Il gruppo di registrazione degli elettori di Michelle Obama sostiene la campagna elettorale per posta

“Gli americani non dovrebbero mai scegliere tra far sentire la loro voce e tenere al sicuro loro e le loro famiglie”, ha affermato Obama in una nota. “L’ampliamento dell’accesso al voto via e-mail, la registrazione degli elettori online e il voto anticipato sono passi cruciali in questo momento e sono attesi da tempo.”

Lo sforzo sostenuto dall’ex first lady arriva I democratici moltiplicano le chiamate per gli stati di espandere la posta e avanzare il voto, mentre alcuni repubblicani hanno fatto eco all’opposizione del presidente Donald Trump all’espansione della pratica in mezzo alla pandemia di coronavirus. La crisi ha comportato la cancellazione o il rinvio di dozzine di grandi manifestazioni, tra cui competizioni primarie, molte delle quali sono state rinviate fino all’estate.

Con l’aumentare delle chiamate, Trump ha ripetutamente respinto l’idea di un sistema di votazione per corrispondenza nazionale e ha erroneamente affermato che il voto per corrispondenza era la fonte di diffuse frodi elettorali.

Dichiarazione di Obama, pubblicata da Quando tutti votiamo, un’organizzazione non partigiana impegnata nella registrazione degli elettori che co-presiede, ha dichiarato: “Non c’è niente di partigiano nel tentativo di mantenere la promessa del nostro paese: rendere la democrazia che tutti noi amiamo più accessibile; e proteggere i nostri vicini, amici e persone care mentre partecipano a questa pietra angolare della vita americana “.

Le leggi democratiche di Obama e quando tutti votiamo supportano la loro volontà di stabilire standard nazionali per il voto alle elezioni presidenziali di quest’anno e richiederebbero agli Stati di offrire i voti per posta a tutti gli elettori, abilitando gli elettori richiedere schede elettroniche e autorizzare le schede. richiedere fino a cinque giorni prima delle elezioni.

Il virus potrebbe spazzare via il piano di Trump per un'apertura economica del `` big bang ''

Il disegno di legge, presentato il mese scorso dal senatore democratico Ron Wyden dell’Oregon, avrebbe inoltre aggiunto $ 500 milioni in denaro federale per preparare i sistemi elettorali statali per il coronavirus.

Obama raramente esprime pubblicamente le sue opinioni politiche, e questa è la prima volta che l’organizzazione sostiene la legislazione. Negli anni precedenti Obama ha invitato gli americani a partecipare alle elezioni, anche nel 2018, quando dichiarò a un evento di essere “stanca di tutto il caos e la cattiveria della nostra politica”, ma che l’importanza del voto rimaneva.
già, durante la pandemia si sono tenute almeno un’elezione, insieme agli elettori del Wisconsin, molti dei quali indossavano maschere per il viso, hanno partecipato alla scuola elementare la scorsa settimana.

I repubblicani hanno insistito per mantenere le elezioni in tempo e hanno vinto due battaglie giudiziarie il giorno prima, con la Corte suprema di stato che ha bloccato la proposta del governatore democratico Tony Evers di ritardare fino a giugno e la Corte suprema di stato Stati che annullano la decisione di un tribunale inferiore. questo ha dato agli elettori altri sei giorni per restituire il loro voto per posta.

READ  L'Europa è in una nuova fase di riapertura, ma non è certo un ritorno alla normalità

CNN Eric Bradner e Dan Merica hanno contribuito a questo rapporto.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_us/~3/w_MSKa3Fvoo/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *