TORINO – Un centravanti, un centrocampista e un terzino. Andrea Pirlo lascia (almeno) un rinforzo di reparto per lucidare la sua Juve. Ma potrebbe anche essere l’obiettivo minimo di un mercato che non ha ancora preso forma e decollo, nonostante una serie di condizioni da soddisfare. Non è un’epoca di follia e di spesa folle per il club bianconero, che deve fare i conti con l’impatto della pandemia e dell’eliminazione anticipata della Champions League sul bilancio. Vendi prima e poi acquista utilizzando formule creative come compravendite e prestiti temporalmente più lunghi. Il web sembra definito: ringiovanimento della forza lavoro, riduzione dell’importo dei salari e, possibilmente, plusvalenze.

ADDII – In questo senso bisogna leggere (soprattutto) le vendite di Pjanic al Barcellona (60 milioni più 5 bonus) e di Matuidi all’Inter Miami (ancora da ufficializzare), che faranno risparmiare uno stipendio annuo di 3,5 milioni. Ora continueremo a chiarire: quelli più vicini all’uscita sono Khedira e Higuain, entrambi vincolati da contratto fino al 2021, entrambi in preda al licenziamento. Più facile nel caso del tedesco, a lungo messo da parte per infortunio in questa stagione: con il suo addio, la Juve intende risparmiare 6 milioni di stipendio netto.

Leggi l’articolo completo sull’edizione odierna del Corriere dello Sport – Stadio


Gioca gratis con Mister Calcio Cup – 11 in campo, la fantastica partita di calcio del Corriere dello Sport-Stadio. Allenati e vinci i fantastici premi in palio. Iscriviti ora!


Camere!

READ  Il portatore standard del Pakistan ha bisogno di una revisione radicale. L'incidente di Karachi è l'ultimo promemoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *