La grande mossa di Trump lascia i lavoratori nel limbo

Mentre il presidente afferma di essere intervenuto per proteggere i lavoratori americani, le sue azioni potrebbero non fornire l’aiuto di cui gli americani hanno bisogno, soprattutto perché il suo memorandum sui sussidi di disoccupazione riduce effettivamente i pagamenti federali dal livello 600. i dollari di un precedente programma del Congresso e il suo ordine di “assistenza agli inquilini e ai proprietari” non prolungano la moratoria sugli sfratti che è già scaduta. La sua decisione di svelare le misure sabato in una conferenza stampa sconclusionata e iper-politica presso il suo golf club del New Jersey, di fronte a una galleria di membri benestanti, ha rafforzato l’impressione di un colpo di stato politico.

Le prime indicazioni dei difetti nelle azioni di Trump rendono ancora più chiaro che le risposte per gli americani che dipendono dai soldi federali dopo aver perso il lavoro nella pandemia arriveranno solo con una ripresa dei negoziati. È un processo che potrebbe richiedere settimane prima che Trump e i Democratici riesaminino le ricadute politiche dello scontro e una parte decida che deve finire per motivi politici.

La decisione del presidente, ad esempio, di differire le tasse sui salari per alcuni americani è già viziata tra gli argomenti costituzionali secondo cui solo il Congresso stabilisce la politica fiscale e segni di sfiducia tra molte aziende e paura di addebitare ai dipendenti una grande bolletta di fine anno se le detrazioni vengono interrotte.
Guarda il sondaggio faccia a faccia di Trump e Biden

Nel frattempo, il piano di Trump di espandere i sussidi federali speciali di disoccupazione, anche se a un livello inferiore, si basa sugli stati che trovano più soldi per i lavoratori licenziati e sarà certamente minato dai bilanci dei governatori in frantumi. che ha visto i tesori ripuliti dalla lotta al coronavirus.

“Beh, se non lo fanno, non lo fanno”, ha detto Trump sabato dei governatori che hanno accettato il suo piano. “Dipende da loro. Ma se non lo fanno, non lo fanno. Sarà un loro problema. Non credo che la loro gente sarà troppo felice. Hanno i soldi.”

Queste e altre carenze nelle azioni esecutive significano che è improbabile che due obiettivi – ottenere denaro velocemente per gli americani in difficoltà e stimolare l’economia – siano molto migliorati dal suo tentativo di dimostrazione di forza.

Domenica sera, dopo una giornata di contraccolpi negativi da parte degli Stati, il presidente sembrava tornare sui suoi passi per chiedere ai governatori di contribuire con il 25% del sussidio di disoccupazione esteso. Riuscì solo ad aggiungere più confusione.

“Abbiamo un sistema in cui possiamo fare il 100% o il 75%, ne pagano 25 e ciò dipenderà dallo stato”, ha detto Trump ai giornalisti prima di tornare alla Casa Bianca dal suo resort nel New Jersey. “E faranno una richiesta. Lo esamineremo e prenderemo una decisione.”

READ  Meloni davanti a M5S, Salvini regge e Paragone si conferma

‘Abbiamo capito’

Tuttavia, il presidente potrebbe puntare su una ricompensa politica a breve termine – il che potrebbe spiegare il suo rifiuto di essere direttamente coinvolto nei negoziati iniziali – una mossa che gli ha permesso di presentarsi come la figura potente che interviene per risolvere la questione. .

“Sto intraprendendo un’azione esecutiva. Ce l’abbiamo. E salveremo i posti di lavoro americani e porteremo sollievo ai lavoratori americani”, ha detto Trump più volte sabato e, per caso o intenzionalmente, riferendosi erroneamente ad azioni, che non hanno il peso di una legge approvata dal Congresso, come i “progetti di legge”.

Da un punto di vista politico, dopo mesi di presa di calore sulla sua pandemica leadership fallimentare, Trump è almeno apparso proattivo e ha cercato di posizionarsi come una voce per gli americani che lavorano mentre si aggira nel Stati di swing del Midwest.

Ma se già evidenti carenze nella sua strategia di azione esecutiva si materializzano e il denaro non raggiunge rapidamente i disoccupati, la saga non può che rafforzare la sua reputazione di incompetenza.

E a lungo termine, le azioni di Trump potrebbero fare di più che danneggiare la sua stessa posizione politica. Molte delle misure che ha firmato hanno gravi conseguenze a lungo termine – una riduzione delle tasse sui salari potrebbe peggiorare le già precarie finanze della previdenza sociale – che si svolgeranno anni dopo la partenza di Trump.

E implicano acquisizioni che sfidano le norme costituzionali, ma che sono giudicate legali dall’ufficio di un avvocato della Casa Bianca che spesso accetta la convinzione di Trump che un presidente possa fare quello che vuole.

READ  Sospettava che il ronzio nel suo soffitto fosse api. Non si aspettava di trovarne 100.000

L’elogio di molti repubblicani per la decisione di Trump rifletteva anche l’ipocrisia di molti conservatori che hanno lanciato l’allarme quando il presidente Barack Obama ha flesso il potere esecutivo, ma obbedientemente si mobilita a questa acquisizione molto più sgargiante. Presidente.

Confusione degli stessi consiglieri di Trump

Uno dei principali consiglieri economici di Trump, Larry Kudlow, ha pubblicato una sconcertante raccolta di numeri – che vanno da $ 700 a $ 800 a $ 1.200 – apparentemente confondendo il tetto massimo dei benefici statali e federali con un’esenzione fiscale sul buste paga – che rappresentano lo scenario migliore in assoluto per il piano del presidente.

Parlando domenica allo “Stato dell’Unione” della CNN, Kudlow ha detto che la Casa Bianca non ha nemmeno chiesto quali stati potrebbero permettersi di pagare i lavoratori $ 100 a settimana in sussidi – l’importo Trump invita gli stati come parte del suo piano per una riduzione di $ 400 nei pagamenti federali.

Cosa faranno effettivamente le azioni esecutive di Trump? Tutti sono confusi

“Probabilmente lo scopriremo oggi e domani”, ha detto Kudlow.

Il memorandum di Trump invita gli stati a pagare il 25% del totale dell’indennità di disoccupazione federale di $ 400. Ma se uno stato non ha i soldi e non può pagare, non riceverà i restanti $ 300 dal governo federale ei lavoratori avranno solo i sussidi di disoccupazione esistenti. Gli Stati dovranno anche mettere in atto un sistema completamente nuovo per fornire ulteriore assistenza.

Il governatore democratico di New York Andrew Cuomo ha dichiarato domenica che l’iniziativa di Trump è stata “ridicola”.

“Ora non puoi dire agli stati che non hanno finanziamenti che devi pagare il 25% dell’assicurazione contro la disoccupazione”, ha detto il governatore.

Persino il governatore repubblicano Mike DeWine dell’Ohio – uno stato di riferimento per Trump a novembre – ha detto dello “Stato dell’Unione” che non era ancora sicuro se il suo stato avrebbe preso soldi federali per questo. disoccupazione.

Un rischio per i Democratici

Anche i democratici stanno correndo un rischio in questo pasticcio di stimoli, ma sembrano pensare che in linea di principio e in politica hanno ancora il sopravvento. Le loro speranze di uscire dallo scontro imminente dipendono dal fatto che gli elettori concludano che i repubblicani stanno cercando di minimizzare i lavoratori quando necessario. Ma mentre la maggioranza degli americani crede che nessun accordo sia un tipico comportamento scorretto al Congresso con entrambe le parti che giocano in politica, i leader democratici potrebbero aver calcolato male meno di tre mesi prima del giorno delle elezioni.

READ  Migranti Covid-positivi affollano le strade: panico a Massa

Ad ogni modo, e che Trump sia disonesto o no, la vista di politici che litigano mentre milioni di americani licenziati combattono non è una buona idea per nessuna delle due parti in qualsiasi momento nazionale. difficile.

Pelosi definisce `` assurdamente incostituzionali '' le azioni esecutive di Trump per i soccorsi sul coronavirus

Il presidente della Camera democratica Nancy Pelosi ha affermato che le azioni di Trump, che chiedevano al governo federale di considerare solo la questione degli sconti sugli affitti – lontano dalle affermazioni del presidente di una moratoria sugli sfratti, sono state caratterizzate da “magrezza” e “debolezza”.

“O il presidente non sa di cosa sta parlando – chiaramente il suo staff non sa di cosa sta parlando – o qualcosa è seriamente sbagliato qui per soddisfare le esigenze del popolo americano in questo momento”, ha detto Pelosi. Domenica “Stato dell’Unione”.

I funzionari dell’amministrazione hanno affermato che l’indennità di disoccupazione federale di $ 600 a settimana scoraggiava le persone dal tornare al lavoro, nonostante il coronavirus infuria ancora in molte aree, costringendo le autorità locali a imporre limiti alle attività commerciali nel tentativo di padroneggiarlo.

Mentre Trump ha affermato di stare tra milioni di americani e la miseria, Pelosi ha accusato la Casa Bianca di sottovalutare gravemente il bilancio della crisi sugli americani.

“Eravamo pronti a dire che scenderemo di un trilione. Non significa che i bisogni del popolo americano siano diminuiti. Significa solo che riconosciamo che hanno un disprezzo per i bisogni del popolo americano”, ha detto Pelosi ha detto a Dana Bash della CNN, tentando di giustificare la riluttanza del suo partito a scendere a compromessi sull’ammontare specifico dei benefici federali settimanali.

“Ecco perché si chiedono se la gente abbia bisogno dei 600 dollari. Mi dicono: “Alcune persone semplicemente non vogliono pagare l’affitto”. Diciamo, “Beh, sai una cosa? La maggior parte delle persone lo sa”. “

source–>https://www.cnn.com/2020/08/10/politics/trump-executive-action-unemployment/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *