Il pilota della NASCAR Kyle Larson ha ottenuto la licenza da un team di corse

“Dopo un’attenta considerazione, Chip Ganassi Racing ha deciso di porre fine al suo rapporto con il pilota Kyle Larson”, ha dichiarato il comunicato stampa. “Come abbiamo detto prima, i commenti di Kyle sono stati sia offensivi che inaccettabili, soprattutto in considerazione dei valori della nostra organizzazione.”

Domenica Larson è stato registrato usando lo slur durante un torneo iRacing dal vivo sulla piattaforma di gioco Twitch. Ad un certo punto della gara virtuale, sembrava aver perso la comunicazione e disse: “Non riesco a vederlo. Non riesci a sentirmi? Ehi, non …”.

Un altro partecipante alla gara gli disse: “Kyle, parli con tutti, amico.”

La decisione di licenziarlo arriva il giorno dopo che la squadra corse ha annunciato che lo avrebbe sospeso senza paga.

“Mentre continuiamo a valutare la situazione con tutti gli interessati, è diventato chiaro che questa è l’unica linea di condotta appropriata da intraprendere”, ha dichiarato Chip Ganassi Racing martedì.

L’autista di 27 anni è stato abbandonato da numerosi sponsor tra cui McDonald’s e Credit One Bank. La NASCAR lo ha sospeso lunedì per le sue azioni.

“La NASCAR ha reso la diversità e l’inclusione una priorità e non tollererà il tipo di linguaggio utilizzato da Kyle Larson all’evento iRacing di domenica”, ha dichiarato la società in una nota. “Le nostre linee guida sulla condotta dei membri sono chiare al riguardo e le applicheremo per mantenere un ambiente inclusivo per l’intero settore e la nostra base di fan”.

Larson ha pubblicato un video messaggio su Twitter in cui si è scusato per le sue azioni, dicendo che era “molto dispiaciuto” per la sua famiglia, i suoi amici, i partner della NASCAR e “in particolare la comunità afroamericana”.

“Ieri sera ho fatto un errore e ho detto la parola che non dovrebbe mai, mai essere detta. E non ci sono scuse per quello”, ha detto Larson.. “Capisco che il danno è probabilmente irreparabile. Lo riconosco. Volevo solo farti sapere quanto mi dispiace.”

Jill Martin e Scottie Andrew della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

READ  La rabbia aumenta tra i medici russi mentre gli ospedali di Coronavirus sono chiusi

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_sport/~3/P8WYqsHv8tA/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *