La Disney ha bisogno di credito e se lo meritava

Ha costruito una gamma di proprietà di intrattenimento come nessun altro al mondo, e ha una storia ancora più antica di Topolino (ha 92 anni). Quindi il leggendario marchio si è completamente guadagnato l’enorme riserva di credito che ottiene: spettatori, vacanzieri, pubblico di Broadway, appassionati di sport, molti, molti bambini.

E ora … banche.

Il titolo dei media questa settimana era che la Disney aveva ottenuto una nuova linea di credito di un anno da Citibank, un accordo da $ 5 miliardi da estendere fino al 9 aprile dell’anno prossimo. L’iniezione di liquidità mira a compensare ciò che la società sta affrontando a causa della pandemia di coronavirus: un tuffo peggiore di quello di Gaston sul parapetto del castello della Bestia.

Nel breve periodo, comunque, ecco dove vanno le entrate della Disney, va bene.

La caduta è completamente inevitabile, non a causa di tutto ciò che Disney ha fatto di sbagliato, ma esattamente il contrario: Disney, sotto la guida del suo chef di lunga data, Bob Iger, ha creato un impero di attrazione di massa. Le masse sono attratte dalla sua incredibile gamma di proprietà e quasi sempre la condividono a frotte. Sfortunatamente, combattere il flagello di Covid-19 ha significato separare le persone l’una dall’altra e, inevitabilmente, da tutto ciò che la Disney fa per fare soldi.

I parchi a tema, ovviamente, sono in mente, ogni uscita e creazione animatronica è chiusa e messa a tacere. Ma ci sono anche film e spettacoli di Broadway che dovrebbero essere recitati nei cinema (spesso le stesse storie sono state riconfezionate in più forme, un’invenzione Disney distintiva); e navi da crociera ormeggiate e ancorate, hotel ora vuoti, boutique Disney in ogni centro commerciale ora chiuso.

    Un visitatore del Disneyland Resort scatta una foto attraverso una porta chiusa all'ingresso di Disneyland ad Anaheim, California, lunedì 16 marzo 2022. L'intero Disneyland Resort è chiuso a causa dell'epidemia di coronavirus (COVID- 19). (Foto di Jeff Gritchen / MediaNews Group / Orange County Register via Getty Images)
La chiusura completa di tutte le forme di eventi sportivi è anche particolarmente devastante per la Disney, poiché il suo centro di profitto un tempo titanico, ESPN, già sfidato dalla riduzione delle tariffe degli operatori via cavo attraverso la televisione in televisione – è stato ridotto a rilanciare giochi del passato recente e distante (cosa potrebbe esserci di meglio che guardare una competizione quando si conosce già il risultato?) o eventi frettolosi e cotti a metà Torneo NBA “H-O-R-S-E”.

Senza alcuna certezza in merito alla ripresa degli sport dal vivo, ESPN non ha nemmeno nulla da dire durante le sue innumerevoli edizioni di “SportsCenter”, ad eccezione del prossimo Draft NFL, che è già stato analizzato in modo più approfondito rispetto al nevrotico Elliot Carlin in “The Bob Newhart Show”.

READ  È improbabile che Tesco tragga beneficio dal boom delle vendite di lucchetti Covid-19

I giorni più pericolosi per ESPN potrebbero essere in anticipo, con le stagioni del baseball e del football universitario in pericolo. Come può un operatore via cavo – o un abbonato – giustificare il pagamento di un canone mensile per un canale sportivo senza sport?

L’unica freccia rivolta verso l’alto è stata la calorosa accoglienza del nuovo servizio di streaming Disney +, che ha rapidamente raccolto oltre 50 milioni di spettatori. Ma questa divisione non genererà profitti per compensare l’emorragia in contanti per almeno diversi anni.

La Disney è stata messa sotto sorveglianza da Recensioni di Fitch, l’outlook diventa negativo, a causa dell’impatto della pandemia. Come la maggior parte delle analisi di Wall Street, il downgrade è arrivato con una previsione sicura di un rimbalzo quando le condizioni tornano a “normali”.

Nessuna banca, certamente non Citibank, poteva perdere l’ovvia necessità che la Disney si proteggesse con un’infusione di denaro preso in prestito; né avere alcun motivo di preoccuparsi che la società sia buona per i soldi. Gli ultimi 5 miliardi di dollari di Citibank erano destinati a gonfiare un gruzzolo di credito esistente. Disney aveva precedentemente concordato un contratto di credito di un anno separato da $ 5,25 miliardi con Citibank, oltre a un accordo di cinque anni da $ 3 miliardi.

Ciò rappresenta poco più di $ 13 miliardi in fallback per l’azienda, un totale che ha una simmetria perversa con il film discografico. Entrate di ticketing a marchio Disney nel 2019. Ha anche rappresentato circa $ 13 miliardi, una causa di celebrazione che potrebbe non essere rassicurante ora.
La svolta degli eventi ha sicuramente creato la più grande sfida che l’eroe Disney più incallito deve ancora affrontare, Mr. Iger, magnificamente adattato (ma non limitato). Aveva cavalcato in sella per cavalcare nel tramonto della ritirata poco prima che le temute nuvole di tempesta si radunassero all’orizzonte del mondo (e Disney). Iger ha annunciato a fine febbraio che il presidente dei Parchi, esperienze e prodotti Disney Bob Chapek lo sostituirà come CEO. Per coronare questo piano di successione, Chapek è stato eletto nel consiglio di amministrazione dell’azienda, annunciato Disney mercoledì.
Ora, come mostrato in New York Times e altrove, sembra che Iger avrà di nuovo il suo cappello da CEO per affrontare la più grande crisi nella storia della venerabile azienda.
Significa decidere quante persone lo faranno in congedo, salari più bassi o, a un certo punto, lasciarsi andare. Questo da un’azienda che era in cima al mondo dei media all’inizio del nuovo anno. Ogni volta che riprende una parvenza di quella che era chiamata la vita reale, è improbabile che questo vertice venga affrontato di nuovo in qualunque momento presto. Se mai. Da chiunque.
Conosco Bob Iger da quando ha intrapreso il suo primo grande lavoro nel settore dell’intrattenimento nel 1989, quando è stato una scelta a sorpresa (e chiaramente previdente) diventare il capo programmatore della ABC. cosa plasmato allora è sempre rimasto al suo posto, secondo tutti quelli con cui ho parlato di lui durante la sua lunga carriera, prima alla ABC e poi alla Disney.

Era un dirigente caratterizzato da un duro lavoro, un occhio attento e un orecchio attento alle trasformazioni aziendali e una capacità di gestione, prima nella gestione, ma poi nella gestione di un impero in espansione. Era anche un ragazzo affascinante, ma sempre, sempre discreto. A volte durante le interviste, dovevi fare uno sforzo per ascoltarlo.

READ  Tom Hanks fa amicizia con il bullismo di un bambino di 8 anni di nome Corona

La parola che ho sentito più spesso a riguardo è stata “impassibile”.

Forse rimarrà così nel mezzo di una crisi finanziaria che improvvisamente è scesa in un luogo che aveva lavorato in modo così ambizioso e diligente per plasmare un potere senza precedenti di media e intrattenimento. Ma Iger potrebbe anche essere perdonato se tutta questa prematura disgrazia potrebbe fargli battere un po ‘.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_world/~3/YjkpVsvxnUg/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT