Il Pentagono fornirà un ulteriore aiuto militare all’Ucraina, citando progressi nelle riforme

Questa certificazione attestante che Kiev stava compiendo progressi nella lotta contro la corruzione, il miglioramento della trasparenza e il rafforzamento della sorveglianza civile era richiesto dalla legge per consentire al pacchetto di assistenza di andare avanti. Il pacchetto rappresenta la seconda metà dei 250 milioni di dollari in aiuti alla sicurezza per l’Ucraina che sono stati assegnati dal Congresso nella legge nazionale sull’autorizzazione alla difesa del 2021.

Un portavoce del Pentagono ha rifiutato di commentare il pubblico mercoledì, citando la politica del dipartimento di non commentare i pacchetti di armi che sono al vaglio del Congresso.

Il nuovo pacchetto di assistenza include sistemi radar mobili progettati per rilevare e tracciare l’artiglieria in arrivo e il lancio di razzi, dozzine di ambulanze, apparecchiature di comunicazione sicure, tra cui 100 “tablet tattici” e due motovedette , quest’ultimo considerato particolarmente importante vista l’Ucraina. tensioni con la Russia nel Mar Nero e nel Mar d’Azov.

Nel 2018, le forze russe hanno sequestrato tre navi ucraine e catturato 24 marinai ucraini a seguito di uno scontro nello stretto di Kerch che collega il Mar Nero e il mare di Azov ed è l’unica via di accesso per le navi visitare le città portuali dell’Ucraina orientale.

Il Mare di Azov ha una profondità massima di soli 14 metri ed è quindi troppo superficiale per funzionare la maggior parte delle navi da guerra, rendendolo l’ambiente ideale per le navi di pattuglia di tipo Mark VI.

La Russia ha sequestrato e annesso la Crimea all’Ucraina nel 2014 e le tensioni tra Kiev e Mosca nella regione rimangono elevate. Mercoledì il governo ucraino ha accusato la Russia di continuare ad agire in modo aggressivo nella regione durante una riunione dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa.

READ  Missione NASA-SpaceX: gli astronauti tornano dopo una missione storica

“Il rappresentante dell’Ucraina ha osservato che la Russia sta ostacolando la navigazione nella regione Azov-Mar Nero con pretesti artificiali, il che costituisce una grave violazione del diritto marittimo internazionale. La militarizzazione intensiva del Mar d’Azov è continua “, ha dichiarato il ministero degli Esteri ucraino in una nota mercoledì.

“Una politica così distruttiva della Federazione Russa ha conseguenze negative non solo per l’Ucraina e altri paesi del bacino del Mar Nero, ma anche per la regione in generale”, ha aggiunto la nota.

L’iniziativa di sicurezza ucraina è venuta alla ribalta dopo che l’amministrazione Trump ha congelato gli aiuti alla sicurezza in Ucraina dopo la sua notifica al Congresso, un’azione che ha portato la Camera dei rappresentanti a rimuovere il presidente Donald Trump.

Gli articoli di impeachment indicano che l’amministrazione Trump ha bloccato la precedente tranche di aiuti all’Ucraina al fine di indurre Kiev a indagare su una compagnia energetica collegata alla famiglia Biden. I tentativi di Trump di fare pressione sull’Ucraina per indagare su Hunter Biden e Joe Biden, il suo potenziale rivale politico, sono stati fondamentali nel processo di impeachment.

Trump ha ripetutamente fatto accuse infondate e false per affermare che gli Bidens avevano sbagliato in Ucraina. Non ci sono prove di illeciti da parte di Joe o Hunter Biden.
Trump è stato assolto con un voto al Senato.
La Casa Bianca ha offerto resoconti vaghi e vaghi sul perché la moderazione è stata implementata e cosa ha spinto Trump a cambiare rotta e rilasciare i soldi.

I funzionari dell’amministrazione Trump hanno talvolta invocato la corruzione in Ucraina per giustificare il congelamento degli aiuti, ma tale giustificazione è stata minata dalla certificazione del Pentagono mentre Kiev progrediva nella lotta contro la corruzione.

Il funzionario che ha fornito la certificazione, John Rood, allora sottosegretario alla difesa del Pentagono per la politica, è stato espulso poco dopo il voto di rimozione di Trump.
Il watchdog non partigiano del Congresso, il Government Accountability Office, ha condotto una revisione che ha scoperto che l’amministrazione Trump ha infranto la legge quando ha rifiutato l’assistenza di sicurezza degli Stati Uniti in Ucraina l’anno ultimo, che era stato appropriato dal Congresso.

Il GAO ha affermato che l’ufficio del bilancio della Casa Bianca ha violato l’Impoundment Control Act, una legge del 1974 che impedisce alla Casa Bianca di trattenere i fondi che il Congresso si è appropriato.

READ  Boris Johnson sotto pressione per licenziare il suo collaboratore a seguito di una violazione del blocco

Quasi tutti gli ex ambasciatori degli Stati Uniti in Ucraina martedì hanno chiesto che l’Ucraina non fosse usata come un bastone nella politica interna, specialmente durante un anno elettorale.

“Abbiamo lavorato negli anni per costruire e rafforzare il partenariato strategico americano-ucraino istituito nel 1996”, hanno scritto gli ambasciatori in pensione Roman Popadiuk, Steven Pifer, Carlos Pascual, John Herbst, Bill Taylor, John Tefft e Marie Yovanovitch. .

“Siamo quindi scoraggiati dagli sforzi per iniettare l’Ucraina nella politica interna americana in vista delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 2021”, hanno affermato. in uno stato congiuntot pubblicato dal Consiglio Atlantico. “Questi sforzi promuovono una narrativa falsa e tossica, senza fondamento nella realtà delle relazioni americano-ucraine, al fine di indebolire le relazioni tra Stati Uniti e Ucraina e seminare divisione nei nostri due paesi”.

La dichiarazione non menziona specificamente gli sforzi a cui si riferiscono.

source–>https://www.cnn.com/2020/05/27/politics/pentagon-ukraine-military-aid/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *