L’Iran costruisce fosse di sepoltura per le vittime del coronavirus, mostrano le immagini satellitari

Il paese ha riportato almeno 10.075 casi confermati di coronavirus e 429 decessi, il terzo numero più alto dopo la Cina continentale e l’Italia.

Le immagini satellitari dell’1 e 8 marzo, pubblicate da Maxar Technologies, sembrano mostrare un aumento delle attività all’interno del cimitero Behesht-e Masoumeh di Qom. Le immagini mostrano quelle che sembrano due nuove trincee tombali il 1 ° marzo, con ulteriori scavi da allora in poi.

Secondo la tradizione islamica, i corpi dovrebbero essere sepolti rapidamente dopo la loro morte. Ma il direttore dell’obitorio Behesht-e Masoumeh Ali Ramezani ha dichiarato alla televisione pubblica iraniana all’inizio di questo mese che le sepolture sono state ritardate perché i test per il virus richiedono tempo. E mentre i cadaveri vengono tradizionalmente lavati con acqua e sapone prima della sepoltura in Iran, due operatori sanitari di Qom hanno riferito alla CNN che, in alcuni casi, le precauzioni legate all’epidemia impediscono al personale di rispettare linee guida islamiche tradizionali per la sepoltura.

Un video di l’obitorio mostrava decine di corpi avvolto in sacchi neri sul pavimento di un obitorio iraniano, mentre i lavoratori in equipaggiamento protettivo e maschere camminano tra loro.

Il capodanno persiano, o Nowruz, cade venerdì 20 marzo. Molte famiglie iraniane visitano i cimiteri prima della fine dell’anno persiano come parte della tradizione annuale. L’ayatollah Ali Khamenei, la guida suprema dell’Iran, ha annullato il suo discorso annuale per Nowruz, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa statale IRNA lunedì. Khamenei non si recherà nella città di Mashhad, il sito del santuario dell’Imam Reza, dove di solito viene tenuto il discorso.

“A causa della diffusione del coronavirus e delle rigide raccomandazioni fornite da funzionari sanitari e specialisti per evitare qualsiasi forma di riunione e astenersi dal viaggiare e dalle città per prevenire la diffusione della malattia, la cerimonia del discorso del leader … non avrà luogo l’anno “, indica il comunicato stampa citato dall’IRNA.

L'Iran rilascia temporaneamente 54.000 prigionieri mentre il coronavirus si diffonde

L’Iran ha preso misure drastiche la scorsa settimana per fermare la diffusione del virus. Il governo ha vietato le preghiere del venerdì nei centri di tutte le province del paese. Le scuole e le università sono state chiuse. I concerti e gli eventi sportivi sono stati cancellati.

READ  Il bilancio dei coronavirus sui ristoranti cinesi è devastante

Tutte e 31 le province iraniane sono state colpite dal virus e diversi alti funzionari si sono ammalati.

L’ex ministro degli Esteri iraniano e l’attuale consigliere di Khamenei, Ali Akbar Velayati, è risultato positivo al virus ed è stato messo in quarantena nella sua casa di Teheran, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa iraniana ISNA martedì.

Un altro consigliere di Khamenei, Mohammad Mirmohammadi, 71, è morto la scorsa settimana e uno dei principali chierici del paese, Hadi Khosroshahi, è morto di malattia il mese scorso.

In precedenza, funzionari iraniani hanno confermato che 23 membri del parlamento di 290 membri del paese erano risultati positivi. Sono morti due membri. Numerosi vicepresidenti, incluso l’Iran, si sono anche dimostrati positivi.

L'inglese Nazanin Zaghari-Ratcliffe pensa di aver contratto un coronavirus in una prigione iraniana, secondo la sua famiglia

Nel frattempo, l’Iran venerdì ha respinto un’apparente offerta del presidente degli Stati Uniti Donald Trump per aiutare l’Iran a combattere il virus. Trump ha dichiarato: “Abbiamo i più grandi medici del mondo. Stiamo fornendo assistenza all’Iran”.

Il portavoce del ministero degli Esteri Abbas Mousavi ha respinto l’offerta come “ipocrita” e “ripugnante” e ha accusato gli Stati Uniti di “terrorismo economico e medico”, secondo quanto riferito da Press TV.

“Invece di dimostrazioni ipocrite di compassione e ripugnante vanagloria, dovresti porre fine al tuo terrorismo economico e medico in modo che medicine e forniture mediche possano raggiungere il personale medico iraniano e il popolo iraniano”, ha detto Mousavi.

“Non abbiamo bisogno di medici americani”, ha detto Mousavi, aggiungendo che l’Iran ha “il personale medico migliore, più coraggioso e più al mondo”.

Radina Gigova e Sara Mazloumsaki della CNN hanno contribuito a questo articolo.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_meast/~3/kRJw0EQ7U-s/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGames.IT