NBA e il sindacato dei giocatori per dipingere “Black Lives Matter” sui campi di Orlando alla fine della stagione, dicono le fonti

La notizia è stata segnalato per la prima volta da ESPN e arriva come gli atleti di tutti gli sport richiedono giustizia nella morte dei neri da parte della polizia. La lega e l’associazione dei giocatori hanno già annunciato l’obiettivo di intraprendere azioni collettive per combattere il razzismo sistemico e promuovere la giustizia sociale.
Molti ex e attuali giocatori della NBA hanno rilasciato dichiarazioni, pubblicato sui social media o scritto sulle proteste che seguirono. La morte di George Floyd in custodia.
James Lebron ha pubblicato un’immagine su Instagram con un lato che mostra l’ufficiale in ginocchio sul collo di Floyd e Colin Kaepernick in ginocchio sull’altro lato con le parole “This … … Is Why” e la didascalia “Capisci ORA !! ?? !! ?? O è ancora confuso per te ?? #StayWoke. “
Michael Jordan ha scritto in una dichiarazione dopo la morte di Floyd che era “profondamente rattristato, molto turbato e arrabbiato”.
Kareem Abdul-Jabbar ha difeso i manifestanti in un potente editoriale del Los Angeles Times all’inizio di questo mese.

“Gli afro-americani hanno vissuto in un edificio in fiamme per molti anni, soffocando il fumo mentre le fiamme bruciano sempre di più. Il razzismo in America è come polvere nell’aria. Sembra invisibile, anche se tu ci soffocate – – fino a quando non lasciate entrare il sole. Poi vedete che è ovunque “, ha scritto la Hall of Fame.

La stagione NBA 2019-2020 riprenderà il 30 luglio presso il Walt Disney World Resort di Orlando, in Florida. La stagione è stata sospesa l’11 marzo a causa della pandemia di coronavirus.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *