Covid non ho paura di te. Continuano (e continueranno) a crescere i tesori dei ricchi da parte di tutti. Secondo i dati del rapporto “Ricchezza globale 2020” realizzato da Boston Consulting Group nel 2019 l’aumento della ricchezza personale è stato 9,6%, raggiungere i $ 226 trilioni, e ottenere il maggior aumento negli ultimi dieci anni. Dal 2010 allo scorso anno, la ricchezza privata è aumentata di 6,2%. Un’accelerazione rispetto al + 4,5% dei dieci anni precedenti e ulteriore conferma di a polarizzazione progressiva di ricchezza.

L’Italia, con i suoi 400.000 “Paperoni” (cioè persone con una fortuna superiore al milione di dollari, immobili esclusi) si conferma come il nono Paese al mondo per attività finanziarie, con un importo totale dii $ 5,3 trilioni (4.900 miliardi di euro). Ipotizzando di applicare una piccola tassa dell’1% su questi beni, ipotesi avanzata in varie sfumature da economisti come Thomas Piketty o Gabriel Zucman e sposato da politici simili Elizabeth Warren o Bernie Sanders, causerebbe 50 miliardi di euro, quasi il doppio di quello che porterebbe a chiedere a Bruxelles di ricorrere ai prestiti ESM

Covid non ferma la crescita della ricchezza – Boston Consulting prevede che il ritmo di crescita della ricchezza rallenterà nei prossimi anni a causa degli effetti della pandemia. “Negli ultimi vent’anni – spiega lo studio – abbiamo assistito alla crescita del mercato più lunga della storia e la ricchezza finanziaria globale è triplicata di valore, passando da $ 80 trilioni nel 1999 a $ 226 trilioni alla fine del 2019 ″. . Guardando al futuro, BCG ipotizza tre scenari (“Un rapido ritorno ai livelli pre-crisi”, “una lenta ripresa” e “una perdita strutturale dell’economia”) in base ai quali si stima che nel 2024 una crescita a livelli variabili di ricchezza 1,4% nel peggiore dei casi (raggiungendo $ 243 trilioni) al 4,5% (282 trilioni) nel migliore dei casi. In ogni caso, crescita continua.

READ  Super Ecobonus 110%, le proposte delle banche: pacchetti e costi

A tal proposito, vale la pena ricordare la nuova ricchezza accumulata da alcuni degli uomini più ricchi del mondo dallo scorso marzo ad oggi. I punti di forza del fondatore di Amazon Jeff Bezos è passato da 113 a 180 miliardi di dollari, quello di Bill Gates da 98 a 114 miliardi, quello del fondatore di Facebook Mark Zuckerberg da 55 a 98 miliardi. E ancora, il finanziere Warren Buffet da 68 a 80 miliardi, il proprietario di Oracle Larry Ellison da 59 a 71 miliardi, Steve ballmer (ex Microsoft) a 53 e 71 miliardi, Elon Musk Tesla da 25 a 68 miliardi. Per ora, l’effetto Covid funziona al contrario. Dopo tutto, stanno spingendo massicci interventi di sostegno da parte dei governi e delle banche centrali i valori delle attività finanziarie quasi tutti sono nelle mani di percettori di reddito medio-alto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come adesso
abbiamo bisogno di voi.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, facciamo un servizio pubblico. Anche per questo, ogni giorno su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, informazioni esclusive, interviste ad esperti, sondaggi, video e molto altro ancora. Tuttavia, tutto questo lavoro ha un costo economico elevato. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre un reddito limitato. Non in linea con la rampa di accesso. Ecco perché chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, indispensabile per il nostro lavoro.
Diventa un utente dell’assistenza clicca qui.

grazie
Peter Gomez

Ma ora siamo noi che abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di poter offrire ogni giorno centinaia di nuovi contenuti gratuitamente a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre un reddito limitato. Non in linea con il boom di accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una somma modesta ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!
Diventa un utente dell’assistenza!

Con gratitudine
Peter Gomez


Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Sanofi, 3,6 miliardi in contanti per l’azienda americana Principia Biopharma. Nuovi sviluppi sul fronte dei vaccini

seguente


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *