J.Crew Group ha presentato istanza di fallimento

Lunedì il rivenditore di abbigliamento ha dichiarato di aver intentato una causa del Capitolo 11 presso il Tribunale federale del fallimento nel distretto orientale della Virginia. La società ha anche affermato di aver raggiunto un accordo con i suoi finanziatori per convertire circa $ 1,65 miliardi di debito in azioni.

Il rivenditore prevede di rimanere in attività e uscire dal fallimento come attività redditizia. Madewell, il marchio in rapida crescita del denim che era previsto per un IPO, continuerà a far parte del business.
“Continueremo tutte le operazioni quotidiane”, ha dichiarato Jan Singer, CEO del gruppo J.Crew. dichiarazione.

Un fallimento non significa necessariamente che un’azienda cesserà le operazioni. Molte aziende usano il fallimento per ripagare debiti e altre passività che non possono permettersi quando chiudono operazioni e posizioni non redditizie.

Ma è un momento unico per il fallimento della vendita al dettaglio. Molti negozi sono stati chiusi a causa di quarantene e ordini domestici e alcuni potenziali acquirenti sono nervosi per avventurarsi in negozi aperti.

I rivenditori utilizzano spesso le vendite di chiusura dei negozi per liquidare l’inventario e raccogliere i fondi necessari per finanziare le operazioni durante una riorganizzazione fallimentare, ha affermato Reshmi Basu, un esperto di fallimento al dettaglio presso Debtwire, che traccia le finanze delle imprese in difficoltà.

Il fallimento di J.Crew è l’ultimo segno della pressione che la pandemia ha esercitato sui rivenditori. Gli analisti di UBS hanno dichiarato il mese scorso che “le chiusure di negozi al dettaglio potrebbero accelerare in un mondo post-COVID-19” e che il divario tra rivenditori ben posizionati e catene in difficoltà si allargherà a causa dell’epidemia.

READ  Gavin Newsom è forse il governatore più sottovalutato del paese in questo momento

Il gruppo ha stimato attività e passività tra $ 1 miliardo e $ 10 miliardi nel suo caso di fallimento.

Il divario si esaurisce e ha smesso di pagare l'affitto

J.Crew ha iniziato come rivenditore al solo catalogo nel 1983, prima di aprire il suo primo negozio a New York nel 1989. La società, nota per i suoi capi preppy, è stata acquistata da società di private equity TPG Capital e Leonard Green & Partenaires di un accordo da $ 3 miliardi firmato nel 2011.

È cresciuto rapidamente nei nove anni da quando è stato firmato l’accordo, quasi raddoppiando il numero di negozi. Ma ha anche accumulato molto più debito. Aveva un debito a lungo termine di $ 50 milioni sui suoi libri nel 2010 prima dell’annuncio dell’accordo. Aveva $ 1,7 miliardi al 1 ° febbraio.

Un negozio J.Crew sulla 5th Avenue a New York. Lunedì il rivenditore ha annunciato di aver presentato domanda di protezione fallimentare.
Molti rivenditori chiusi negli ultimi anni sono stati acquistati per la prima volta da società di private equity che hanno assunto debiti inaccessibili, tra cui Giocattoli r noi, Autorità sportiva, Payless ShoeSource e Gymboree.
Il gruppo J.Crew aveva circa 14.500 dipendenti un anno fa, più recentemente archiviazione aziendale rivelare un conteggio. Circa 10.000 di questi dipendenti erano part-time.

La società gestisce quasi 500 negozi, inclusi i punti vendita J.Crew, Madewell e J.Crew, ma i negozi sono stati chiusi a causa di problemi di salute legati al coronavirus.

Centri commerciali e negozi al dettaglio stanno riaprendo. Ma gli acquirenti potrebbero non tornare
Le chiusure diffuse dei negozi dovute al coronavirus non sono solo un calo delle vendite. Hanno anche contrastato i piani per ottenere l’IPO Madewell di maggior successo dell’azienda, che le avrebbe permesso di estinguere il debito.

Le vendite complessive dell’azienda sono aumentate del 2% l’anno scorso a $ 2,5 miliardi. Ma c’era una grande differenza tra il successo dei due marchi, poiché le vendite nei negozi Madewell che erano state aperte per almeno un anno sono aumentate del 10% l’anno scorso, mentre le vendite sono diminuite dell’1% nei negozi. Marchio J.Crew.

READ  Calcio: incontra il commentatore di calcio siriano dodicenne Hazem al-Hossain

“Madewell avrebbe dovuto salvare la grazia. È una risorsa che i finanziatori hanno combattuto per anni”, ha detto Basu. “Ma nessuno vuole fare un IPO in questo momento, in particolare un IPO al dettaglio. Covid-19 ha capovolto tutto”.

Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono diminuite dell'8,7% a marzo, il calo più grande di sempre

La società ha registrato una perdita netta di $ 78,8 milioni nell’ultimo anno fiscale, in miglioramento rispetto alla perdita di $ 120 milioni dell’anno precedente. Gli utili rettificati prima degli interessi e delle imposte sono stati di $ 250,7 milioni, più del doppio dell’anno precedente – $ 112,8 milioni – suggerendo che la società avrebbe potuto completare il suo turnaround se i piani per un L’IPO di Madewell non è stata compromessa dal virus.

“Poiché prevediamo di riaprire i nostri negozi nel modo più rapido e sicuro possibile, questa completa ristrutturazione finanziaria dovrebbe consentire alle nostre attività e ai nostri marchi di prosperare per gli anni a venire”, ha dichiarato Singer lunedì.

– Michelle Toh ha contribuito a questo rapporto.

source–>https://www.cnn.com/2020/05/04/business/j-crew-bankruptcy/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT