Michelle Silvertino: tumulto per la morte della donna filippina bloccata durante l’arresto del coronavirus

Michelle Silvertino, 33 anni, è stata trovata incosciente su una passerella lungo una strada principale nella capitale Manila, il 5 giugno.

La madre di quattro figli aveva tentato di prendere un autobus per la sua casa a Calabanga, nella provincia di Camarines Sur – più di 400 chilometri a sud-est di Manila (250 miglia) – ma a causa di misure di quarantena Covid-19, nessun trasporto pubblico funzionava CNN affiliato CNN Filippine.

Silvertino ha camminato da Quezon City, appena a nord di Manila, a Pasay City, nel sud, sperando di fare un giro da lì, secondo quanto riferito dalla CNN Filippine. Ma si rivelò inutile e rimase bloccata su una passerella per diversi giorni, dove fu trovata incosciente e dichiarata morta in ospedale.

La sua morte ha suscitato indignazione nelle Filippine e l’hashtag #JusticeforMichelleSilvertino ha fatto tendenza su Twitter. Persone provenienti da tutto il paese hanno aderito alla campagna sui social media chiedendo giustizia e criticando il governo per non aver fatto abbastanza per aiutare i lavoratori bloccati come Silvertino.

A marzo, sono state emanate le Filippine blocco rigoroso del coronavirus misure che includevano la sospensione del trasporto pubblico di massa sull’isola di Luzon, che comprende la capitale Metro Manila, e ai residenti è stato ordinato di rimanere a casa.
Dopo quasi 80 giorni, queste restrizioni nella capitale hanno iniziato ad allentarsi il 1 ° giugno e il trasporto pubblico è stato in grado di riprendere parzialmente, secondo presso la CNN Filippine. Tuttavia, gli autobus che viaggiano tra le province sono ancora vietati.

La difficile situazione di Silvertino è condivisa da molti lavoratori filippini che si sono ritrovati bloccati durante il blocco perché non erano in grado di tornare a casa a causa delle restrizioni.

CNN Philippines segnalati centinaia di passeggeri bloccati si sono accampati sotto un’autostrada vicino all’aeroporto internazionale di Manila giovedì dopo che i loro voli erano stati cancellati.

“Siamo come mendicanti qui. Tutto ciò che vogliamo fare è tornare a casa dalle nostre famiglie”, ha detto un passeggero all’agenzia di stampa.

READ  La nuova epidemia cinese di coronavirus vede Pechino adottare misure di "guerra"

Le proteste per la morte di Silvertino, tuttavia, hanno raggiunto il palazzo presidenziale e giovedì il governo ha annunciato che avrebbe aiutato i lavoratori bloccati nel paese a tornare a casa.

Il portavoce presidenziale Harry Roque detto in una dichiarazione che la situazione a Silvertino non si sarebbe più verificata e che i servizi sociali e di trasporto avrebbero aiutato le persone riunite alle fermate degli autobus e degli aeroporti.

“Nessuno voleva che ciò accadesse, ma ora prenderemo provvedimenti per garantire che ciò che è successo a Michelle non accada più. Abbiamo una nuova politica per aiutare tutti coloro che sono bloccati negli aeroporti e nei terminal. autobus “, ha detto Roque.

La dichiarazione ha aggiunto che i lavoratori bloccati saranno sottoposti a test rapidi per Covid-19 prima di essere trovati sui trasporti.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT