza, concordate con i suoi lavoratori, con le informazioni visualizzate su più di 8000 poster in fabbrica e spiegate in opuscoli.

“La Volkswagen stabilisce uno standard per l’industria tedesca con questo accordo”, ha affermato Osterloh.

Cosa sta cambiando a Wolfsburg

La società prevede di aumentare lentamente la produzione, in linea con la disponibilità delle parti, i requisiti del governo e la domanda di automobili, che è crollata con la diffusione del coronavirus. Prevede di costruire 1.400 auto a Wolfsburg questa settimana, su alle 6.000 della prossima settimana, circa il 40% della produzione prima della pandemia.

READ  L'ultima nave da crociera in mare raggiunge finalmente il porto

“Alla Volkswagen, la salute ha la precedenza sulla velocità”, ha dichiarato Thomas Ulbrich, responsabile della mobilità elettrica per il marchio Volkswagen. la scorsa settimana, quando la società ha riaperto il suo stabilimento di veicoli elettrici a Zwickau, in Germania.

Il gigantesco complesso della fabbrica Volkswagen a Wolfsburg, in Germania.

Wolfsburg riprenderà con un quarto di 8000 operai della linea di produzione invece dei soliti 20.000. Le ore inizialmente saranno ridotte per alcuni dipendenti, con cambi di turno in modo che i lavoratori che arrivano non incontrino quelli che se ne vanno. I lavoratori dovranno controllare la propria temperatura e indossare l’uniforme a casa ogni mattina, piuttosto che sul posto. Gli verrà chiesto di usare i gomiti per aprire le porte e camminare in un unico file una volta all’interno, seguendo gli indicatori sul terreno per mantenere lo spazio tra le persone.

Le distanze sociali saranno imposte durante le riunioni di gruppo e durante le pause pranzo, con una riduzione dei posti nelle aree comuni e nelle sale conferenze convertite in spazi per uffici. Le mense rimarranno chiuse e gli operai hanno chiesto di portare il proprio pranzo. I distributori d’acqua sono stati temporaneamente rimossi per ridurre il rischio di infezione e i condizionatori d’aria dovrebbero far circolare quanta più aria fresca possibile.

Gli strumenti verranno disinfettati dopo ogni turno e gli operatori non li passeranno più l’uno all’altro a mano, invece posizioneranno i materiali in contenitori in modo che altri possano raccoglierli a distanza di sicurezza. Diverse centinaia di lavandini aggiuntivi vengono installati in tutto l’impianto.

I dipendenti si dirigono verso una porta d'ingresso dello stabilimento Volkswagen a Wolfsburg, in Germania, il 27 aprile 2022.

I veicoli saranno più distanziati sul pavimento della fabbrica e i lavoratori eseguiranno i compiti sulla stessa auto separatamente, se possibile. Le maschere saranno indossate dove non è possibile tenersi a 1,5 metri (5 piedi) l’una dall’altra.

READ  Negli Stati Uniti, potrebbe essere necessario mantenere la distanza sociale fino al 2022 se non viene trovato rapidamente un vaccino, affermano gli scienziati

Un’altra grande sfida per Volkswagen e altri produttori sarà quella di garantire che gli eserciti di fornitori che entrano nelle loro fabbriche non aumentino il rischio di infezione. Volkswagen, che possiede anche i marchi Audi, Porsche e Seat, ha dichiarato di aver condiviso il suo piano di sicurezza in 100 punti con oltre 40.000 fornitori e partner logistici in tutto il mondo.

Prima della pandemia, 2000 camion trasportavano ogni giorno circa 21.000 materie prime e componenti di veicoli nello stabilimento di Wolfsburg. I conducenti dovranno ora rimanere nel loro veicolo in ogni momento e i macchinari utilizzati per scaricare i camion verranno puliti più frequentemente durante i turni.

“Siamo stati in stretto contatto con i nostri fornitori durante il periodo della crisi della corona, durante la chiusura e quando abbiamo riaperto le fabbriche, per garantire che fossero in grado di consegnare le parti di cui abbiamo bisogno “ha detto un portavoce della VW.

Le fabbriche aperte a Zwickau e Bratislava, in Slovacchia, la scorsa settimana sono andate bene “quindi siamo ottimisti sul fatto che ci occuperemo in modo appropriato a Wolfsburg”, ha aggiunto il portavoce. L’esperienza di Volkswagen in Cina, dove ha già riaperto 32 delle sue 33 fabbriche, offre un modello. “All’inizio della produzione non mancava un pezzo unico”.

La società ha ripreso la produzione negli stabilimenti di produzione di componenti in tutta la Germania dal 6 aprile, compresi Brunswick e Kassel, e in Polonia dal 14 aprile, per garantire la fornitura di parti alle sue fabbriche in Cina.

Dipendenti Volkswagen presso uno stabilimento di componenti a Kassel, che ha ripreso la produzione il 6 aprile.

La produzione di Volkswagen in Cina ha raggiunto dal 60% al 70% dei suoi livelli pre-coronavirus. Le fabbriche sono state aperte lì per più di un mese, il che suggerisce che un ritorno alla produzione prossima alla piena produzione in Europa è ancora tra poche settimane. Ma i produttori di automobili hanno un sacco di tempo per farlo bene, poiché anche la domanda dei loro prodotti è evaporata.

READ  Le fabbriche di carne stanno chiudendo. Ma non devi farti prendere dal panico

Tempi difficili a venire

Le vendite di auto in Cina, il più grande mercato automobilistico del mondo, diminuito del 42% nel primo trimestre del 2022 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, secondo l’Associazione cinese dei produttori di automobili. Vendite nel Stati Uniti e anche l’Europa è precipitata.

La domanda in Cina potrebbe riprendersi abbastanza rapidamente, ma le vendite di auto in Europa impiegheranno almeno 10 anni per tornare ai livelli del 2019, secondo Ferdinand Dudenhöffer, fondatore del Centro di ricerca automobilistica dell’Università di Duisburg-Essen.

Volkswagen e altre case automobilistiche tedesche, BMW (BMWYY) e Daimler (DMLRY) Mercedes-Benz andrà molto meglio di concorrenti come Renault (RNLSY) e Citroën a causa della loro maggiore esposizione alla ripresa della Cina, ha aggiunto.

Tuttavia, l’istituto prevede che il settore dell’edilizia automobilistica in Germania taglierà 100.000 posti di lavoro nei prossimi tre o quattro anni, pari a circa il 12% del totale, poiché un calo prolungato della domanda significa ridurre produzione.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_world/~3/crVGsEUnLtk/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT