Tupolev Tu-144: il condannato rivale dei sovietici al Concorde

Leggi storie di design originali più curiose e originali qua.

Quando il rivale sovietico del Concorde fece la sua prima apparizione all’estero al Paris Air Show nel 1971, tutti rimasero colpiti. Nella corsa burrascosa per lo sviluppo di un aereo di linea supersonico, l’URSS prese il comando.

Il presidente francese Georges Pompidou, rinunciando al nazionalismo, l’ho chiamato “un bellissimo aereo.” I creatori del Concorde stesso hanno riconosciuto che era “più silenzioso e più pulito”.

Il Tupolev Tu-144 assomigliava molto al suo concorrente anglo-francese – che inevitabilmente gli valse il soprannome di “Concordski” – ma era un po ‘più esotico e misterioso. E il background aerospaziale sovietico richiedeva rispetto: lo stesso anno, avevano fatto sbarcare la prima sonda su Marte e avevano lanciato la prima stazione spaziale. Sembravano perfettamente posizionati per battere l’Occidente in viaggi passeggeri supersonici.

Invece, attraverso un mix di difetti e sfortuna, il Concordski sarebbe presto diventato uno dei maggiori fallimenti dell’aviazione civile.

Corsa di volo supersonica

Sebbene il Concorde vinse un posto nella storia, il Tu-144 meno conosciuto lo batté due volte in cielo: ebbe il suo primo volo il 31 dicembre 1968 – due mesi prima del Concorde – e poi fece il suo primo volo supersonico nel giugno 1969, battendo la competizione di quattro mesi.

Queste non furono piccole vittorie. Gli americani erano fuori dalla razza supersonica (il Congresso aveva finanziamento annullato a un progetto Boeing simile nel 1971), ma il programma era ancora un distintivo d’onore per l’Unione Sovietica.
Un Tu-144 in mostra all'aeroporto internazionale di Mosca nel 1968.

Un Tu-144 in mostra all’aeroporto internazionale di Mosca nel 1968. Credito: Archivio Bettmann / Bettmann / Bettmann

È stato fatto ogni sforzo per mettere in ombra il Concorde: “Lo sviluppo è iniziato nel mezzo di una rivalità tra due sistemi politici”, ha detto Ilya Grinberg, esperta di aviazione sovietica e professore di ingegneria all’Università, in una e-mail. ‘Stato di Buffalo. “Le aspettative erano alte. L’intera URSS era estremamente orgogliosa del Tu-144, e il popolo sovietico non aveva dubbi sul fatto che fosse migliore del Concorde. Ed era così carino!”

I due aerei erano chiaramente in anticipo sui tempi, poiché l’aviazione civile si era appena spostata dalle eliche agli aerei. Ma le loro sorprendenti somiglianze hanno alimentato a lungo storie di spionaggio: “Il design del Tupolev non è stato il risultato dello spionaggio. Sebbene si somiglino, sono piani piuttosto diversi con molti aspetti diversi. Gli esterni si basano su criteri funzionali e parametri richiesti, ma è certamente possibile che la familiarità con i contorni del Concorde abbia influenzato alcune decisioni concettuali “, ha affermato Grinberg.

READ  L'America Latina perde la battaglia contro il coronavirus.

Il Tupolev era leggermente più grande e più veloce del Concorde, ma la sua caratteristica più distintiva era una coppia di “anatre” o winglets proprio dietro l’abitacolo, che offrivano ulteriore sollevamento e una migliore maneggevolezza alle basse velocità.

Un incidente a Parigi

Dopo aver rubato lo spettacolo al più grande evento aeronautico nel 1971, il Tu-144 è ricominciato nel 1973, ma a causa di una tragedia piuttosto che di un trionfo.

I rivali si scontrarono ancora una volta. Il Concorde ha terminato la sua dimostrazione prima senza intoppi, ma il Tupolev ha presentato uno spettacolo molto più audace, con colpi di scena che si sono rivelati fatali: l’aereo si è rotto a metà volo e schiacciato nel villaggio di Goussainville, uccidendo sei persone a bordo e otto persone a terra.
Lo sfortunato TU-144 poco prima della sua esplosione e incidente.

Lo sfortunato TU-144 poco prima della sua esplosione e incidente. Credito: Keystone / Hulton Archives / Getty Images

La stravagante teoria della cospirazione afferma che il Tupolev si schiantò per evitare la collisione con un combattente francese Mirage che stava cercando di fotografia, ma Grinberg non perse tempo a respingerlo: “Il Mirage non aveva nulla a che fare con questo incidente. Era solo una speculazione per distogliere l’attenzione dalla vera causa, che era una manovra drastica da parte del Tu-144 che superato i limiti di stress autorizzati. “
Footage dell’incidente mostra il tuffo di Tupolev, probabilmente per riavviare i motori dopo che si sono spenti. Sotto troppa pressione, le ali si spezzarono.

“I piloti hanno cercato di impressionare l’opinione pubblica e la stampa mondiale, per dimostrare che l’aereo sovietico potrebbe essere” più sexy “rispetto all’esibizione più conservatrice del Concorde. Questo è chiaro dalle immagini.”

55 voli

Fu l’inizio di una spirale discendente da cui il Tu-144 non si riprese mai. L’incidente di Parigi ha ritardato di quattro anni il programma sovietico, consentendo al Concorde di entrare per primo in servizio. Ma ciò non convinse completamente i sovietici che l’aereo aveva bisogno di ulteriori prove.

READ  Ultime notizie sul coronavirus: Musumeci: "Ci vediamo domani, i profughi dalla Sicilia lontani". Francia: 3.600 nuovi contagi, in calo. Più di 60.000 morti in Messico

“Le priorità politiche per sconfiggere l’Occidente, tuttavia, hanno ovviamente avuto un ruolo negativo, poiché hanno preferito correre su un’adeguata programmazione in un’area molto difficile e complicata”, ha affermato Grinberg.

Quando finalmente iniziò a far volare i passeggeri nel 1977, il Tu-144 si rivelò angusto, soggetto a rotture e insopportabilmente rumoroso perché – a differenza del Concorde – non poteva sostenere velocità supersoniche usando postcombustori, come aerei militari: “Un volo sul Tu-144 non era per quelli con udito sensibile” ha scritto Jonathan Glancey nel suo libro “Concorde. “
La cabina di un Tu-144.

La cabina di un Tu-144. Credito: Miroslav Zaj / CORBIS / Corbis via Getty Images

Aeroflot usò il Tu-144 per servire il percorso piuttosto oscuro di due ore tra Mosca e Alma Ata (ora Almaty), allora capitale del Kazakistan, scelto perché attraversava aree scarsamente popolate. Ma i voli settimanali erano quasi vuoti a metà e l’aereo finiva per trasportare più merci e posta rispetto alle persone. Il servizio è stato annullato dopo sei mesi.
Nella sua breve vita di aereo passeggeri – solo 55 voli di ritorno – Il Tu-144 ha subito centinaia di guasti, molti dei quali in volo, che vanno dalla depressurizzazione al guasto del motore e allarmi sonori che non è stato possibile disattivare. Nel corso degli anni sono sorti tutti i tipi di storie sui guai dell’aereo, compresi i rapporti che i passeggeri dovevano comunicare attraverso appunti scritti a causa del rumore assordante. Forse ancora più significativo, ogni volo da Mosca poteva decollare solo dopo che l’aereo era stato personalmente ispezionato dal progettista dell’aeromobile, lo stesso Alexei Tupolev.

“Il paese nel suo insieme non era pronto a schierare aerei del genere. Aveva problemi di avviamento, non era economico e, in definitiva, non era necessario trasportare passeggeri verso ad alta velocità “, ha detto Grinberg.

La fine di un era

Il Tu-144 stava già uscendo quando si verificò un altro incidente mortale. Il 23 maggio 1978, abbiamo preso fuoco vicino a Mosca e fatto un atterraggio d’emergenza in cui furono uccisi due ingegneri di volo. Sebbene l’incidente abbia comportato un divieto totale dei voli passeggeri, la vera ragione della scomparsa dell’aereo risiedeva altrove.

“È stata una perdita di interesse per il programma per i leader sovietici e per i dirigenti senior dell’Aeroflot. Sono stufi dei mal di testa associati a questo programma molto complesso”, ha affermato Grinberg.

Nel corso dei prossimi anni, senza molto clamore, il velivolo fu rimosso silenziosamente e la produzione di nuovi velivoli fu fermata. Il programma è stato finalmente terra nel 1984. In totale, furono prodotti solo 17 Tu-144, compresi i prototipi. Molti lo erano scartato, ma alcuni sono esposti nei musei dell’aviazione in Russia e Germania.
L’ultimo volo del Tu-144 è avvenuto nel 1999, grazie alla NASA, che ha sponsorizzato una partnership triennale americano-russa. programma di ricerca in volo supersonico. L’aereo utilizzato era l’ultimo Tu-144 mai costruito, che aveva registrato solo 82 ore di volo. Ha volato 27 volte vicino a Mosca prima del programma di conserve a causa della mancanza di fondi.
339813main_EC97-44203-4_full

Il laboratorio di volo supersonico Tu-144LL presso il centro di sviluppo aereo Zhukovsky vicino a Mosca nel 1997. Credito: NASA

Tupolev armeggiò brevemente con l’idea di un successore, chiamato Tu-244, ma mai effettivamente costruito uno. Lo stesso Concorde è volato per l’ultima volta nel 2003, ma è stato condannato dalla sua unica morte incidente nel 2000, che uccise 113 persone vicino a Parigi – non lontano da dove il primo Tu-144 si schiantò nel 1973.

Da allora sono stati offerti molti altri velivoli supersonici, ma nessuno è arrivato in produzione. “Non ho intenzione di farlo presto. Nell’era di Internet e delle videoconferenze in tempo reale, non è necessario il trasporto commerciale ad alta velocità”, ha affermato Grinberg.

READ  Singapore impiega il robot "cane" per incoraggiare l'allontanamento sociale dal coronavirus

“È un peccato che il Tu-144 e il Concorde abbiano lasciato il cielo. Nonostante i vincoli economici e nonostante le necessità di base, le persone hanno bisogno di un sogno, come viaggiare a velocità supersonica in tutta comodità. il peggior sogno di avere, immagino. “

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT