175 km con cinque Gpm, ultima giornata del trittico alpino

16.39 – Riprende Landa

Tadej Pogacar (UAE) accelera e recupera Mikel Landa (Bahrain-McLaren) in cima alla salita.

16.38 – Tentativo di Mas

Enric Mas (Movistar) sprint ma viene subito catturato dai big.

16.35 – Carapaz in maglia a pois

Richard Carapaz (Ineos Grenadiers) raggiunge per primo la cima, inizia la strada sterrata. Carapaz è la camicia virtuale a pois.

16.32 – Anche Adam Yates in difficoltà

Nel girone dei migliori spicca anche l’inglese di Mitchelton-Scott. Landa rileva De Gendt e continua ad accelerare. Anche Alejandro Valverde (Movistar) lascia il gruppo maglia gialla.

16.28 – Urano si stacca

Nel gruppo dei migliori spicca Rigoberto Uran (Ef Pro Cycling), in difficoltà anche Guillaume Martin (Cofidis). Jumbo-Visma in testa al gruppo di tiro.

16.24 – Landa da sola

A 33 km dal traguardo, Carapaz e Kwiatkowski in testa sono 15 “davanti a Pello Bilbao, 1’30” su Hirschi, 5’08 “sul gruppo degli inseguitori e 6’39” su Landa davanti al gruppo. della maglia gialla al 6 ’59 “.

16.21 – Landa scatta al suo posto

Mikel Landa approfitta del gruppo numeroso. Wout Poels gli dà il ritmo nei primi metri, poi lo spagnolo prende l’iniziativa in prima persona. Tra i tre piloti in difficoltà, Pello Bilbao.

16.18 – lotta tra le big

In testa al girone battaglia tra le big per le posizioni migliori, a 35 km dal traguardo.

16.08 – 40 km all’arrivo

Sta per iniziare una delle salite più difficili di questo Tour. I tre leader hanno un vantaggio di 1’20 “su Hirschi, 5’13” sugli altri nove inseguitori e 8’49 “sul gruppo maglia gialla tirato da Jumbo-Visma. Mancano 40 km, la media di gara è 37,3 km / h.

15:54 – discesa e ultimo Gpm

I corridori affronteranno la discesa del Col des Aravis prima dell’ultimo gran premio della montagna, la Montée du plateau des Glières (categoria Hors, 6 km all’11,2%). In testa Kwiatkowski, Carapaz e Pello Bilbao con 1’01 “di vantaggio su Hirschi e 4’04” sugli altri nove inseguitori (Caruso, Verona, Reichenbach, Luis Leon Sanchez, Herrada, Geschke, De Gendt, Molard, Peters). A 8’31 ‘dal gruppo maglia gialla con 50 km rimasti all’arrivo, la media di gara è di 35,9 km / h. Nairo Quintana è tornato nel gruppo.

READ  Fabio Wibmer scambia montagne per acrobazie in lavatrice durante il blocco

15.52 – Carapaz primo

Il vincitore del Giro d’Italia 2019 taglia per primo il traguardo in cima al Col des Aravis.

15:37 – Edet e Quintana scappano

Edet perde terreno contro i tre ufficiali. Kwiatkowski accelera la salita seguito da Carapaz e Pello Bilbao, Hirschi si avvicina al battistrada. Nel frattempo, Nairo Quintana si stacca dal gruppo delle maglie gialle.

15:28 – Edet è tornato

Si avvicina il quarto GP di giornata, il Col des Aravis ((prima categoria, 6,7 km al 7%). A 65 km dal traguardo, i quattro leader (Carapaz, Kwiatkowski, Pello Bilbao ed Edet) hanno un vantaggio di 47 “su Hirschi, 2’35” su un gruppo di otto inseguitori (Caruso, Verona, Reichenbach, Luis Leon Sanchez, Herrada, Geschke, De Gendt, Peters) e 6’48 “sul gruppo maglia gialla.

Ore 15.15 – Hirschi prova a recuperare

I tre leader sono 30 “davanti a Hirschi, 2’04” sul gruppo degli inseguitori e 5’57 “sul gruppo della maglia gialla a 73 km dalla fine. Il gruppo tirato da Jumbo-Visma di Primoz Roglic raggiunge Dario Cataldo (Movistar).

15:14 – Hirschi cade e si rialza

Discesa in slittino per Marc Hirschi, lo svizzero Sunweb si alza subito e può riprendere la corsa. Per lui niente ferite gravi, solo lacrime sui pantaloncini.

15.09 – Hirschi primo in vetta

Lo svizzero Sunweb ha nuovamente battuto Carapaz in testa al terzo GPM di giornata.

15.01 – Edet e stacca

I quattro capolista (Carapaz, Kwiatkowski, Pello Bilbao e Hirschi) hanno un vantaggio di 1’04 “sul gruppo con Edet, Caruso, Verona, Luis Leon Sanchez, Herrada, Geschke, De Gendt, Peters. Il gruppo maglia gialla ha un distacco di 5’20 “quando mancano 85 km all’arrivo.

14.52 – la situazione

A 89 km dal traguardo e 6 dalla vetta del terzo GPM, i cinque leader hanno un vantaggio di 1’00 “su Caruso e altri 11 piloti, 5’04” sul gruppo delle maglie gialle. Il viaggio medio è di 36,4 km / h.

14.18 – 5 nell’ordine

A 107 km dal traguardo, cinque piloti sono in testa con un margine di 31 “sugli inseguitori e 3’53” sul gruppo maglia gialla tirato da Jumbo-Visma. I cinque sono: Richard Carapaz e Michal Kwiatkowski (Ineos Grenadiers), Pello Bilbao (Bahrain-McLaren), Nicolas Edet (Cofidis) e Marc Hirschi (Sunweb).

14.12 – Secondo Gpm

I runners affrontano la Côte de la route des Villes (terza categoria, 3,2 km al 6,6%), seconda asperità di giornata.

14.01 – Carapaz e Hirschi approfittano della discesa

Dopo aver tagliato il traguardo del GPM con un leggero vantaggio sugli inseguitori, Carapaz e Hirschi hanno guadagnato terreno in discesa. I due hanno 24 “sul resto degli atleti in gara e 3’02” sul gruppo maglia gialla quando mancano 117 km al traguardo. I velocisti hanno già perso il contatto con il gruppo principale, la media di gara è di 36,8 km / h.

13.53 – Hirschi primo sul GPM

Marc Hirschi (Sunweb) è il primo a tagliare il traguardo in testa al GPM, dietro di lui Richard Carapaz (Ineos Grenadiers).

13.38 – Caruso raggiunge i gradini

Damiano Caruso (Bahrain-McLaren) si unisce ai piloti in testa. A 133 km dal traguardo, i 19 leader hanno un vantaggio di 1’45 “sul gruppo maglia gialla. I componenti di testa del gruppo sono: Damiano Caruso (Bahrain-McLaren), Jonathan Castroviejo, Richard Carapaz, Michal Kwiatkowski (Ineos Grenadiers), Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Bob Jungels (Deceuninck-Quick Step), Rudy Molard, Sebastien Reichenbach (Groupama-FDJ), Pello Bilbao (Bahreïn-McLaren), Dario Cataldo, Nelson Oliveira, Carlos Verona (Movistar Team), Simon Geschke (CCC Team), Nicolas Edet, Jesús Herrada (Cofidis), Luis León Sánchez (Astana Pro Team), Thomas De Gendt (Lotto-Soudal), Marc Hirschi, Nicholas Roche (Sunweb).

13.33 – Greipel si ritira

André Greipel (Team Israel Start-up Nation) ha lasciato la gara.

13:25 – gli aggressori

I 19 battistrada sono Carapaz, Pello Bilbao, Verona, Reichenbach, Kwiatkowski, Luis Leon Sanchez, Castoviejo, Molard, Herrada, Jungels, Edet, Geschke, Oliveira, De Gendt, Hirschi, Roche, Peters, Cataldo, D. Quintana.

13:15 – gli aggressori hanno 29 anni

I corridori affrontano il Cormet de Roselend (prima categoria, 18,6 km al 6,1%) e alcuni fuggitivi perdono il contatto con gli altri attaccanti. Sam Bennett viene rilevato dal gruppo maglia gialla a 142 km dalla fine. Il vantaggio delle 29 anticipazioni è di 1’27 “. Guillaume Martin (Cofidis) prova a guadagnare terreno sul gruppo maglia gialla.

13.10 – 32 in fuga

La maglia verde Sam Bennett (Deceuninck-Quick Step) precede Peter Sagan (Bora-Hansgrohe) e Matteo Trentin (CCC Team) al traguardo intermedio. Oltre a questi tre, altri 29 corridori partecipano alla prima ora di fuga. Tra gli attaccanti c’è Richard Carapaz (Ineos Grenadiers), che nelle due fasi precedenti ha provato senza successo.

La tappa di oggi

Nella diciottesima tappa i corridori dovranno percorrere 175 km da Méribel a La Roche sur Foron, con cinque gran premi di montagna. Dopo la battaglia al Col de la Loze che ha confermato la leadership di Primoz Roglic e ha visto il primo segnale di fallimento di Tadej Pogacar, la tappa odierna potrebbe essere caratterizzata da un breakout dalla lunga distanza o da un nuovo feroce confronto tra i big, Miguel Angel Lopez chiamato per confermarsi poi la vittoria davanti alla maglia gialla.

Le salite

I corridori dovranno affrontare, nell’ordine: il Cormet de Roselend (prima categoria, 18,6 km al 6,1%), la Côte de la route des Villes (terza categoria, 3,2 km al 6,6%) , il Col de Saisies (seconda categoria, 14,6 km al 6,4%), il Col des Aravis (prima categoria, 6,7 km al 7%), il Montée du plateau des Glieres (Non categoria, 6 km al 11,2%) prima della discesa e dell’ultima asperità, poco impegnativa, visto il traguardo.

Classificazione

1. Primoz Roglic (Jumbo-Visma) 74h 56 ’04’ ‘2. Tadej Pogacar (EAU) +57 “3. Miguel Angel Lopez (Astana) + 1’26” 4. Richie Porte + 3’05 “5. Adam Yates + 3’14” 6. Rigoberto Uran + 3’24 “7. Mikel Landa + 3’27” 8. Enric Mas + 4’18 “9. Tom Dumoulin + 7’23” 10. Alejandro Valverde +9 ’31 “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *