JPMorgan, Chris di Ruth accusato di aver imbrogliato prestiti di emergenza per piccole imprese

Di conseguenza, il venditore di popcorn afferma che “sta per fare uno sforzo disperato per mantenere i suoi dipendenti”.

Il programma di prestiti rimborsabili, il fulcro del pacchetto di stimolo da $ 2 trilioni del Congresso, mira a mantenere a galla le piccole imprese e i loro lavoratori durante la pandemia.

“Scoprire che sei stato lasciato fuori è scoraggiante”, ha detto a CNN Business Stacy Hawkins-Armstrong, che ha fondato e gestisce Sha-Poppin.

L’accusa sostiene anche che JPMorgan Chase’s (JPM) i leader hanno tenuto una teleconferenza nazionale per educare i propri dipendenti su come gestire i clienti in modo che i clienti privilegiati ricevano un trattamento speciale. Questo trattamento speciale, secondo il processo, prevedeva il consentire a questi clienti di presentare domande prima di quanto avrebbero potuto, una tattica che ha spinto gli altri richiedenti qualificati a uscire dalla linea di credito.

Hawkins-Armstrong era alla ricerca di $ 25.000 in prestiti di emergenza da JPMorgan Chase, denaro che sarebbe stato utilizzato per mantenere a galla la sua attività e continuare a pagare i suoi dipendenti. Invece, ha ricevuto solo $ 6.000 attraverso una banca della comunità.

“Chase non mi ha dato niente”, ha detto Hawkins-Armstrong.

La piccola impresa fu abbastanza redditizia da portare i due bambini da Hawkins-Armstrong al college. Ora non sa se i suoi affari sopravviveranno alla crisi.

“Spero che possa sopravvivere, ma a questo punto, proprio non lo so”, ha detto Hawkins-Armstrong.

“Il danno è stato causato”

Sotto il fuoco per aver prelevato denaro dai 349 miliardi di dollari P3 destinati a piccole e medie imprese, L’ospitalità di Ruth (RUTH), proprietario della catena di ristoranti, ha annunciato giovedì sera che avrebbe rimborsato il prestito.

“Il danno è stato causato”, ha detto la causa. “Il ritorno di Ruth da Chris non può invertire le opportunità perse, la perdita di valore nel tempo del denaro e lo stress inutile sostenuto da queste piccole imprese e dai loro proprietari.”

I denuncianti affermano che è la prima volta che una grande azienda è stata perseguita per aver prelevato fondi P3. L’amministrazione Trump sta ora sollecitando fortemente le SOE a rimborsare questi prestiti.

READ  L'attaccante della Juventus Paulo Dybala rimane positivo per il COVID-19 dopo sei settimane

Il contraccolpo contro le banche e le grandi società che hanno ricevuto prestiti evidenzia la preoccupazione che il programma di prestiti perdonabili soffra di una mancanza di controllo che provoca la deviazione dei fondi da coloro che ne hanno maggiormente bisogno.

Il proprietario di Chris di Ruth è quotato al Nasdaq e ha una valutazione di mercato di $ 250 milioni. Ci sono 150 ristoranti Ruth’s Chris, tra cui 20 ristoranti internazionali di proprietà di affiliati in Messico, Canada e altri paesi.

JPMorgan Chase non ha commentato.

Shake Shack, fondo di ritorno di Sweetgreen

Chris di Ruth ha rifiutato di commentare il processo. Tuttavia, un portavoce di Chris di Ruth ha dichiarato che la società non ha mai utilizzato $ 20 milioni in fondi P3 che ha ricevuto. Il portavoce ha affermato che Chris di Ruth ha speso $ 10 milioni di fondi propri dal 15 marzo per coprire le spese salariali e pagare il 100% delle prestazioni sanitarie dei dipendenti.

“Intendevamo rimborsare questo prestito come indicato dal governo, ma man mano che apprendevamo di più sui limiti di finanziamento del programma e sull’impatto indesiderato, abbiamo deciso di accelerare questo rimborso”, ha dichiarato Cheryl Henry, Presidente e CEO di Ruth’s Hospitality in una nota. Giovedì a CNN Business. “Rimaniamo impegnati a proteggere il nostro team di lavoratori. Speriamo che questi fondi vengano prestati a un’altra società per proteggere i loro dipendenti, come previsto.”

Questa decisione è arrivata dopo altre grandi catene di ristoranti, tra cui Shake Shack (SHAK) e Sweetgreen, ha annunciato l’intenzione di rimborsare i suoi prestiti PPP.

“Il punto di questo piano di salvataggio era aiutare mamma e negozi pop in tutto il paese”, ha dichiarato Jay Edelson, CEO di Edelson PC, lo studio legale che ha intentato la causa. “È incredibile come sia stato capovolto.”

READ  Australia e Nuova Zelanda prenderanno in considerazione la bolla di viaggio transfrontaliera

I prestiti, che fanno pagare solo l’1% di interesse, possono essere utilizzati dalle piccole imprese con 500 o meno dipendenti per pagare i salari, l’affitto e le utenze dei lavoratori. I prestiti sono rimborsabili solo se le piccole imprese mantengono gli attuali livelli di dipendenti e indennità.

La domanda di prestiti PPP è stata così elevata che il programma ha esaurito i fondi all’inizio di questo mese, lasciando decine di migliaia di piccole imprese senza la linfa vitale di cui hanno bisogno per superare la crisi.

Il Senato degli Stati Uniti e la Camera dei rappresentanti legislazione approvata questa settimana, che riempirebbe il programma con ulteriori $ 310 miliardi.

“Trattamento di guanti bianchi”

Il processo nomina anche gli accusati Phunware (Phun), una società di dati che lavora per la campagna di rielezione del presidente Donald Trump.
Phunware, che è elencato su Nasdaq, ha nominato l’ex direttore di JPMorgan Blythe Masters come presidente il 30 marzo, tre giorni dopo Il programma PPP è stato autorizzato dal Congresso. Masters ha lasciato JPMorgan nel 2014 dopo quasi tre decenni con la banca.
Phunware ha ricevuto un prestito PPP da 2,85 milioni di dollari attraverso JPMorgan il 10 aprile, secondo un file SEC. Sono passati solo due giorni dalla richiesta del prestito, ha affermato la causa.

“Mentre l’attore si è seduto per ore a cercare furiosamente di accedere al sito Web di Chase (e non è mai stato in grado di farlo), l’imputato Phunware ha ricevuto cure dai guanti bianchi di Chase”, ha affermato la causa.

Phunware non ha risposto alle richieste di commento.

La campagna della Casa Bianca e Trump non ha risposto alle richieste di commento. L’SBA ha rifiutato di commentare.

Grandi banche accusate di danneggiare le piccole imprese

Le banche sono state criticate per non aver elaborato le richieste di PPP in base all’ordine di arrivo. Ciò ha lasciato alcune piccole imprese senza i finanziamenti di cui avevano bisogno.

READ  Europa e Cina erano sulla buona strada per un ripristino. Il coronavirus ha cambiato tutto questo

La causa contro JPMorgan Chase sostiene che la banca ha fatto “ogni sforzo per dare priorità all’elaborazione delle richieste di prestito da parte dei suoi clienti privilegiati, e per elaborare il resto in seguito”.

Amministrazione delle piccole imprese dichiarato esplicitamente di norma, PPP è un programma “primo arrivato, primo servito”. Tuttavia, questa regola SBA non specifica esattamente cosa questo significhi, né dice che le banche dovrebbero elaborare le richieste in questo modo.
JPMorgan Chase, Bank of America (LAC), Wells Fargo e Banca degli Stati Uniti (USB) erano ha intentato una causa Le grandi banche hanno danneggiato migliaia di piccole imprese colpite dal coronavirus domenica dando priorità ingiustamente alle richieste di prestiti di emergenza di grandi clienti per guadagnare più commissioni.

Questa causa è stata promossa da una serie di piccole aziende californiane, tra cui una società di sicurezza informatica, una società di riparazioni auto, studi legali e un negozio di yogurt congelato.

Tuttavia, le cause legali non hanno prodotto e-mail o documenti interni che suggeriscono che questa era l’intenzione delle banche.

Bank of America e US Bank hanno smentito queste accuse. JPMorgan Chase e Wells Fargo (WFC)ha rifiutato di commentare le cause.

Tuttavia, un portavoce ha affermato che Chase Business Banking, che si rivolge alle piccole imprese con entrate pari o inferiori a $ 20 milioni, ha finanziato più del doppio dei prestiti rispetto al resto delle banche.

JPMorgan Chase ha anche affermato che l’80% dei prestiti PPP di Chase Business Banking sono stati concessi a società con ricavi inferiori a $ 5 milioni. E oltre il 60% di questi prestiti PPP è andato a clienti con meno di 25 dipendenti.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_us/~3/3oOBFs-8xgU/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *