I sarti aiutano a combattere il coronavirus in Nigeria realizzando kit PPE a mano

La crescente domanda, gli acquisti di panico, l’accaparramento e l’abuso hanno interrotto l’offerta globale di DPI, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, mettendo a rischio la vita.

Oggi, i sarti nello stato di Abia, nel sud-est del paese, usano tessuti locali, cotone e polipropilene per cucire DPI per chi cerca protezione.

Con casi di Covid-19 in su in Nigeria, il governo dello stato di Abia ha rilasciato una sovvenzione di 12 milioni di naira (circa $ 31.000) per aiutare i sarti a realizzare dispositivi di protezione.

La sovvenzione è stata versata a 100 sarti selezionati all’inizio di aprile per aiutarli ad acquistare attrezzature aggiuntive, fare scorta di attrezzature e assumere più persone, afferma Sam Hart, direttore generale dell’Agenzia di marketing e gestione. qualità dello stato di Abia.

Hart ha spiegato che i campioni iniziali della maschera facciale erano stati esaminati da un team di esperti medici e che l’attrezzatura era destinata ai cittadini in cerca di protezione piuttosto che agli operatori sanitari.

I sarti cucono diverse varietà di abiti e maschere. Foto: Sam Hart

Soluzione locale

Finora, i sarti di Aba, il centro commerciale dello stato, hanno prodotto 200.000 maschere e 3000 tute, ha detto l’agenzia.

Uno dei sarti, la regina Duruibe, disse alla CNN che le tute da lei realizzate erano impermeabili e resistenti alle forature, e realizzate in tessuto di poliammide rivestito con materiali protettivi.

Le sue maschere sono realizzate in cotone e polipropilene e sono ipoallergeniche, ha detto. Anche lei produce maschere decorative in tessuto stampato colorato, che non intendono proteggere dal coronavirus.

Duruibe produce maschere da gennaio, ma afferma di aver assunto più personale e convertito il suo negozio di moda per realizzare fino a 10.000 maschere al giorno.

La regina Duruibe gestisce il suo negozio di moda ad Aba.

“Cucito diversi tipi di abbigliamento qui ad Aba e di solito compro i miei materiali in Cina”, ha detto. “Ma quando si è verificato il coronavirus, loro (i suoi fornitori) hanno iniziato a dirmi quanto erano brutte le cose, che non c’erano materiali e che le maschere erano rare.

READ  Verifica dei fatti: il CEO di Hilton infrange la teoria della cospirazione di Trump mentre è seduto accanto a lui

“Quindi ho pensato che se le cose fossero così rare, avrei potuto iniziare a costruirle da solo.”

Trova acquirenti

L’attrezzatura prodotta dai sarti viene venduta per circa 200 naira (circa 50 centesimi), secondo Hart, e trova una serie di acquirenti.

“Avevamo un farmacista che ha acquistato 10.000 pezzi da vendere nella sua farmacia”, ha detto. “Le tute e le maschere in DPI sono state messe a disposizione del pubblico – chiunque può ordinare. Abbiamo anche nigeriani nella diaspora che hanno effettuato ordini all’ingrosso per le loro comunità e villaggi qui in Abia.”

I sarti affermano che le tute che realizzano sono resistenti all'acqua e alle forature.

Il governo dello stato ha anche ordinato maschere, che distribuirà ai cittadini più vulnerabili, secondo John Okiyi, il commissario per le comunicazioni dello stato.

“65.000 di queste maschere sono già state distribuite in alcuni governi locali attraverso chiese e moschee”, ha detto alla CNN. “Il governo ha anche ordinato la produzione di altre 150.000 maschere per un’ulteriore distribuzione”.

Ha aggiunto che il governo dello stato ha distribuito maschere N95 agli operatori sanitari perché erano più adatti per gli operatori sanitari.

Sconfiggi il coronavirus

& Quot; Pensavo che sarei morto: un sopravvissuto coronavirus nigeriano condivide la sua esperienza
L’Abia non ha attualmente casi confermati di coronavirus, ma ci sono stati più di 400 casi in Nigeria. Il paese ha messo in atto restrizioni di viaggio per controllare la diffusione del virus, e tutti gli aeroporti internazionali e le frontiere terrestri sono stati chiuso.

Tre dei 36 stati nigeriani – Lagos, Ogun e Abuja – hanno imposto un blocco prolungato iniziato il 30 marzo. Anche lo stato di Abia si trova in una preclusione autoimposta.

Duruibe, come molti altri sarti, afferma di essere felice di aiutare a controllare la diffusione di Covid-19. “Per me, sto facendo la mia parte in ogni modo possibile per aiutare coloro che combattono la pandemia di coronavirus”, ha detto.

READ  Michael Jordan ha negato un'apparizione di due ore e 100 milioni di dollari, dice l'agente

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_africa/~3/EOrmzFh1zxk/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT