I lavoratori dell’ospedale di Detroit descrivono le condizioni di lavoro durante la crisi di Covid-19

La CNN ha parlato con cinque membri del Sinai-Grace Hospital, parte del sistema del Detroit Medical Center, affermando che i membri del personale sentivano di non avere abbastanza colleghi o forniture per affrontare la crisi.

Molti pazienti ER sono sospettati di avere Covid-19 perché hanno sintomi virali, ma i loro risultati dei test richiedono giorni per essere trattati, ha detto il personale dell’ospedale.

Le condizioni sono così drastiche al Sinai-Grace che la domenica sera, tutte le infermiere notturne al pronto soccorso – sette in totale – hanno organizzato un sit-in, dove si sono rifiutati di lavorare e hanno chiesto che gli infermieri vengono inviati per aiutare.

I pazienti del Sinai-Grace non sono solo da due a una stanza, ma hanno allineato molti corridoi nel pronto soccorso, secondo i quattro operatori sanitari. Due lavoratori hanno affermato che i pazienti in condizioni critiche, compresi i pazienti ventilati, venivano talvolta tenuti nei corridoi.

Almeno due pazienti con ED sono morti nei letti del corridoio, secondo un medico della struttura. Gli operatori sanitari ospedalieri, incluso il medico, hanno parlato alla CNN a condizione di anonimato per motivi di lavoro.

“Abbiamo visto i pazienti morire nei letti del corridoio perché l’infermiera non ha scoperto di avere un polso fino a quando non era troppo tardi”, ha detto il medico. “Ogni infermiera ha così tanti pazienti che al momento in cui viene a controllare il prossimo, il paziente potrebbe non avere più il polso.”

I casi esplodono in Michigan, ma gli stati fuori dai punti caldi non possono procurarsi

Un altro tubo respiratorio del paziente si è disconnesso dal ventilatore e il paziente è morto prima che il personale potesse rispondere, due operatori di emergenza hanno riferito alla CNN.

Il Michigan ha il terzo numero più alto di casi Covid-19 negli Stati Uniti, dietro a New York e nel New Jersey, secondo la Johns Hopkins University. I casi sono aumentati, da 300 meno di un mese fa a oltre 20.000 entro mercoledì pomeriggio.

Numerosi ospedali in tutto il paese si stanno avvicinando o hanno raggiunto la capacità a causa dell’aumento dei pazienti Covid-19.

Una popolazione vulnerabile

Per rispetto della privacy del paziente e dei suoi familiari, Brian Taylor, direttore delle comunicazioni e delle relazioni con i media del Detroit Medical Center, ha affermato che il centro medico non fornirà né commenterà alcun dettaglio riguardante l’assistenza ai pazienti. un paziente in particolare.

READ  John Krasinski ha ospitato un ballo di fine anno virtuale ed è stato epico

“È importante capire che le emergenze quotidiane in tutto il paese si trovano ad affrontare sfide situazionali dinamiche e ancora di più ora nel bel mezzo della crisi COVID-19”, ha detto.

Sebbene il Detroit Medical Center non abbia affrontato le situazioni specifiche sollevate dai dipendenti dell’ospedale, hanno fornito alla CNN una lunga dichiarazione che spiega la difficile situazione in cui si trova.

“Come molti sistemi ospedalieri, la richiesta di assistenza per un numero sempre crescente di pazienti mette a dura prova le nostre risorse e il nostro personale”, ha dichiarato Taylor alla CNN in una nota. “Nel nostro ospedale sono in atto piani di emergenza per gestire l’aumento del numero di pazienti per garantire che forniamo l’assistenza più sicura e più appropriata per i nostri pazienti.”

Con l'aumentare dei casi di coronavirus, gli ospedali stanno adottando un sistema per classificare i pazienti per il trattamento

Il pronto soccorso del Sinai-Grace ha più traffico di qualsiasi altro ospedale della metropolitana di Detroit ed è l’unico ospedale nel nord-ovest di Detroit, ha affermato Taylor. Ci sono anche un gran numero di case di cura nelle vicinanze, quindi l’ospedale riceve pazienti più gravemente ammalati, ha detto Taylor.

La popolazione di pazienti del Sinai-Grace ha “tassi estremamente elevati di condizioni mediche di base come ipertensione e diabete, che aumentano il rischio di COVID-19”, ha detto Taylor.

L’ospedale ha utilizzato tutto lo spazio disponibile, ha affermato Taylor, comprese le sale operatorie convertite, le aree ambulatoriali e le sale di recupero, per gestire l’ondata. Cerca anche di spostare i pazienti da un ospedale all’altro all’interno del loro sistema o in altri ospedali della regione.

“Usiamo in modo sicuro e appropriato le forniture e le attrezzature necessarie, compresi monitor e ventilatori, per prenderci cura dei nostri pazienti e siamo continuamente alla ricerca di forniture aggiuntive in tutto il mondo come il numero di pazienti COVID-19 bisognoso di cure continua ad aumentare “, ha detto. nella sua dichiarazione.

Decisioni difficili

I lavoratori del Sinai-Grace, tuttavia, hanno affermato che all’aumentare del numero di pazienti, a volte l’ospedale non aveva abbastanza monitor cardiaci che suonassero un allarme quando i segni vitali di un paziente cambiano operatori sanitari.

I membri del personale dovevano anche prendere decisioni difficili su chi avrebbe persino il diritto di monitorare.

READ  Verifica dei fatti: Trump afferma erroneamente che alcuni stati non hanno `` problemi '' con il coronavirus

“Abbiamo fatto del nostro meglio con i monitor”, ha detto un addetto all’emergenza. “Ma abbiamo pazienti che sappiamo passeranno, quindi li tiriamo fuori da un monitor e [it] a qualcun altro che ha bisogno [it]. “

Secondo questo lavoratore, un paziente senza monitor è morto nel corridoio di emergenza. Il paziente mostrava segni di mortale rigore quando i membri dello staff sapevano che il paziente era morto.

“Facciamo del nostro meglio per essere al loro fianco quando passano”

Anche se un paziente è sorvegliato e gli allarmi si attivano, il personale non è sempre in grado di rispondere in tempo, hanno affermato due operatori di emergenza.

In almeno due casi, anche se gli allarmi dei monitor erano stati disattivati, l’ospedale era così occupato che, quando le infermiere potevano arrivare lì, i pazienti erano morti, hanno detto i soccorritori.

“(Le infermiere) si sono avvicinate a loro e non hanno avuto pulsazioni”, ha detto un addetto all’emergenza. “Erano sul monitor, ma era troppo per guardare tutti in sicurezza.”

Per i pazienti, in particolare gli anziani con alti fattori di rischio per Covid-19, due operatori di emergenza hanno detto alla CNN che il personale del Sinai-Grace ha chiamato le famiglie dei pazienti anziani e “Incoraggiandoli a fare il paziente DNR (non rianimare) / DNI (non intubare). ”

Ciò significa che se un paziente ha un arresto respiratorio o cardiaco, il personale dice che non sta cercando di intervenire e lascia passare il paziente.

Le morti per coronavirus negli Stati Uniti superano i 14.000, ma le proiezioni future sono migliori del previsto

I lavoratori ospedalieri non lavorano durante i loro turni per rianimare alcuni pazienti che hanno o sono sospettati di avere, Covid-19, secondo tre operatori di emergenza. Fare CPR o riavviare il cuore di un paziente significherebbe che i dipendenti sarebbero esposti a Covid-19, ha detto un lavoratore.

La CNN ha specificamente chiesto informazioni sulle politiche del personale di emergenza per chiamare le famiglie di pazienti e non rianimare i sospetti pazienti Covid-19, ma Taylor non ha risposto direttamente a questo.

Non esiste una politica di non rianimazione in tutto l’ospedale, Taylor ha detto a DMC alla CNN.

“Per quanto riguarda le decisioni sul fatto che un paziente debba ricevere la RCP, queste decisioni vengono prese caso per caso dai medici e dal team sanitario”, ha affermato Taylor. “Se un paziente ha bisogno di RCP, ovviamente il paziente riceverà RCP.”

READ  Wimbledon annullato a causa della pandemia di coronavirus

“Facciamo del nostro meglio per essere al loro fianco quando passano”, ha detto un altro addetto all’emergenza. “Ma spesso tutte le infermiere sono impegnate con altri pazienti.”

Quando i pazienti muoiono, i membri del personale devono trasferirli rapidamente in un magazzino refrigerato temporaneo che è stato portato dentro, hanno detto due membri del personale dell’ospedale.

“Dobbiamo mettere le persone una accanto all’altra e una sopra l’altra perché non è stata fermata”, ha detto uno. “Faccio del mio meglio per chiudere gli occhi e dire una piccola preghiera.”

Tubi, corde e persino ventilatori invadono i corridoi di emergenza

I pazienti ventilati con Covid-19 vengono normalmente tenuti in una stanza isolata perché il ventilatore può aerosolizzare il virus – specialmente se il tubo del ventilatore si disconnette – diffondendolo nell’aria, secondo diversi operatori sanitari negli Stati Uniti con di cui la CNN ha parlato.

Ci sono così tanti pazienti nelle barelle nei corridoi che i cavi elettrici e persino i tubi dell’ossigeno li sporcano, hanno detto due operatori sanitari, descrivendo gli straordinari passi che stanno prendendo per gestire la situazione. Devono tenere le corde e i tubi nei corridoi, hanno detto, poiché si tratta di tutte le forniture necessarie per mantenere in vita i pazienti, alcuni dei quali sono gravemente malati.

L’ospedale continua a elaborare gli ambulatori e le ambulanze, compresi i pazienti non Covid-19, secondo quattro operatori sanitari.

“Ci sono momenti in cui entri in questo ospedale che sembra un paese del terzo mondo in una zona di guerra”, ha detto alla CNN un tecnico medico di emergenza di Detroit, che ha trasportato pazienti nel Sinai. -Grazie.

“Camminare è una strana sensazione”, ha detto l’EMT. “Le infermiere, i dottori e i terapisti respiratori corrono ovunque, tutti sono sfiatati, ogni sfiato emette un segnale acustico, i pazienti sono sottoposti a diverse infusioni endovenose. Avresti pensato che fosse un ospedale militare in una zona di guerra. “

Correzione: una precedente didascalia per una foto in questa storia identificava erroneamente le condizioni all’interno dell’ospedale.

Ryan Young e Jake Carpenter della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

source–>https://www.cnn.com/2020/04/09/us/detroit-hospital-workers-sinai-grace-coronavirus/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *