La nuova legge turca sui social media potrebbe minare la libertà di parola, i critici temono. Ecco come

Il disegno di legge impone regolamenti globali sui social media, richiedendo alle società straniere di social media con oltre un milione di utenti – come Twitter e Facebook – di avere un rappresentante nel paese. In base alla nuova legge, i fornitori di social media dovranno archiviare i dati degli utenti domestici in Turchia, imponendo multe fino a $ 1,5 milioni, nonché restrizioni sulla larghezza di banda e divieti di pubblicità, in caso di non conformità.

Il governo sta difendendo il disegno di legge come uno sforzo per proteggere dalla disinformazione circa 55 milioni di utenti in Turchia. “Il disegno di legge è stato preparato con un approccio innovativo per proteggere gli utenti anziché ridurli”, ha dichiarato Ismail Cesur, consigliere presidenziale in un tweet.

“Il disegno di legge mira a proteggere i diritti e le libertà fondamentali dei cittadini e a prevenire la disinformazione”, ha dichiarato il vicepresidente del partito di giustizia e sviluppo Mahir Unal in un’intervista alla stazione televisiva. Stato TRT.

Perché i gruppi per i diritti sono preoccupati?

I critici temono che la nuova legge trasformerà le società di social media in armi contro voci critiche del governo.

Il record della Turchia sulla libertà di espressione e di espressione sta già diminuendo. Più di 408.000 siti Web sono stati bloccati alla fine del 2019 in Turchia, secondo un rapporto del turco Watchdog Ifade Ozgurlugu Platformu turco.

Nello stesso periodo, sono stati bloccati 7.000 account Twitter, 40.000 tweet, 10.000 video Youtube e 6.200 contenuti Facebook. Mentre alcune società hanno ottemperato agli ordini di declino del tribunale turco per alcuni contenuti, altre richieste sono state ignorate.

READ  Trump e Xi Jinping potrebbero essere in punta di piedi fino a un punto di rottura

La nuova legge impone alle aziende di rispettare gli ordini di prelievo. “L’obiettivo è mettere a tacere i critici”, ha affermato Yaman Akdeniz, esperto di diritti informatici e professore di diritto all’Università di Istanbul Bilgi.

Quando ha effetto?

La legge deve ancora essere approvata dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan, ma a questo punto è solo una formalità. Ha già parlato a favore di ulteriori regolamenti sulle piattaforme di social media. Il disegno di legge approvato in parlamento prevede che le società tecnologiche fino a ottobre rispettino la nuova legge.

Cosa stanno facendo le aziende tecnologiche?

Le società di social media non hanno ancora reagito al disegno di legge, ma gli esperti di cyber diritti affermano che le piattaforme dovrebbero uscire dal mercato turco invece di conformarsi alla nuova legge. “Sto dicendo alle aziende tecnologiche, in queste circostanze, di non venire. Se lo farai, diventerai il braccio lungo del sistema giudiziario turco e sarai costretto a soddisfare tutte le richieste”, ha detto Akdeniz. La legge in realtà significa che piattaforme come Facebook, Twitter, Instagram dovranno decidere se abbandonare il redditizio mercato turco o restare nel rispetto delle nuove misure.

Facebook e Snapchat hanno rifiutato di commentare, mentre Twitter non ha risposto a una richiesta di commento.

È successo altrove?

Il governo turco afferma che il disegno di legge si basa sulla legge tedesca sull’applicazione in rete di reti vocali anti-odio. “Abbiamo visto la Germania come il nostro punto di partenza per tutto, dall’assicurare la nostra libertà all’uso delle piattaforme sociali, alla lotta alla disinformazione, alla protezione del diritto alla privacy e alla protezione delle persone. i nostri dati e elaborato questi nuovi regolamenti “, ha dichiarato Unal del partito al potere. disse.

READ  L'avvocato di Breonna Taylor Kenneth Walker pubblica l'audio del 911 dopo la sua morte per arma da fuoco

Ma i gruppi per i diritti hanno criticato il disegno di legge tedesco come difettoso.

“È vago, troppo ampio e trasforma le compagnie private in censori troppo zelanti per evitare multe pesanti, lasciando gli utenti senza controllo giudiziario o diritto di appello”, ha detto Wenzel Michalski, direttore tedesco di Human Rights Watch in quel momento. dell’adozione della legge tedesca. 2018.

Akdeniz ha anche avvertito che, dato il clima politico della Turchia, un forte calo della libertà di parola e un record di critici silenziosi, “il confronto con la Germania non regge”.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_europe/~3/5eLc6HRj9Jw/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT