Gucci abbandona le stagioni della moda “obsolete” mentre l’industria guarda verso l’interno

Scritto da Oscar Holland, CNN

Il direttore creativo di Gucci, Alessandro Michele, ha annunciato che il marchio sta abbandonando definitivamente il tradizionale calendario della moda mentre l’industria ripensa il suo funzionamento alla luce di Covid-19.

Abbattendo l’abbigliamento per uomo e donna ed evitando le collezioni di mezza stagione, il marchio di lusso italiano ridurrà il numero di spettacoli annuali che organizza da cinque a due.

In una serie di voci di diario intitolate “Note dal silenzio” pubblicate domenica sull’account Instagram di Michele, il designer ha affermato che intendeva “abbandonare il logoro rituale della stagionalità e degli spettacoli” per per “trovare una nuova cadenza”.

“Ci incontreremo solo due volte l’anno per condividere i capitoli di una nuova storia”, scrive, aggiungendo: “Vorrei lasciare dietro l’armamentario dei leitmotiv che hanno colonizzato il nostro mondo precedente: crociera, pre-autunno , primavera-estate, autunno-inverno. Penso che queste siano parole obsolete e denutrite. “

I grandi marchi hanno convenzionalmente seguito un fitto calendario di eventi separati per sfilate di moda maschile e femminile durante le settimane della moda autunno-inverno e primavera-estate a New York, Parigi, Londra e Milano. Molti organizzano anche occasionali “crociere” e spettacoli pre-caduta.

Ma la pandemia di coronavirus ha accentuato le preoccupazioni esistenti sulla sostenibilità ambientale ed economica del calendario dei jet set e sui cicli di consumo che promuove.

Michele, che ha lavorato con Fendi prima di unirsi a Gucci come designer di borse nel 2002, ha affermato che la sua nuova strategia è emersa mentre era confinata a casa sua durante il blocco. Il suo obiettivo di “purificare l’essenziale sbarazzandosi del superfluo” è legato alle preoccupazioni sull’impronta ambientale dell’industria della moda, ha affermato.

Lo stilista Alessandro Michele alla sfilata Gucci Primavera / Estate 2020 durante la settimana della moda di Milano Credito: Victor Boyko / Getty Images Europa / Getty Images per Gucci

“Le nostre azioni spericolate hanno incendiato la casa in cui viviamo”, recita uno degli articoli del giornale. “Ci siamo visti separati dalla natura, ci siamo sentiti astuti e onnipotenti. Abbiamo usurpato la natura, l’abbiamo dominata e ferita.”

Michele ha confermato la decisione lunedì in una conferenza stampa video, dove ha affermato che la decisione è stata approvata dall’amministratore delegato Gucci Marco Bizzarri.

Marea girevole

Un certo numero di altri marchi di lusso ha riportato modifiche ai loro calendari futuri in mezzo alla pandemia di coronavirus, anche se in termini meno restrittivi di Gucci.

Il mese scorso, Saint Laurent, che appartiene alla casa madre di Gucci, Kering, anno Domini la sua intenzione di “prendere il controllo del suo ritmo e rimodellare il suo calendario”. E in una lettera aperta al Women’s Wear Daily, Giorgio Armani ha affermato che un “rallentamento prudente e intelligente” è “l’unica via d’uscita” dell’attuale crisi.
Ad aprile, caporedattore di Vogue Anna Wintour ha invitato l’industria della moda a “porre maggiormente l’accento sulla sostenibilità” e “lusso, creatività e artigianalità”.
Sfilata Gucci autunno-inverno 2020 durante la settimana della moda di Milano.

Sfilata Gucci autunno-inverno 2020 durante la settimana della moda di Milano.

Un programma più leggero potrebbe aiutare i marchi di lusso a far fronte alle significative perdite di entrate da febbraio, quando l’epidemia di coronavirus ha chiuso i negozi nei lucrosi mercati asiatici. I negozi nei paesi occidentali hanno rapidamente seguito l’esempio, con le ultime settimane della moda autunno-inverno che sono state gravemente interrotte, con gli acquirenti che stanno lontani e un numero di marchi che mostrano collezioni a porte chiuse.
I dati provenienti da altre parti del settore hanno anche sostenuto un approccio più lento. Una lettera aperta firmato da oltre 500 personalità del settore, tra cui Dries Van Noten, CEO di Chloé Riccardo Bellini e il designer britannico Craig Green, raccomanda di “adeguare la stagionalità” al fine di “creare un flusso più equilibrato di consegne in tutto il stagione “e” portare qualcosa di nuovo, ma è anche tempo che i prodotti creino desiderio “.

Allo stesso modo, l’iniziativa #rewiringfashion ha richiesto la combinazione delle settimane della moda maschile e femminile, sostenendo che le sfilate sono organizzate “troppo avanti” sul rilascio di articoli. La campagna, che è stata lanciata dalla rivista di settore Business of Fashion, propone di spostare le settimane della moda primavera-estate a gennaio e febbraio e le settimane autunno-inverno a giugno.

Sfilata Gucci autunno-inverno 2020 durante la settimana della moda di Milano.

Sfilata Gucci autunno-inverno 2020 durante la settimana della moda di Milano.

Un raro dichiarazione congiunta dal Council of Fashion Designers of America e dal British Fashion Council hanno esortato l’industria a “rallentare” e “ripensare e ripristinare il modo in cui lavoriamo e mostriamo le nostre collezioni”.

“Insieme, consigliamo vivamente che i designer si concentrino su non più di due collezioni principali all’anno”, ha affermato la nota. “Siamo fermamente convinti che ciò possa dare ai nostri talenti il ​​tempo necessario per riconnettersi con la creatività e l’artigianalità che rendono il nostro campo così unico in primo luogo. Un ritmo più lento offre anche l’opportunità di ridurre il livello di stress dei progettisti e dei loro team, che a sua volta avrà un effetto positivo sul benessere generale del settore “.

I consumatori sembrano condividere molte delle stesse preoccupazioni. Ricerca pubblicato lunedì dalla Royal Society per l’incoraggiamento delle arti, delle manifatture e del commercio del Regno Unito, ha rivelato che solo il 19% degli adulti in Gran Bretagna crede che l’industria della moda dovrebbe tornare alla normalità dopo Covid-19. Il 35% dei 18-24 anni ha dichiarato di voler acquistare meno vestiti dopo il completamento del blocco.

source–>https://www.cnn.com/style/article/gucci-fashion-calendar/index.html

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *