Il Regno Unito ha appena cancellato l’estate imponendo una quarantena di 14 giorni?

(CNN) – In tutta Europa, le spiagge si stanno preparando per i loro primi visitatori stranieri che sono socialmente distanti, gli hotel trasmettono sale e i ristoranti stanno apparecchiando tavoli all’aperto. Con i confini ora aperti, l’industria dei viaggi sta cercando di recuperare il più possibile dalla stagione turistica di punta.

In questo momento, quasi tutti sono invitati, ma nonostante la prospettiva allettante dei mari blu del Mediterraneo e del cielo più blu, un paese non sta arrivando – e la gente si arrabbia molto.

Per il Regno Unito, sembra che le vacanze estive possano ancora essere annullate.

Anche se sembra emergere da una delle peggiori epidemie di coronavirus del continente, il paese ha deciso di chiudere improvvisamente i suoi confini imponendo una quarantena di 14 giorni che, secondo i critici, silurerà gli ultimi brandelli di speranza per la sua industria viaggio.

A meno che le regole non cambino presto, milioni di britannici che sperano di attenuare i loro lividi dopo essere usciti con una fuga in climi più caldi dovranno probabilmente abbandonare i loro piani a meno che non vogliano affrontare l’isolamento forzato al loro ritorno o rischio una multa di £ 1.000 – – circa $ 1.250.

E per l’industria del turismo del Regno Unito, ogni prospettiva di assorbire i necessari dollari di turisti stranieri è rapidamente delusa. La Gran Bretagna ha molti incantesimi, ma l’incarcerazione di due settimane nella stessa stanza non è il motivo per cui le persone visitano quest’isola di scettri.

Se ciò non bastasse a suscitare frustrazione, sembra che lungi dall’essere applicato rigorosamente, il nuovo regolamento non sarà leggermente controllato fino alla sua entrata in vigore l’8 giugno, con controlli a campione che potrebbero in effetti mancare ai titolari di virus per cui sono progettati. tenere rapito.

Ciò contrasta con misure molto più rigorose in Australia, Nuova Zelanda e Hong Kong, imposte molto prima nella pandemia.

Alcuni sostengono che i visitatori o i rimpatriati potrebbero essere in grado di utilizzare un Dodge di Dublino, poiché gli arrivi dalla Repubblica d’Irlanda saranno esentati dalla quarantena. In teoria, potevano viaggiare da qualsiasi luogo e transitare attraverso il vicino vicino del Regno Unito.

“Strumento economico brutale”

La Grecia apre le sue spiagge e accoglie i visitatori stranieri.

La Grecia apre le sue spiagge e accoglie i visitatori stranieri.

Byron Smith / Getty Images

E le regole arrivarono troppo tardi per alcuni, con domande poste sul perché i confini della Gran Bretagna rimasero spalancati al culmine dell’epidemia di virus e ora vengono rafforzati solo quando il paese si allenta restrizioni sociali.

“Non c’è dubbio che la quarantena avrebbe dovuto essere imposta all’inizio della pandemia all’inizio di marzo perché era allora che sarebbe stata la più efficace”, ha affermato Paul Charles, fondatore e CEO di The PC Agency, che rappresenta gli uffici turistici tra cui l’Irlanda. , La Nuova Zelanda e la Finlandia nel Regno Unito, nonché i principali marchi e operatori.

“Se guardi ai paesi che sono riusciti a sconfiggere il coronavirus, come la Nuova Zelanda e il Vietnam, hanno qualcosa in comune. Mettono in atto la quarantena dall’inizio. Ma il nostro governo non lo ha mai fatto, quindi non possiamo ‘capire perché lo fanno ora quando i casi Covid-19 stanno andando in crisi e anche quando ora c’è un sistema di test e follow-up in invece … stanno usando uno strumento economico schietto per cercare di mantenere bassi i casi “.

Vi sono eccezioni alle regole di quarantena. I camionisti, gli operatori sanitari di prima linea di Covid-19 e gli atleti d’élite che parteciperanno a partite di calcio o cricket bio-sicuri o al Gran Premio di Formula 1 britannico alla fine di luglio saranno esenti.

Tutti dovranno compilare un modulo prima dell’arrivo, pena una multa di £ 100, fornendo al governo un indirizzo in cui intendono isolarsi per due settimane.

Mentre verranno inflitte multe di £ 1.000 a coloro che non soddisfano le condizioni del Regno Unito, solo un quinto dei viaggiatori dovrebbe essere soggetto a controlli a campione. La polizia metropolitana, che copre Londra, ha affermato di non aver avuto il tempo di applicarla.

Alcune condizioni di quarantena hanno ulteriormente alimentato le domande sulla sua probabile efficacia. I viaggiatori che arrivano saranno in grado di viaggiare verso la loro destinazione con i mezzi pubblici e lasciare il loro alloggio per acquistare le necessità di base. Gli arrivi a Hong Kong ricevono un braccialetto stile prigione e gli viene detto di non lasciare la loro camera d’albergo per due settimane.

READ  L'aeroporto di Teruel non ha passeggeri, ma manca di spazio

“Buon movimento, brutto momento”

I ristoranti stanno riaprendo in Francia, dove sono state revocate le restrizioni alle frontiere con altri paesi dell'UE.

I ristoranti stanno riaprendo in Francia, dove sono state revocate le restrizioni alle frontiere con altri paesi dell’UE.

BERTRAND GUAY / AFP tramite Getty Images

Allora perché adesso? Il governo britannico afferma che la quarantena sarà introdotta a giugno proprio perché altri paesi si stanno aprendo e ciò significa che questo comporta un rischio maggiore di nuovi casi di coronavirus che arrivano dall’estero.

“I viaggiatori d’oltremare potrebbero diventare un’alta percentuale del numero totale di infezioni nel Regno Unito e quindi aumentare la diffusione della malattia”, ha detto il ministro dell’Interno britannico Priti Patel in Parlamento mercoledì.

Il suo annuncio ha attirato la condanna dei membri del suo partito conservatore al potere e del principale partito laburista dell’opposizione. Il legislatore Liam Fox, ex ministro del commercio conservatore, lo ha descritto come un “inutile isolamento economico” che soffocerebbe la ripresa dal virus.

“Se una tale barriera era necessaria, perché non è stata introdotta prima nell’epidemia?” Ha aggiunto. Un altro parlamentare conservatore, Steve Brine, l’ha definita “la decisione giusta al momento sbagliato”.

Questo è un punto di vista preso da George Morgan-Grenville, CEO del tour operator Red Savannah. “Nel perseguire i suoi piani di quarantena senza tenere in debita considerazione le conseguenze economiche, il governo sceglie di ignorare la devastazione che causerà alle imprese, ai lavori e alle vite di tutti coloro i cui lavori andranno persi”, ha detto- egli.

“Penso che sia troppo tardi”, ha dichiarato Brian Young, amministratore delegato di G Adventures, che offre tour per piccoli gruppi in tutto il mondo. “L’impatto sull’intero settore sta scuotendo la fiducia dei clienti. Ci vuole tempo per fare le cose. Se la quarantena va oltre la fine di giugno, la stagione estiva andrà completamente persa. Luoghi come il La Grecia dipende molto dal turismo e non può permettersi di perdere tutta l’estate. “

Patel ha difeso l’azione del governo contro il motivo per cui la quarantena non è stata introdotta in precedenza per impedire alle decine di migliaia di persone che hanno continuato ad entrare nel paese quando le infezioni di Covid-19 sono salite alle stelle .

“Alcuni hanno suggerito che le misure di sanità pubblica avrebbero dovuto essere introdotte quando il virus era al culmine. Tuttavia, all’epoca, i pareri scientifici erano chiari sul fatto che tali misure avrebbero fatto poca differenza quando la trasmissione interna fosse diffusa. “, ha detto al parlamento.

L’argomentazione del governo per l’istituzione della quarantena è stata accolta incredulamente dall’intera industria dei viaggi.

Circa 300 aziende, tra cui i marchi di lusso Black Tomato e Kuoni, nonché i principali attori come Travelbag e Netflights, hanno approvato una lettera inviata a Patel chiedendo che la quarantena fosse rimossa prima della sua attuazione, indicando che devasterebbe un’area già in preda all’epidemia.

Un nuovo sondaggio condotto da 124 proprietari e amministratori delegati di compagnie di viaggio e ospitalità nel Regno Unito ha rilevato che il 60% prevede di licenziare il personale quando le misure entreranno in vigore. In totale, il 94% pensa che le prenotazioni estive scompariranno se viene applicata la quarantena. Nel frattempo, il 99% pensa che questa politica danneggerà l’economia. Il turismo rappresenta circa quattro milioni di posti di lavoro nel Regno Unito, pari all’11% della forza lavoro totale.

Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha dichiarato che il suo paese sconsiglierà i viaggi non essenziali nel Regno Unito mentre sono in atto misure di quarantena.

READ  un morto e sette feriti. Chiuso il centro, non è terrorismo

‘Follia’

Le persone che arrivano nel Regno Unito saranno autorizzate a raggiungere la loro posizione di quarantena con i mezzi pubblici.

Le persone che arrivano nel Regno Unito saranno autorizzate a raggiungere la loro posizione di quarantena con i mezzi pubblici.

TOLGA AKMEN / AFP tramite Getty Images

Lo chiarisce Mirjam Peternek-McCartney, CEO della società di comunicazione turistica Lemongrass Marketing. “I tour operator stanno soffrendo, i vettori stanno soffrendo, gli albergatori stanno soffrendo e le città britanniche che accolgono i turisti internazionali, come Londra e Oxford, vedranno fallire molte attività commerciali che dipendono interamente dal turismo”, avverte.

Robin Sheppard, fondatore e presidente di Bespoke Hotels Group, il più grande gruppo alberghiero indipendente del Regno Unito, ha dichiarato di essere rimasto sorpreso dai tempi.

“Se fosse successo intorno al 23 marzo, l’avrei capito, ma presentarlo ora, in modo così vago, sembra molto stupido”, ha detto. “Non sono in disaccordo con la sensazione originale, è solo il momento sbagliato. Non aver ascoltato la reazione del pubblico e adattato il piano è semplicemente folle.”

In un’altra lettera a Patel e al ministro degli Esteri britannico Dominic Raab, inviata il 1 ° giugno, Julia Lo Bue-Said, direttore esecutivo di The Advantage Travel Partnership, ha espresso preoccupazione per il fatto che il governo abbia considerato opposizione alla quarantena come semplice preoccupazione degli operatori del lusso. .

Confutando questo e citando la paura che le piccole imprese fallissero, chiese la fine dei piani di quarantena. Ha anche chiesto modifiche all’attuale consiglio di viaggio del Foreign Office britannico, che mette in guardia contro tutti, tranne i viaggi essenziali e la creazione di cosiddetti ponti aerei.

Un ponte troppo lontano?

Questi sono diventati un argomento caldo, spingendo l’idea che si potrebbero stabilire rotte verso paesi con bassi tassi di infezione, aggirando la necessità di una quarantena. Si stima che il 94% delle agenzie di viaggio britanniche sia a favore di questo piano.

Il ministro portoghese degli Affari esteri ha già dichiarato che sarebbe felice di accogliere i turisti britannici dalla fine di giugno in base a questi piani, anche la Spagna e l’Italia che desiderano dare il benvenuto agli inglesi disperati di recarsi nel paese. sconosciuto quest’anno, rafforzando così i loro settori turistici essenziali nel processo.

“Il governo deve parlare apertamente della parola” quarantena “e parlare di ponte aereo, prove e tracce, che è la cosa giusta da fare dal punto di vista sanitario, ma anche la cosa giusta per aiutare l’economia a crescere. ripristinare “, afferma Paul Charles. “Il solo parlare di quarantena fa male alle riserve. Nelle ultime tre settimane sono crollate. Il settore non ha subito vendite ad aprile, nessuna vendita a maggio e ora nessuna prospettiva a giugno. Le persone temono di essere bloccate al loro ritorno. “

Nella sua dichiarazione al Parlamento, Patel ha affermato che l’opzione del ponte aereo è in fase di studio attivo e che le misure di quarantena saranno riviste dopo tre settimane.

Sean Moriarty, CEO della località balneare di Quinta do Lago, nella regione portoghese dell’Algarve, ha affermato che la creazione di corridoi di libera circolazione sarebbe di aiuto, ma non sarebbe sufficiente.

“Anche con i ponti aerei in atto, siamo consapevoli che i viaggiatori, ovviamente, staranno più attenti quando vanno in vacanza”, ha detto. “Tuttavia, stiamo già assistendo a un enorme aumento delle prenotazioni e delle richieste per le vacanze estese in villa a Quinta do Lago da luglio a ottobre, dove gli ospiti lavoreranno da casa e useranno stanze di ricambio per uffici o studi “.

READ  Tony Hawk ha scambiato gli skateboard con un giovane fan usando TikTok di un pilota FedEx

I viaggiatori britannici saranno i benvenuti?

Atika Shubert della CNN riferisce dei piani in corso in Spagna per allentare le restrizioni ai viaggi all’estero per accogliere nuovamente i turisti, nonostante le preoccupazioni per Covid-19.

Resta inoltre da vedere se le destinazioni con collegamenti di viaggio senza ostacoli verso il Regno Unito sarebbero felici di accogliere i suoi cittadini come visitatori. Il tasso di mortalità del paese per Covid-19 è il secondo più alto al mondo dopo gli Stati Uniti, con una stima di 40.000 morti. I tassi di infezione rimangono a circa 1.500 nuovi casi al giorno. Perché i paesi europei che hanno soppresso con successo la malattia dovrebbero rischiare di accettare visitatori britannici?

“Non c’è dubbio che alcuni dei nostri clienti siano cauti nell’accogliere i visitatori britannici troppo in fretta”, afferma Paul Charles. “È importante un approccio misurato. Man mano che la tecnologia migliora, il numero di casi diminuisce e la fiducia ritorna, molti si renderanno conto che i visitatori britannici viaggeranno da luglio in poi. La chiave è ripristinare la fiducia. “

Questa fiducia sembra esserci, ma la quarantena significa che le aziende non possono vedere un modo per attirare visitatori britannici.

“Siamo stati in contatto con i nostri ospiti locali in tutto il mondo frequentemente durante questa pandemia per ottenere i loro pensieri e idee sulla situazione nelle loro comunità locali”, ha dichiarato Sam Bruce, co-fondatore di Much Better Adventures, un membro del team. con guide e hotel per offrire avventure all’aria aperta in paesi come Marocco, Costa Rica e Romania. “Comprendono il principio [quarantine], ma sono naturalmente molto preoccupati per i danni alle imprese e alle loro economie locali. La maggior parte di loro vuole ancora aggiornarsi il più presto possibile e dare il benvenuto agli avventurieri del Regno Unito.

“Molte delle nostre destinazioni con tassi di infezione molto più bassi si stanno preparando ad aprire i loro confini, con piani ben definiti per gestire i rischi, compresa una forte capacità di test all’arrivo, ma non saranno ancora in grado di attrarre Clienti britannici a causa della quarantena che devono affrontare al loro ritorno nel Regno Unito. “

Robin Sheppard ha fatto eco al punto di vista di Bruce, dicendo che non credeva che le compagnie d’oltremare fossero interessate ai viaggi britannici. “Non credo che ci vedano come emarginati o una sorta di flagello nel mondo”, dice. Tuttavia, aggiunge che non crede che molti britannici voleranno via questa estate. “Un gran numero di britannici si sono già rassegnati a non fare una vacanza internazionale quest’anno”, ha detto.

Ciononostante, gli uffici turistici stanno già offrendo incentivi per incoraggiare i britannici a prenotare ora per la fine dell’estate, al fine di incrementare gli affari.

“Anche se non possiamo andare immediatamente dappertutto, molti posti sono esplicitamente disposti ad accoglierci di nuovo e alcuni posti – ad esempio la Sicilia – offrono sconti e regali per attirare i turisti”, spiega Ant Clarke-Cowell, marchio Managing Partner di Holiday Extras. “Altri, come Cipro, si offrono di coprire le spese sanitarie di ogni visitatore che si ammala lì.”

Brian Young di G Adventures afferma che le misure negli aeroporti del Regno Unito, compresi i controlli della temperatura e la protezione della compagnia aerea per i passeggeri che indossano maschere, dovrebbero attenuare le preoccupazioni dei fornitori con cui lavora in tutto il mondo.

“Sono in atto le misure necessarie per garantire il benessere dei clienti”, afferma. “È ora di iniziare ad aprirsi e far accadere le cose.”

Resta da vedere se Young soddisferà il suo desiderio e se i viaggiatori britannici decolleranno entro la fine dell’estate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *