Il giudice dice che E. Jean Carroll potrebbe continuare a cercare il DNA di Trump in una causa per diffamazione

Nella sua sentenza, il giudice Verna Saunders ha scritto che una recente sentenza della Corte Suprema sulla citazione del procuratore distrettuale di Manhattan Cy Vance per i documenti finanziari di Trump dimostra che un tribunale statale può esercitare la sua giurisdizione. giurisdizione su un presidente in carica, il che significa che il caso di Carroll contro Trump dovrebbe poter continuare.

“Questo tribunale interpreta la sentenza di Vance applicabile a tutti i procedimenti legali in cui è coinvolto un presidente in carica, compresi quelli che coinvolgono la sua condotta non ufficiale / personale”, ha scritto il giudice.

Gli avvocati di Trump non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento sulla decisione di Saunders.

Carroll, un editorialista di consigli che ha scritto per anni per Elle Magazine, ha affermato in una causa intentata lo scorso autunno che Trump l’ha aggredita sessualmente in uno spogliatoio del lussuoso centro commerciale Bergdorf Goodman di Manhattan negli anni ’90. Trump ha negato l’accusa, definendola “totalmente falsa” e dicendo che “non aveva mai incontrato questa persona in vita mia”.

A gennaio, gli avvocati di Carroll hanno consegnato a un avvocato di Trump documenti che chiedevano un campione del suo DNA da confrontare con il materiale genetico maschile trovato sull’abito nero di Donna Karan che Carroll dice di aver indossato durante il presunto incontro a Bergdorf.

Tale richiesta è stata sospesa a seguito di un ordine del giudice che ha sospeso le richieste di divulgazione fino a quando la richiesta di Trump di sospendere il caso non sarà risolta.

Gli avvocati di Trump hanno sostenuto in tribunale che il caso Carroll dovrebbe essere rinviato fino a quando una corte d’appello statale non si pronuncia su un altro caso simile presentato dall’ex candidato “Apprendista” Summer Zervos sulla questione se i tribunali statali abbiano giurisdizione su di lui mentre occupa la Casa Bianca.

Ma gli avvocati di Carroll hanno affermato che Trump non dovrebbe essere autorizzato a ritardare il caso dato che entrambi ha continuato a trattare altri casi come imputato mentre era presidente e aveva anche ha continuato a perseguire. Hanno presentato ulteriori argomenti a seguito della decisione Vance, sostenendo che avrebbe dovuto portare avanti il ​​loro caso.

READ  I lavoratori delle case di cura avvertono il governo di violazioni della sicurezza prima di epidemie e morti a Covid-19

Il giudice ha acconsentito, aprendo la strada agli sforzi di Carroll per ricercare il DNA di Trump.

“Siamo molto lieti che il giudice Saunders, riconoscendo la chiara sentenza della Corte Suprema a Vance, abbia respinto l’affermazione di immunità assoluta del presidente Trump e abbia respinto la sua richiesta di sospendere il caso di E. Jean Carroll”, L’avvocato di Carroll Roberta Kaplan ha detto. in una relazione. “Siamo ora ansiosi di andare avanti con la scoperta in modo da poter dimostrare che Donald Trump ha diffamato E Jean Carroll quando ha mentito su di lui in relazione alla sua coraggiosa decisione di dire la verità su Donald Trump l’aveva aggredita sessualmente “.

source–>https://www.cnn.com/2020/08/07/politics/e-jean-carroll-trump-dna/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *