Il donatore anonimo dà a ogni famiglia nella città dello Iowa $ 150 in buoni regalo alimentari

Quindi, quando un donatore anonimo lo ha dato a tutti i città di Earlham Da $ 150 di buoni regalo per il cibo, la comunità ha ricevuto qualcosa di più prezioso del denaro: la speranza.

Tutto è iniziato il 26 marzo quando il sindaco di Earlham Jeff Lillie ha ricevuto una telefonata da un amico che ha detto che c’era un donatore interessato a iniettare denaro nell’economia della città. . Earlham, 1.450 abitanti, si trova a 30 miglia a ovest di Des Moines,

Inizialmente, il donatore, che non ha rivelato la sua identità al sindaco, ha dichiarato che avrebbe acquistato 100 buoni regalo da tre aziende locali. Un’ora dopo, la sua amica chiamò di nuovo Lillie e disse che il donatore stava aumentando il numero a 250. Un’ora dopo, il numero fu aumentato a 500.

“Le ho detto, a 500 anni, che sei dannatamente vicino a dare una carta regalo a ogni famiglia di Earlham”, disse Lillie. “Quando gli ho detto che c’erano 549 famiglie in città, ha detto” Fatto “. Ed era tutto. Ero estatico perché ha fatto ottenere a tutti una carta.”

I residenti hanno ricevuto buoni regalo per posta.

Ma ciò che Lillie non sapeva era che il donatore non avrebbe acquistato 549 carte in totale, ma stavano acquistando 549 carte regalo da ciascuna delle tre società. In totale, hanno donato $ 82.350, il che significa che ogni azienda ha ricevuto più di $ 27.000.

Esattamente una settimana dopo, tutti in città si svegliarono con una sorpresa nella loro casella di posta: una busta contenente una lettera della città e tre carte regalo da $ 50 al West Side Bar and Grille, Hometown Market, un negozio di alimentari e Trostel’s Broken Branch, un ristorante e un bar.

READ  Gli alimenti a tema coronavirus portano un leggero sollievo ai clienti

La donazione “sconvolse completamente” Lillie, che conosceva persone della città che erano state licenziate e in difficoltà a causa della pandemia. Le carte, ha detto, hanno dato loro motivo di sorridere e “un modo per dire loro di aiuto è in arrivo”.

“È successo dopo due settimane davvero difficili”, ha detto Lillie alla CNN, trattenendo le lacrime.

“Ricordo di essere tornato a casa e di aver attraversato la porta di casa, e non sono riuscito a parlare per un minuto. Stavo piangendo come un bambino, e il mio bambino mi ha visto e si è avvolto la mia gamba e disse: “Papà, cosa c’è che non va?” E finalmente sono riuscito a soffocarlo: “Amico, per il momento, per una volta, non c’è niente di sbagliato”. “

Offri alle imprese locali la possibilità di sopravvivere

Uno dei ristoranti coinvolti nelle carte regalo, Broken Branch di Trostel, era estremamente nuovo. Così nuovo che il ristorante avrebbe dovuto aprire ufficialmente solo pochi giorni prima che il governatore Kim Reynolds ordinasse tutte le attività non essenziali nello stato di chiudere 17 marzo.

“Siamo stati nel bel mezzo di interviste per i nostri dipendenti, assumendo server e cercando di preparare tutto”, ha detto il proprietario del ristorante Jennifer Trostel alla CNN. “A quel tempo tutto chiuso. Bussò proprio quando stavamo per aprire il nostro ristorante.”

Questi fotografi diffondono gioia alle persone colpite dal coronavirus prendendo ritratti alla loro porta

Mentre altri ristoranti erano attrezzati per passare al take-away, Trostel, che possiede il ristorante con suo marito Troy, ha dichiarato di essere completamente impreparato a prendere la decisione. Senza personale o sistemi informatici in esecuzione per ricevere ordini o pagamenti, i Trostel erano bloccati.

È stato fino a quando il donatore anonimo ha salvato la sua attività. Quando ha ricevuto la telefonata per dirle della donazione, Trostel ha detto che era così scioccata che il suo corpo era coperto di pelle d’oca.

READ  'Non è essenziale': i dipendenti di Tyson Dog trattano Factroy e chiedono alla società di chiudere la fabbrica dopo la prima morte di Covid-19

“Ci ha dato speranza”, ha detto. “Per essere in grado di pagare le nostre bollette e sapere che tutto va bene, non dobbiamo chiudere le nostre porte per sempre. Saremo lì quando sarà finita. Non credo che potremmo dirlo senza la donazione.”

Qualsiasi residente di Earlham che non ha bisogno o usa le carte regalo può ritirarle in un luogo di pagamento delle bollette presso il Municipio. Le carte saranno distribuite alle famiglie del distretto scolastico della comunità di Earlham che hanno bisogno di aiuto.

Quando gli è stato chiesto cosa avrebbe detto al donatore anonimo se avesse potuto incontrarli, Lillie ha detto che “non riusciva nemmeno a trovare le parole”.

“Direi grazie 549 volte” disse Lillie. “Sarebbe come incontrare un eroe.”

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/cnn_latest/~3/okZbfyXzL9Q/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGames.IT