LeBron James chiama la presentatrice della Fox Laura Ingraham in difesa di Drew Brees
“Ha il diritto di avere la sua opinione su cosa significhi inginocchiarsi e la bandiera per lui. Voglio dire, è una persona”, ha detto Ingraham. disse da Brees dopo il suo mancare di rispetto ai commenti sulla bandiera all’inizio di questa settimana “È oltre il calcio”, ha aggiunto.
James ha ritwittato a video con una raccolta dei due casi, suggerendo che seguiranno le proteste a livello nazionale Di George Floyd la morte si verifica “perché siamo solo stanchi di questo trattamento F-N qui!”

“Se non hai ancora capito perché le proteste continuano. Perché stiamo agendo come siamo perché siamo solo stanchi di FN da questo trattamento qui! Possiamo analizzarlo più semplicemente di questo qui ?? ??

Ha aggiunto: “E per la mia gente, non ti preoccupare, non mi fermerò finché non vedrò il cambiamento !!! #ShutUpAndDribbleThisPowerfulBlackManComingFullSteam.”

Ingraham ha risposto alla reazione di James ad esso giovedì Fox News mostra, “ogni americano ha il diritto divino di parlare su qualsiasi questione”.

“Penso che per guarire e far luce sulle ingiuste ingiustizie, il nostro Paese abbia bisogno di più dialoghi, non di meno”, ha affermato Ingraham. “E abbiamo bisogno di più rispetto, non di ritorsioni.”

“In questo momento gli americani, penso la maggior parte di loro, sono alla ricerca di una riconciliazione. Significa che politici, polizia e persino personaggi della cultura lavorano tutti insieme. Tutti noi.”

Le razze sono state ampiamente criticate dagli altri atleti per aver detto “non sono mai d’accordo con nessuno che non rispetta la bandiera” quando è stato chiesto ai giocatori in ginocchio di protestare contro la brutalità della polizia dopo la stagione della NFL iniziato.

READ  Ekaterina Alexandrovskaya: il pattinatore olimpico muore a 20 anni

Da allora il 41enne si è scusato dicendo che i suoi commenti erano insensibili e privi di compassione ed empatia.

James manipola la palla in una partita contro i Philadelphia 76ers.

“Riconosco che dovrei parlare di meno e ascoltare di più … e quando la comunità nera parla del loro dolore, tutti dobbiamo ascoltare. Per questo, mi dispiace davvero e chiedo scusa.”

Ingraham e James hanno una storia dopo di lei Told La star di LA Lakers e il suo collega NBA Kevin Durant “zittiscono e dribblano” dopo aver criticato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

“Oh, e LeBron e Kevin: siete grandi giocatori, ma nessuno ha votato per voi”, ha detto. “Milioni di persone hanno eletto Trump come loro allenatore. Quindi tieni il commento politico per te o, come qualcuno ha detto, stai zitto e dribbla.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *