Mi sono trasferito dal Regno Unito alla Francia durante il blocco. Ecco cosa ho trovato

(CNN) – Il piano per trasferirsi in Francia è in lavorazione da mesi. Ci siamo morsi la palla e abbiamo lasciato il nostro lavoro, abbiamo confezionato la nostra Londra Londra in scatole, quindi abbiamo guardato il mondo schiantarsi attorno a noi.

Quando la Francia entrò nel coronavirus “Parto” abbiamo deciso di muoverci, rapidamente. Io e il mio ragazzo francesi abbiamo lasciato Londra poche ore dopo l’annuncio di Boris Johnson Il Regno Unito imporrebbe la propria preclusione per fermare la diffusione del virus.

Fortunatamente, pochissime persone hanno avuto la stessa stupida idea di fuggire dal Regno Unito quella mattina e siamo stati in grado di mantenere una distanza ridicolmente sicura dai nostri compagni di viaggio Eurostar.

Eppure sapevamo il rischio che stavamo correndo. Non sapevo nemmeno se io, un doppio cittadino anglo-sudafricano, avrei superato il controllo delle frontiere. (L’ho fatto, ma ho dovuto convincere.)

Prima di saperlo, siamo stati sputati alla Gare du Nord di Parigi e abbiamo guardato il sole primaverile nelle strade vuote, nei bar e nei ristoranti mentre aspettavamo un taxi per portarci all’appartamento. un amico a Boulogne-Billancourt.

Arrivo in una Gare du Nord insolitamente tranquilla.

Arrivo in una Gare du Nord insolitamente tranquilla.

Katy Scott / CNN

La Francia, come molti altri paesi del mondo, è entrata in un rigido periodo di blocco e ha ordinato ai residenti di rimanere in casa. Qualsiasi uscita non essenziale può disegnare a bene fino a € 200 ($ 210).
È facile dimenticare che ti trovi in ​​una città completamente nuova quando sei confinato in un appartamento. Avevamo grandi progetti in un mondo pre-coronavirus per visitare nuovi quartieri e farci un’idea prima di decidere dove stabilirsi. Ora abbiamo bisogno di un modulo di autorizzazione firmato e datato – oppure “Certificato” – uscire di casa una volta al giorno e non poter avventurarsi per più di un chilometro in qualsiasi direzione per un massimo di un’ora.

READ  Andy Murray prevede che il tennis sarà "uno degli ultimi sport a tornare alla normalità"

Invece di guardare le persone dalla terrazza sul lato della strada di un caratteristico caffè, ora vedo il mondo esterno ogni sera alle 20:00. quando i miei vicini aprono porte e finestre per applaudire gli operatori sanitari che combattono questo virus mortale.

Sole sul mio balconcino.

Sole sul mio balconcino.

Katy Scott / CNN

Questo è il momento clou della mia giornata, questa dimostrazione di solidarietà. Corro sul nostro balconcino e guardo negli occhi un bambino in piedi sul bancone della cucina, bussando a una pentola con un cucchiaio di legno e un giovane che applaude la vestaglia di Batman dal suo balcone. Per due interi minuti mi sento parte di questa piccola tasca di Parigi.

Quando la febbre da cabina ha iniziato a farsi sentire, ho tracciato il raggio di un chilometro intorno al nostro appartamento per vedere fino a che punto potevo andare, ho scritto con cura il mio foglio di permesso indicando la mia ragione per esco per fare esercizio e sono andato a esplorare il mio nuovo cappuccio.

A meno di un chilometro di distanza, ho trovato un bel sentiero lungo la Senna dove ho potuto dare un’occhiata alle chiatte vuote mentre passavo. Attraversando il fiume, vidi i resti di una fabbrica Renault, che un tempo copriva quasi un’intera isola della Senna.

Una vista nella mia strada deserta.

Una vista nella mia strada deserta.

Katy Scott / CNN

Mentre ci sono poche persone, l’unico vero rumore che sento è il lamento delle ambulanze in lontananza – un promemoria per riflettere sullo strano mondo in cui viviamo.

Uso un altro modulo di autorizzazione alcuni giorni dopo per andare al panificio e al minimarket. Adoro fare la spesa quando visito nuove città quasi più di quando esco per i pasti, perché sono sempre felice della gamma di prodotti offerti. Questa volta, non sono rimasto in giro.

C’è sospetto negli occhi di tutti e movimenti imbarazzanti mentre cerchiamo di mantenere una distanza di sicurezza. Nessuno si saluta per le strade, non un “bacio” tra amici o un “ciao” tra estranei. È freddo e strano, ma rassicurante che le persone non prendano questo lucchetto alla leggera.

Sembra che saremo ancorati qui per un po ‘e ho accettato lentamente. Sono fortunato a essere a Parigi, in buona salute, e ho il resto della mia vita davanti a me per esplorare questa città.

Quindi, per ora, rimango in casa quanto posso sopportarlo, e continuerò a vivere per procura dal mio balcone, aspettando fino alle 20:00. tutte le sere per fare il tifo con Batman e il mio amico pot-bang.

READ  Ciò che conta: la pandemia ucciderà più americani che morti in Vietnam

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_travel/~3/kM8y1b9zdcU/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGames.IT