Musicisti e artisti di New Orleans pianificano il risveglio post-coronavirus

“Sembra che Katrina e la ripresa di Katrina siano in uno”, ha detto Jason Williams, consigliere comunale di New Orleans. “Le strade sono stranamente silenziose. Vedi gente che cammina, ma non è la vivace città a cui siamo tutti abituati.”

Molti bar e negozi nel quartiere francese sono chiusi come se ci fosse un uragano nel Golfo del Messico e nessuno sa quando accadrà. Ma almeno quando arriva una tempesta, i bar rimangono aperti fino all’ultimo momento possibile.

In un recente venerdì sera, la scena più emozionante di Bourbon Street è stata guardare Jarvis Davis lavorare dietro l’angolo, creando punti vendita per uno dei pochi ristoranti che vendono ancora cibo da asporto. Davis, 62 anni, lavora nel quartiere francese dall’età di 8 anni. Da bambino, sgattaiolava fuori da casa sua per fare spettacoli di tap per consigli turistici. Ora è conosciuto come Mr. Bourbon.

Queste strade sono a casa e non lo ha mai visto così calmo. I topi del quartiere francese sono scesi in strada per strade generalmente energiche, che erano fonte di commedia e disgusto. Jarvis non è intimidito, ma è l’unico qui a scuotere le cose.

“Sto parlando da solo. Io, i topi e io. Ci divertiamo, facciamo due chiacchiere ogni sera”, disse Jarvis con un sorriso contagioso e una risata.

Musica sui tetti

I musicisti sono bloccati a casa senza un concerto da suonare. Un barlume di vita è apparso sul thread di Twitter di uno degli iconici musicisti di New Orleans. Branford Marsalis pubblicato un breve estratto di una serenata clarinettista nel quartiere francese per lo più vuoto con “La Vie en Rose” di Louie Armstrong. Era bello e affascinante nella sua semplicità.
Il New Orleans Jazz Fest è ufficialmente cancellato a causa della pandemia di coronavirus

I musicisti sono messi in quarantena e la loro musica può essere ascoltata solo attraverso spettacoli online o se sei abbastanza fortunato da passare uno spettacolo discreto su una veranda o un balcone.

Troy “Trombone Shorty” Andrews era in tournée in Australia con Lenny Kravitz. Il performer ad alta energia afferma che è “deprimente” vedere le strade che lo hanno catapultato alla gloria musicale così silenziosamente.

“Sembra che ci stiamo preparando per una tempesta, ma la tempesta è già qui”, ha detto Andrews alla CNN mentre raccoglieva cibo per sua madre.

READ  Le azioni di nuovo hanno raggiunto un record. Ma è Trump il motivo?

Andrews trascorre quasi otto ore al giorno da solo nel suo studio di registrazione a Uptown New Orleans suonando le corna e cercando di creare arrangiamenti musicali che può condividere con i fan sui social media. All’interno dello studio, è in grado di dimenticare la pandemia, dice.

Ma questa pandemia ha devastato il tessuto musicale di questa città. Ellis Marsalis, patriarca di una famiglia musicale emblematica, morì di coronavirus. Phil Frazier, co-leader della leggendaria Rebirth Brass Band, si ammalò del coronavirus ma sopravvisse.

Queste sono le band che offrono così tanto conforto in tempi di tragedia in queste città. I musicisti guidano le processioni funebri di seconda linea. Questo non sta accadendo in questo momento, e fa temere Andrews che le persone non gestiscano correttamente la perdita e la morte.

“Siamo abituati a una certa chiusura. Siamo abituati a inviare i corpi”, ha detto Andrews.

Rue Royale è raffigurata a marzo durante il mandato di rimanere a casa a New Orleans.

Andrews vuole sedersi sul tetto del suo studio e suonare il trombone in modo che tutti possano ascoltarlo. Ha parlato dell’utilizzo di un drone per catturare il momento in modo da poterlo condividere anche lui, ma soprattutto vuole che le persone lo ascoltino dal vivo, per quanto riguarda il suono.

Dice che spera che la musica ricordi alla sua città che una tempesta ha rovesciato questa città prima che riprenda.

“Ci è voluto molto per tornare dalla ricostruzione, ma il cuore e l’anima della città ci hanno reso ancora più forti nel voler tornare”, ha detto Andrews. “Siamo pronti a combattere per fare tutto ciò che dobbiamo fare per sconfiggere questa cosa.”

Ispirazione “Frontline”

L’artista Terrance Osborne ha messo in quarantena i coronavirus con la sua famiglia nella loro casa sulla riva occidentale del Mississippi. Osborne ha creato alcune delle opere d’arte più riconosciute dopo Katrina. Pezzi intitolati “Post Katrina Blues” e “Evacuation Plan” e una serie “Hurricane Solution” catturarono tristezza e assurdità con un bagliore stravagante.

Terrance Osborne, che ha dipinto scene emblematiche dell'uragano Katrina, parla a fianco del suo ultimo lavoro, ispirato alla battaglia dei coronavirus.

Osborne ha visto New Orleans diventare una “città fantasma” nell’ultimo mese. Dice che ciò che lo colpisce di più è che le persone camminano e non si guardano nemmeno. È come se fossero preoccupati che iniziare una conversazione attirasse qualcuno da vicino. Va contro ogni fibra del loro essere. È pazzo, come le parole “Come va bambino?” potrebbe finire per esporti al coronavirus.

READ  Gli africani a Guangzhou in allerta dopo molti senzatetto nel mezzo della crescente xenofobia mentre la Cina combatte la seconda ondata di coronavirus

“È come il sonno della città” disse Osborne dal suo portico. “Ci baciamo, amiamo. Condividiamo. Parliamo. Quindi è difficile.”

Osborne decise di trascorrere il suo tempo a rifugiarsi nella sua casa per creare un’opera d’arte che sperava di diventare l’immagine emblematica della lotta di New Orleans contro il coronavirus.

In una sola settimana, Osborne ha creato un dipinto che ha chiamato “Front Line”, ispirato ai poster dell’iconica campagna della Seconda Guerra Mondiale Rosie the Riveter. Osborne dona 1.000 copie al personale ospedaliero di New Orleans.

New Orleans Saints & # 39; Malcolm Jenkins afferma che la comunità nera non può aspettare un governo che non ci abbia mai dato priorità # nella pandemia di coronavirus

Il dipinto mostra un’infermiera afroamericana con uno sguardo coraggioso e coraggioso che, secondo Osborne, simboleggia il coraggio dei lavoratori ospedalieri di prima linea. E la benda vicino al tatuaggio in prima linea ricorda ai lavoratori come lei che sono altrettanto vulnerabili alla malattia ma continuano a presentarsi per lavoro ogni giorno.

Katrina ha ispirato musicisti e artisti in un modo che ha richiesto tempo per svilupparsi. È lo spirito creativo che aiuta a far uscire la città dal suo momento più buio, e Osborne pensa che la stessa cosa stia probabilmente accadendo proprio ora in tutta la città.

“Dobbiamo essere vivaci, eccentrici e vivi. Fa parte della nostra cultura, quindi la supereremo”, ha detto Osborne.

Istantanee della vita

New Orleans trova sempre un modo per ricordarti che è diverso dalla maggior parte delle altre città in America. È una storia che è meglio raccontata attraverso singole istantanee di momenti a cui si assiste a colpo d’occhio.

L'ospedale della Louisiana utilizza sacchi di carta marrone vicino alle porte dell'ICU per conservare le maschere usate

Le due donne che indossavano i loro abiti domenicali con cappelli colorati di primavera sedevano nel cortile davanti ai cartelli che dicevano: “Stai suonando il clacson. Stiamo bevendo”. Anzi, un’auto suonò il clacson e bevvero.

READ  Sciame meteorico di Lyrid: dove e quando guardare

Il prete cattolico ascolta le confessioni di un parrocchiano nel parcheggio della chiesa.

Il proprietario del parrucchiere Golden Shears che ha lasciato un cartello alla finestra promettendo ai clienti che “sarà lì per sistemare i capelli ridicoli di tutti una volta finito”.

Il rumore degli iconici carrelli di New Orleans rimbomba ancora su Saint-Charles Avenue.

Un trombettista si trovava su un angolo di rue Royal nel quartiere francese a suonare alcune melodie.

I fiori del parco comunale sbocciavano e molte persone camminavano cercando di mantenere la massima distanza possibile.

New Orleans convoca la task force sulla cura della morte e pubblica linee guida per la cura delle vittime del coronavirus
Radio WWOZ, che potrebbe essere la migliore stazione radio in America, ha condiviso un momento meraviglioso di due musicisti di tromboni, che vivono fianco a fianco, suonando musica insieme. Si sedettero sulla veranda e un altro amico catturò le melodie in una registrazione fatta in casa. La stazione radio trasmise la creazione jazz di New Orleans in tutta la città.

New Orleans è sopravvissuta a Katrina e dà alla sua gente l’impressione di poter sconfiggere tutto.

“È triste” disse Bourbon mentre alcune macchine passavano lentamente. “Ritorneremo. Stiamo tornando da tutto. Questa è New Orleans. Resta forte, rimani fermo, sii reale e torna indietro e fai quello che hai fatto.”

source–>https://www.cnn.com/2020/04/25/us/new-orleans-life-coronavirus/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT