La nave da guerra degli Stati Uniti contesta le affermazioni della Cina nel Mar Cinese Meridionale

La Marina degli Stati Uniti ha navigato due volte su navi da guerra in uno sforzo simile per contestare le rivendicazioni cinesi sulle isole Paracel e Spratly lo scorso mese e compiere un’altra operazione simile vicino ai Paracels a marzo.

L’aumentato ritmo operativo arriva tra le crescenti tensioni tra Washington e Pechino su una serie di questioni, tra cui gli sforzi del Partito comunista cinese per esercitare un maggiore controllo su Hong Kong e la responsabilità del coronavirus.

“Il 28 maggio (ora locale), l’USS Mustin (DDG 89) ha rivendicato i diritti e le libertà di navigazione nelle Isole Paracels, in conformità con il diritto internazionale”, ha dichiarato il tenente Anthony Junco, portavoce della 7a flotta la US Navy, in una dichiarazione.

“Effettuando questa operazione, gli Stati Uniti hanno dimostrato che queste acque superano ciò che la Cina può legalmente rivendicare come mare territoriale”, ha aggiunto la nota.

Il Mustin passò a meno di 12 miglia nautiche da Woody Island e Pyramid Rock sulle isole, ha detto un funzionario della Marina americana. La Cina ha un aeroporto su Woody Island e vi ha fatto sbarcare bombardieri strategici in passato.

Il Pentagono ha recentemente rivelato che una nave cinese aveva effettuato il 14 aprile “manovre pericolose e non professionali” vicino al Mustin “che stava svolgendo le normali operazioni in acque internazionali” al momento dell’incidente, secondo il portavoce del Pentagono, Tenente Col. Dave Eastburn.

Le isole Paracel sono rivendicate da Cina, Vietnam e Taiwan e gli Stati Uniti hanno a lungo affermato che Pechino aveva militarizzato le isole del Mar Cinese Meridionale attraverso lo spiegamento di attrezzature militari e la costruzione di strutture militari.

L’esercito americano ha recentemente accusato la Cina di aver cercato di sfruttare la pandemia di coronavirus per benefici militari ed economici nella regione.

source–>https://www.cnn.com/2020/05/28/politics/us-navy-south-china-sea/index.html

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *