Le Mauritius dichiarano l’emergenza ambientale poiché un naufragio fa uscire in mare tonnellate di gasolio e petrolio
La nave si è arenata a Esny Point, a est della nazione insulare, alla fine di luglio, secondo resoconti dei media locali e attivisti ambientali. Questo è vicino alla Blue Bay Marine Park Reserve e ad una serie di famose spiagge turistiche.

Da allora i danni alla barca hanno causato la fuoriuscita di rifiuti inquinanti nell’area circostante e le fotografie che circolano sui social media sembrano mostrare oli densi e appiccicosi che coprono l’acqua e il suolo.

Venerdì il primo ministro Pravind Jugnauth ha dichiarato lo stato di emergenza ambientale. Mauritius si trova vicino all’isola francese di Reunion nell’Oceano Indiano e Jugnauth ha anche chiesto aiuto al presidente francese Emmanuel Macron su Twitter.

Il leader mauriziano disse “Il nostro paese non ha le capacità e le competenze per rimettere a galla le navi bloccate”.

Sabato, Macron ha detto che la Francia stava schierando squadre e attrezzature dalla Riunione in risposta.

Happy Khambule, direttore senior della campagna climatica ed energetica per Greenpeace Africa, ha avvertito che la nave portarinfuse stava perdendo “tonnellate di gasolio e petrolio nell’oceano” e minacciava la fauna selvatica nell’area.

“Migliaia di specie intorno alle lagune incontaminate di Blue Bay, Pointe d’Esny e Mahebourg rischiano di annegare in un mare di inquinamento, con conseguenze disastrose per l’economia, la sicurezza alimentare e la salute di Mauritius”, ha dichiarato Khambule un venerdì. dichiarazione.
È in corso un'operazione di pulizia.
Il ministro dell’Ambiente del Paese Kavy Ramano disse Venerdì: “Siamo in una situazione di crisi ambientale”.

Younous Omarjee, membro del Parlamento europeo della Riunione, ha detto alla CNN che la cooperazione internazionale è necessaria per affrontare la “catastrofe ecologica”.

“Questa è una grave crisi ambientale e non siamo ancora consapevoli di tutte le conseguenze che potrebbe avere. È terribile anche per Mauritius, la cui economia è basata sul turismo ed è già stata gravemente colpita dalla pandemia. “ha detto alla CNN.

Ministro francese per la transizione ecologica Barbara Pompili anno Domini Sabato che la Francia fornisce supporto alle autorità mauriziane per far fronte alla perdita di carburante.

Martin Goillandeau e Paul P. Murphy della CNN hanno contribuito al reportage.

READ  Amy Cooper: la donna bianca si scusa dopo aver chiamato la polizia per un uomo di colore a Central Park

source–>https://www.cnn.com/2020/08/08/world/mauritius-oil-spill-scli-intl/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *