NASCAR Bubba Wallace vuole liberare le piste da corsa della bandiera confederata

Wallace, il primo pilota afroamericano a tempo pieno della serie Cup dal 1971, indossava la maglietta in solidarietà con manifestanti in tutto il mondo che hanno chiesto giustizia per la morte di George Floyd, un uomo di colore disarmato che è morto per mano della polizia di Minneapolis. Mentre infuriavano le proteste, funzionari in Virginia hanno iniziato a prendere provvedimenti per rimuovere i monumenti confederati in alcuni stati e le basi militari rimuovono tutto l’armamentario confederato.

Wallace ha detto a Don Lemon della CNN lunedì che i prossimi passi sono ora “sbarazzarsi di tutte le bandiere confederate”.

“Nessuno dovrebbe sentirsi a disagio quando si tratta di una gara NASCAR. Inizia con bandiere confederate”, ha detto Wallace. “Portali fuori di qui. Non hanno un posto per loro.”

Inizialmente, la bandiera confederata non lo ha disturbato, ha detto Wallace, ma dopo aver indagato vede quanto sia scomodo per le persone.

“Ci saranno molte persone arrabbiate che porteranno orgogliosamente queste bandiere ma è tempo di cambiare”, ha detto. “Dobbiamo cambiarlo e incoraggio NASCAR a tenere queste conversazioni per rimuovere questi flag”.

Se i fan non sono d’accordo, Wallace ha detto che possono “colpire la strada da dove sei venuto”.

“Non dovremmo essere in grado di discuterne”, ha detto. “È una linea spessa che non possiamo più attraversare.”

READ  Prime pagine | "L'Inter spinge fuori Conte"; "CR7: Dzeko sì!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *