Le produzioni cinematografiche e televisive della California saranno presto autorizzate a tornare al lavoro

La nuova direttiva del Dipartimento della sanità pubblica della California indica che le produzioni televisive, cinematografiche e musicali di stato potrebbero riprendere il 12 giugno, “soggetto all’approvazione dei funzionari della sanità pubblica della contea nelle giurisdizioni operative”.

Il tanto atteso semaforo verde è arrivato venerdì in un aggiornamento che ha fornito anche consigli aggiornati per scuole, campi diurni e sport professionistici.

“Per ridurre il rischio di trasmissione di COVID-19, le produzioni, gli attori, i team e altri lavoratori del settore dovrebbero aderire ai protocolli di sicurezza concordati dai sindacati e dai dirigenti, che possono essere ulteriormente migliorati dagli agenti servizio sanitario pubblico di contea “, ha dichiarato la guida di stato. “Il personale e il management del back office devono conformarsi alle linee guida Office Workspace emesse dal Dipartimento della sanità pubblica della California e dal Dipartimento delle relazioni industriali della California, al fine di ridurre il rischio di trasmissione di COVID-19”.

quelli linee guida sono suggerimenti generici per le aree di lavoro dell’ufficio ma non contengono informazioni specifiche sulla produzione.

La CNN ha contattato SAG-AFTRA, il sindacato che rappresenta circa 160.000 attori e attori, per commenti.

Gilde e sindacati dell’industria dell’intrattenimento questa settimana sottoposto a funzionari di sanità pubblica a New York e California un documento di orientamento di 22 pagine progettato per stabilire protocolli di sicurezza per la produzione cinematografica e televisiva nell’era dei coronavirus.

Le misurazioni si basavano fortemente su test approfonditi, controlli di temperatura, misure di pulizia e distanza fisica ove possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *