L’OPEC + sigla un accordo per ridurre la produzione di petrolio di 9,7 milioni di barili al giorno

Il gruppo ha cercato di tagliare la produzione per sostenere i prezzi del petrolio, che sono scesi ai minimi di 18 anni nelle ultime settimane. Il declino è arrivato quando l’Arabia Saudita e la Russia hanno lanciato una brutale guerra dei prezzi, inondando il mercato petrolifero mentre il coronavirus ha inferto un colpo devastante alla domanda di energia.
L’OPEC + ha cercato di raggiungere un accordo in linea di principio in una riunione di giovedì per tagliare 10 milioni di barili al giorno, ma il paese membro, il Messico, non sarebbe d’accordo con l’accordo. Il presidente messicano Andrés Manuel López Obrador ha dichiarato venerdì che il suo paese taglierebbe la produzione di 100.000 barili al giorno e che gli Stati Uniti compenserebbero il resto del suo contributo alla riduzione della produzione.

Gli Stati Uniti non sono membri dell’OPEC +.

I grandi produttori di petrolio corrono per finalizzare i tagli alla produzione

Secondo López Obrador, Trump ha offerto alla telefonata di tagliare la produzione americana di 250.000 barili al giorno per compensare il Messico.

Venerdì, durante una conferenza stampa, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha confermato di aver parlato con il presidente messicano e ha accettato una riduzione, ma non ha confermato la dimensione esatta. Ha detto che il Messico rimborserà gli Stati Uniti in un secondo momento.

“È una piccola somma per noi, una grande somma per il Messico”, ha detto.

bene domenica su Twitter che il “grande accordo petrolifero con OPEC Plus è concluso” e ha detto di aver appena incontrato il presidente russo Vladimir Putin e il re Salman dell’Arabia Saudita dall’ufficio ovale.

“Ciò consentirà di risparmiare centinaia di migliaia di lavori energetici negli Stati Uniti”, ha dichiarato Trump nel tweet.

L’accordo per tagliare la produzione di quasi 10 milioni di barili al giorno a maggio e giugno è uno dei tagli più profondi mai fatti dai produttori mondiali di petrolio. Ma anche questo calo della produzione rappresenta solo circa il 10% della normale fornitura di petrolio del mondo, ben al di sotto delle stime della caduta della domanda di petrolio durante la pandemia di coronavirus.

– Chris Liakos, John Defterios e Chris Isidore della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

source–>https://www.cnn.com/2020/04/12/energy/opec-deal-production-cut/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGames.IT