Lewis Hamilton frequenta Black Lives Matter e organizza commissioni per aumentare la diversità nel motorsport

Domenica si è unito a Black Lives Matter manifestare a Londra, pubblicando una sua foto su Instagram a marzo. Vestito con una maglietta con la scritta “Black is a vibe” e una faccia gialla, la foto mostra Hamilton che regge uno striscione di Black Lives Matter.

“Oggi sono andato a Hyde Park per la protesta pacifica ed ero così orgoglioso di vedere così tante persone di tutte le razze e background che sostenevano questo movimento di persona”, ha detto il 35enne.

“Ero orgoglioso di essere lì per riconoscere e sostenere il movimento Black Lives Matter e la mia eredità Black. Ero così felice di vedere persone di tutte le età con i segni Black Lives Matter e dirlo con così tanta passione di me.”

“Sono stato anche felice di vedere così tanti sostenitori bianchi oggi in nome dell’uguaglianza per tutti. È stato davvero commovente. Sono estremamente sicuro che il cambiamento arriverà, ma non possiamo fermarci ora. Continuate a spingere “.

Il sei volte campione del mondo ha anche annunciato domenica che intende creare una commissione per suo conto per aumentare la diversità nel motorsport.

La Commissione Hamilton, in collaborazione con la Royal Academy of Engineering, spera di portare “un cambiamento reale, tangibile e misurabile”.

“Vogliamo ascoltare giovani e laureati che affrontano queste sfide ogni giorno e stiamo reclutando altri partner che lavorano sul campo nelle comunità nere per offrire una prospettiva diretta”, Hamilton ha scritto in una colonna per il Sunday Times.

“Inoltre, vogliamo invitare leader politici e commerciali che si impegnano a dirigere l’attivazione di raccomandazioni di ricerca. Il tempo delle banalità e dei gesti simbolici è finito.”

“Il tuo silenzio difende sempre”

All’inizio di questo mese, Hamilton supportato manifestanti anti-razzisti che hanno distrutto una statua del proprietario di schiavi del 17 ° secolo Edward Colston a Bristol, nel sud-ovest dell’Inghilterra.

Ha anche invitato la comunità della F1 a parlare contro il razzismo dopo la morte di Floyd, il suo messaggio ha spinto diversi conducenti a trasmettere messaggi anti-razzismo.

Hamilton parla ai media in una conferenza stampa prima del Gran Premio di Melbourne.

In una storia di Instagram di domenica, ha criticato gli altri per rimanere in silenzio.

READ  Federer pensa che il ritorno del tennis sia "lontano"

“Il tuo silenzio è sempre assordante”, ha detto. “Potresti non essere razzista nel tuo silenzio, ma abbiamo bisogno che tu sia ANTI-razzista. Ciò significa che abbiamo bisogno che tu educi e formi gli altri.

“Parla per aiutarci ad aumentare la consapevolezza delle ingiustizie e dei pregiudizi che i neri e le persone di colore affrontano ogni giorno e che hanno affrontato per centinaia di anni.

“Non possiamo tacere oggi! Abbiamo bisogno della tua voce. Abbiamo bisogno che tu esca dalla tua zona di comfort e ci sostenga essendo anti-razzista e facendo sapere alla gente dove sei in questa lotta.

“Incoraggia la tua famiglia, amici e colleghi in modo che possiamo continuare a fare cambiamenti!”

F1 anno Domini Lunedì, l’avvio della propria iniziativa #WeRaceAsOne, avviata per affrontare “i maggiori problemi dello sport e delle comunità globali: la lotta contro COVID-19 e la condanna del razzismo e della disuguaglianza”.
Hamilton celebra dopo essere stato incoronato campione del mondo.

Con la stagione della F1 che inizia con un doppio titolo in Austria, gli arcobaleni verranno mostrati sulle auto e in pista per ringraziare gli operatori chiave e gli “schermi visivi” rifletteranno il sostegno all’antirazzismo.

Con il suo ordine, Hamilton spera di mostrare come il motorsport “possa essere usato come un veicolo per coinvolgere più giovani provenienti da sfondi neri con materie scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche (STEM) e infine impiegarli nei nostri squadre o in altri ingegneri di settore “.

Hamilton ha dichiarato che la lotta contro il razzismo “non è una nuova battaglia per me”.

“Ho combattuto lo stigma del razzismo durante la mia carriera agonistica – dai bambini che mi lanciavano cose nel karting, alle provocazioni dei fan faccia nera a un prezzo eccezionale, una delle mie prime gare di Formula 1 “, ha continuato.

“Sono abituato a essere una delle poche persone di colore nelle mie squadre e, soprattutto, non sono abituato a nessuno che parli per me quando affronta il razzismo, perché nessuno sente o capisce personalmente il più delle volte, non lo vedono nemmeno e, se lo fanno, lasciano che la loro paura di dire la cosa sbagliata si frapponga.

“La composizione immutata della comunità di F1 durante la mia carriera dà l’impressione che solo un certo tipo di persona sia davvero il benvenuto in questo sport, uno che ha un certo aspetto, proviene da un determinato background, si adatta a uno stampo particolare e gioca con alcune regole non scritte.

READ  30 Migliori Spazzola Per Piscina Testato e Qualificato

“Anche adesso, i media mi pongono domande diverse dai miei concorrenti e pongono accuse direttamente e indirettamente: non sei abbastanza britannico, non abbastanza umile, non abbastanza amato dal pubblico”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT