Il cluster di Porto Rotondo L’allarme per l’esistenza di un possibile agglomerato in una nota località di Porto Rotondo in Sardegna era già partito domenica dopo che alcuni ragazzi romani, che avevano partecipato a una festa il 9 agosto, si sono sentiti male e hanno fatto ricorso testare. Due ragazze sono risultate positive, seguite da altri ragazzi anch’essi infetti.

In serata il tam tam si è diffuso tra i presenti, quando decine di quartieri del nord di Roma sono arrivati ​​sul palco per un evento che ha visto la partecipazione di un dj romano. L’indagine è iniziata subito con familiari e amici entrati in contatto, ma anche tra coloro che, tanti giovani, avevano partecipato alla serata.

READ  Coke says it will kill more 'zombie' brands, weeks after dropping Odwalla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *