Il capo dei servizi segreti declassificato i nomi dei funzionari di Obama che “smascherarono” Flynn

Ma non è ancora chiaro il motivo per cui il DNI non abbia pubblicato l’elenco e un alto funzionario del Dipartimento di Giustizia ha detto alla CNN che non intendeva farlo. Il funzionario ha affermato che il DNI ha fornito informazioni al ministero che esaminerà per quanto possibile per assistere nelle indagini in corso.

Il funzionario ODNI ha rifiutato di dire quanti erano nella lista, ma la CNN aveva precedentemente riferito che c’erano state “diverse richieste” per l’identità di Flynn da rivelare tra le elezioni presidenziali del 2016 e L’inaugurazione di Trump a gennaio 2017.

La divulgazione dell’identità di Flynn fa anche parte delle indagini di John Durham, l’avvocato del Connecticut Barr nominato per indagare sulle origini dell’indagine Trump-Russia.
il Quotidiano di Wall Street e ABC News sono stati i primi a riferire le notizie di declassificazione di martedì, promosse anche dal presidente martedì.
“Grandi notizie!” Trump ha twittato martedì mattina, riferendosi a una storia nella lista di smascheramento.
Mentre i nomi dei cittadini americani dovrebbero essere tenuti segreti nei rapporti di intelligence, gli alti funzionari hanno la possibilità di richiedere che i nomi vengano rilasciati in determinate circostanze per comprendere meglio i rapporti. In passato, alcuni funzionari di Obama hanno ammesso di aver chiesto di identificare le persone, ma hanno insistito sul fatto che esistessero motivi legittimi.
La decisione di rilasciare i nomi è stata presa da Grenell, un lealista di Trump, e è arrivato pochi giorni dopo la controversa decisione del procuratore generale William Barr di archiviare un procedimento penale contro Flynn.

Il Dipartimento di Giustizia giovedì ha presentato una petizione a un giudice federale per archiviare il caso contro Flynn, le cui bugie sui suoi contatti con la Russia hanno spinto Trump a licenziarlo tre anni fa. Flynn ha poi ribaltato Trump, dichiarato colpevole di mentire e collaborato alle indagini sulla Russia. Ma l’anno scorso ha girato l’angolo, ha iniziato ad attaccare le indagini in Russia e ha cercato di annullare il suo motivo di colpevolezza.

READ  news, dati di contagio e aggiornamenti di oggi 23 settembre 2023

Il tribunale deve approvare formalmente la richiesta del DOJ di archiviare il caso.

NSA rivela 100.000 cittadini stranieri sotto sorveglianza

Le notizie di martedì arrivano anche quando Trump affronta il controllo su due fronti: la testimonianza del Senato di alti funzionari sanitari e membri della task force del Coronavirus per quanto riguarda gli sforzi di risposta alla Casa Bianca e un’audizione della Corte Suprema sulla necessità di consentire ai legislatori di accedere alle dichiarazioni fiscali del Presidente. .

Sebbene la capacità di declassificare documenti di questa natura rientri interamente nell’ambito di competenza del DNI, ci sono chiare domande sulle motivazioni politiche alla base di questa specifica decisione di Grenell, il cui termine come DNI provvisorio sembra terminare in attesa di conferma da Trump. scelta permanente per l’impiego, rappresentante John Ratcliffe.

Grenell ha svolto un ruolo sempre più importante nell’aiutare il presidente a rimodellare la narrazione che circonda le indagini del 2016 sugli sforzi russi per aiutare Trump a vincere le elezioni e i possibili collegamenti con la campagna del presidente.

Con Barr, Grenell decise di pubblicare documenti che i predecessori di Justice e DNI erano stati lenti a pubblicare.

Numerosi documenti illustrano l’allarme tra i funzionari della sicurezza nazionale degli Stati Uniti nel 2016 circa l’interferenza dei russi nelle elezioni e lo sforzo dei funzionari statunitensi di capire perché i russi stessero cercando di aiutare le elezioni di Trump e perché Trump e quelli associati alla sua campagna sembravano incoraggiare apertamente e discretamente tale aiuto. Alcuni documenti mostrano anche errori in questi sforzi investigativi.

Con l’incombere delle elezioni del 2023, Trump e i suoi alleati al Congresso e nei media conservatori hanno evidenziato parti di documenti che affermano che c’era una cospirazione dell’amministrazione Obama per colpire Trump e la sua campagna.

E sebbene Grenell abbia insistito sul fatto che la declassificazione riguarda una maggiore trasparenza, il documento non include in particolare una trascrizione delle chiamate di Flynn con l’ex ambasciatore russo negli Stati Uniti, Sergey Kislyak, durante la transizione da Trump nel 2017.

Queste chiamate sono state solo sintetizzate ma prese in considerazione in un elemento centrale dell’indagine Mueller.

READ  Gli avvocati di Gregory McMichael affermano che Ahmaud Arbery ha ucciso `` non solo un altro atto di razzismo violento ''

Nel complesso, il numero di americani esposti è aumentato negli ultimi tre anni dell’amministrazione Trump. Secondo i rapporti ODNI sulla trasparenza statistica, 10.012 americani sono stati smascherati nel 2019 in risposta a una richiesta specifica. Quasi 17.000 americani furono smascherati nel 2018 e 9.529 nel 2017.

Sotto l’amministrazione Obama, 9.217 americani sono stati esposti nel 2016 e solo 1.122 nel 2015.

Esclusivo: Rice spiega agli investigatori di House perché ha esposto i funzionari di Trump
Nel settembre 2017, diverse fonti hanno riferito alla CNN che l’ex consigliere per la sicurezza nazionale dell’ex presidente Barack Obama, Susan Rice, ha detto agli investigatori della Camera di aver rivelato le identità degli alti funzionari di Trump per paura della proprietà del Principe ereditario degli Emirati Arabi, lo sceicco Mohammed bin Zayed al-Nahyan. visita negli Stati Uniti alla fine del 2016. Durante la visita, che ha avuto luogo durante il periodo di transizione prima del giuramento di Trump, il Principe Ereditario ha incontrato Flynn, il genero del Presidente, Jared Kushner, e Il consigliere Steve Bannon a New York, hanno detto fonti all’epoca.

L’amministrazione Obama si è sentita ingannata dagli Emirati Arabi Uniti, che non avevano menzionato che Zayed sarebbe arrivato negli Stati Uniti, anche se è consuetudine che i dignitari stranieri informino il governo americano del loro viaggiare, secondo diverse fonti che conoscono la questione al momento.

Rice ha dichiarato al Comitato di intelligence della Camera di aver richiesto che i nomi degli americani citati nel rapporto riservato vengano divulgati internamente, come è prassi comune per i funzionari di entrambe le parti.

L’incontro ha preceduto uno sforzo separato degli Emirati Arabi Uniti per facilitare la comunicazione a monte tra la Russia e il futuro Trump della Casa Bianca.

READ  Il direttore del CDC prevede 100.000 decessi per coronavirus negli Stati Uniti entro il 1 ° giugno

Manu Raju della CNN ha contribuito a questo rapporto.

source–>https://www.cnn.com/2020/05/12/politics/dni-declassify-names-flynn/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT