Perché New York è stata così gravemente colpita dal coronavirus (opinione)

Il totale di 181.026 casi nello stato, a partire dall’11 aprile, è superiore a quello della Spagna (161.852 casi) e dell’Italia (152.271), paesi la cui popolazione è molto più grande di New York.

New York City e le sue contee suburbane – Nassau, Suffolk, Westchester e Rockland – sono responsabili 93% il numero di casi in tutto lo stato. Inoltre, a New York City, il tasso di mortalità di Covid-19 è circa il 6% superiore rispetto alla maggior parte dei paesi.

Perché New York sembra avere un’epidemia diversa dalla maggior parte delle altre parti del paese?

Il motivo è semplicemente la dimensione e la densità della popolazione? New York è di gran lunga la città più popolosa del paese, con oltre 8 milioni di abitanti, il doppio rispetto a Los Angeles. Ma New York ha anche otto o nove volte più casi di qualsiasi altra città, quindi qual è il problema? Nessun’altra città o contea ha una frazione dei casi di New York.

Domande da porre e azioni per aiutare i neri americani a combattere il virus

Un’avvertenza sui numeri: contare i casi e i tassi di mortalità è difficile perché la maggior parte dei conteggi viene effettuata per contea o distretto o parrocchia piuttosto che per città, e la città di residenza può differire dalla città di diagnosi o della morte. Anche così, New York City è fuori classifica.

E la densità della popolazione? Covid-19 si diffonde più facilmente quando le persone vengono radunate – in chiese o navi da crociera, in eventi all’aperto come concerti o Mardi Gras, o forse in piccoli appartamenti con più coinquilini o grandi famiglie. Di New York densità di popolazione, ovvero circa 27.000 abitanti per chilometro quadrato, è di gran lunga il più alto del paese, sebbene non sia in nessun posto nella parte superiore delle città del mondo. Molte città, ad esempio in Asia, hanno una densità di quasi 40.000 abitanti per miglio quadrato.
La spiegazione della densità può spiegare parte della differenza, ma non tutte. Di New York distretto più denso è Manhattan, mentre le regine relativamente distese si posizionano al quarto posto su cinque. ma regine ha più del doppio del numero di casi e il doppio del numero di casi rispetto a Manhattan.
Forse è perché ci sono così tanti test a New York. Se provi di più, ne trovi di più e se ne trovi di più, provi ancora di più. È probabile che vengano eseguiti più test e più test per popolazione, a New York che altrove negli Stati Uniti, e che il tasso a New York sia confrontato favorevolmente con i paesi con programmi di test aggressivi, come il Islanda e Corea del Sud e Germania, ma le informazioni comparative sono imprecise. La separazione tra test da parte di laboratori pubblici e privati ​​ha reso quasi impossibile un tracciamento accurato, nonostante gli sforzi eroici di gruppi come Covidtracking.com, Worldomètrese Il nostro mondo di dati.
Questa crisi ci dirà chi siamo
Inoltre, l’attuale consiglio – resta a casa se sei malato ma stabile e non sottoposto a test – introduce ulteriore incertezza. Questo è pallido rispetto alle evidenti prove di morte a casa probabilmente a causa di Covid-19 ma mai diagnosticato. Quindi sì, New York probabilmente esegue i test a un ritmo più veloce che altrove e sì, può contribuire all’alto numero di casi, ma non avremo mai un quadro preciso.

L’alto numero di casi e tassi probabilmente deriva da una modesta quantità di ciascuna spiegazione sopra – oltre al fatto che l’epidemia è durata una o due settimane a New York più a lungo di molti altri luoghi. Un’epidemia più matura è sempre un’epidemia più grande.

READ  John Krasinski ha ospitato un ballo di fine anno virtuale ed è stato epico

Più preoccupante è l’alto tasso di mortalità a New York. Come è stato ben documentato, ciò è dovuto in parte al tragico incidente degli ospedali della città. Non sapremo mai quante persone sono morte a causa della preparazione inefficace del Paese alla pandemia, ma l’impatto è stato, ed è tuttora, sostanziale.

Tuttavia, un tasso di mortalità di circa il 6% è piuttosto elevato, sebbene la maggior parte dei paesi, specialmente dell’Europa occidentale, abbia visto aumentare i loro tassi di mortalità mentre la pandemia continua. Dato che i pazienti che hanno resistito per settimane hanno iniziato a morire e il tasso di nuovi casi è rallentato, questo tende a rovesciare la percentuale di casi fatali.

New York aveva anche un epidemia molto maschile; sostanzialmente più uomini sono stati diagnosticati, ricoverati in ospedale e morti, secondo i dati di altri paesi.
Covid-19 ha incendiato il razzismo contro gli americani asiatici. Ecco come reagire

Sfortunatamente, la spiegazione più probabile per l’alto tasso di mortalità, tuttavia, è l’assistenza sanitaria cronicamente inadeguata fornita alle minoranze e ai poveri in tutta New York, come nel resto del paese. New York City e lo Stato di New York hanno pubblicato solo la distribuzione per razza di casi e morti, oltre che per codice postale, una procura per i tassi di povertà. È chiaro che le malattie gravi non sono equamente distribuite tra razza ed etnia.

I newyorkesi neri e ispanici rappresentano il 51% della popolazione della città, ma rappresentano il 62% delle morti di Covid-19. Hanno un numero di morti doppio rispetto ai bianchi, se adeguati all’età. Ciò è probabilmente dovuto sia a una percentuale più elevata di newyorkesi neri che ispanici a cui è stata diagnosticata una malattia grave e un tasso di mortalità più elevato tra coloro che sono noti per essere infetti.

Questa disparità è probabilmente il risultato di diversi fattori. Le condizioni di comorbilità, come l’ipertensione e il diabete, sono fortemente associate alla morte di Covid-19 e sono più comuni nelle comunità nere e ispaniche. Ma cosa causa alti tassi di ipertensione e diabete scarsamente controllati? Mancanza di un’adeguata assistenza sanitaria. Le persone che non riescono facilmente a trovare una buona assistenza sanitaria per motivi di denaro, tempo, luogo o fiducia possono avere maggiori probabilità di rimanere a casa non diagnosticate e diffondere il virus, oltre a sperimentare ritardi potenzialmente fatali nella diagnosi e nel trattamento.

READ  Alcune settimane fa erano ingegneri, chef e cameriere. Ora crescono

La spiegazione è la stessa per New York come per l’Italia, New Orleans e probabilmente l’Iran: il virus sfrutta le debolezze della salute e dell’assistenza sanitaria, che si tratti di vecchiaia o comorbidità o accesso alle cure.

Si spera che la pandemia di Covid-19 ci costringerà a prendere onestamente in considerazione le molte carenze che sono state rivelate e a sviluppare un approccio equo e lungimirante che consenta a medici e infermieri di prendersi cura dei bisognosi. In caso contrario, si oscurerà ulteriormente il ricordo di coloro che sono morti e il cuore di coloro che rimangono.

source–>https://www.cnn.com/2020/04/11/opinions/new-york-hit-hard-coronavirus-sepkowitz/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *