“Sew Like The Wind” Sewing Studios fornisce maschere ai primi soccorritori durante l’epidemia di coronavirus – CBS Pittsburgh

MT. LIBANO (KDKA) – Una mamma e un negozio pop locali stanno lavorando duramente per affrontare i primi soccorritori durante la pandemia.

Tuttavia, quando l’epidemia virale colpì per la prima volta, la piccola sartoria non era sicura di potersi prendere cura di se stesso.

Gli studi di moda nel Monte Libano sono sopravvissuti all’11 settembre e alle recessioni, ma la proprietaria Gloria Horn non ha mai pensato che sarebbe sopravvissuta alla pandemia. Si stava preparando a chiudere dopo la chiusura non essenziale dell’attività.

“Qui sono unico proprietario, non ci sono soldi”, ha detto Gloria Horn, proprietaria degli studi di moda.

Ha detto ai suoi dipendenti di presentare una richiesta di disoccupazione, ma quando stava per chiudere, un dottore con una maschera N-95 rotta entrò dalla porta.

“Ci ha chiesto di riparare rapidamente l’elastico perché stava per fare i test di guida”, ha detto la sarta.

E il medico ha spiegato la necessità di creare rapidamente maschere per i primi soccorritori.

“Ci ha detto esattamente cosa pensava che dovremmo fare con la trapunta di cotone di qualità da un lato, la flanella dall’altro”, ha detto Horn.

Gloria ha quindi richiesto e ottenuto l’esenzione del governatore.

Dopo 37 anni, il negozio Castle Boulevard è passato da sopravvissuto a successo. Horn ha chiesto al personale e ai clienti se potevano aiutare con i soldi per le forniture in modo che potesse donare maschere agli operatori sanitari e alla polizia.

Horn ha spiegato che la sua fedele clientela era: “Comprano i kit, li producono e poi li riportano qui per la distribuzione”.

La forza lavoro invisibile di Gloria cuce amorevolmente i kit, quindi li consegna assemblati nel suo negozio. Ha fatto 7.000 finora e continua.

READ  Voci di Kim Jong Un non "concrete", afferma l'ex diplomatico nordcoreano

“È stato fonte di ispirazione per i miei clienti il ​​fatto che stessero aiutando”, ha dichiarato Horn. “Il nostro slogan è ora” cucire come il vento “.”

Gloria Horn non beneficia dell’assemblaggio delle maschere. Le donazioni aiutano a mantenere aperto il negozio con una forza lavoro volontaria completa.

Gli studi Couture hanno anche aumentato la loro presenza online dall’epidemia e la sarta va su Facebook ogni pomeriggio all’una di notte.

Dice che tutti vogliono vedere cosa stanno facendo per aiutare gli altri.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_us/~3/49U-gh4xnEQ/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *