Un’infermiera ha rivelato le ultime tragiche parole del suo paziente coronavirus: “Chi pagherà per questo?”

Smith, che tratta principalmente pazienti di Covid-19 in un ospedale di New York, rivelò le ultime tragiche parole di un moribondo che stava per mettere su un ventilatore: “Chi pagherà per questo?” il paziente coronavirus chiese a Smith tra due respiri affannosi.

“Queste sono le ultime parole che non dimenticherò mai”, ha detto Smith alla CNN.

“(Questo paziente) era in grave difficoltà respiratoria, aveva difficoltà a parlare, eppure la sua principale preoccupazione era chi poteva pagare per una procedura di prolungamento della vita, ma statisticamente non ha buone possibilità di sopravvivenza.”

Sapendo che era improbabile che il paziente si riprendesse dopo essere stato intubato, Smith e i suoi colleghi hanno chiamato la moglie dell’uomo per dare loro quella che avrebbe potuto essere la loro ultima possibilità di dire addio.

La maggior parte dei pazienti Covid-19 morirà dopo essere stato posto su ventilatori, con tassi di mortalità fino all’80% nei pazienti con coronavirus intubato, ha affermato Smith. Anche se non sa se il suo paziente sia sopravvissuto, ha detto che era “abbastanza improbabile”.

Smith ha definito l’incidente “di gran lunga la cosa peggiore” a cui aveva assistito nei suoi 12 anni di terapia intensiva e anestesia e ha affermato che il momento aveva portato alla luce un sistema sanitario che, secondo lui, era e continua a mancare nella sua gente.

“Ero molto triste e onestamente un po ‘inorridito. Ciò dimostra che abbiamo un profondo fallimento quando dobbiamo preoccuparci delle nostre finanze quando si tratta di questioni molto più grandi che hanno a che fare con la vita e la morte “.

Guarda il quadro generale

Smith non ottenne una risposta alla domanda del suo paziente e invece girò la conversazione per convincere l’uomo a parlare con il coniuge un’ultima volta. Nonostante le tragiche circostanze, la questione era una preoccupazione valida.

READ  Vittime del coronavirus americano: ecco i volti di alcune vittime del coronavirus americano

“La pandemia ha evidenziato molte carenze strutturali nel nostro paese, non solo la risposta alla pandemia stessa, ma il nostro approccio alla copertura sanitaria”, ha affermato Smith.

Gli Stati Uniti sono l’unico paese sviluppato senza assistenza sanitaria universale. Quasi 28 milioni di americani non anziani, pari al 10,4%, non erano assicurati nel 2018, secondo gli ultimi dati disponibili dell’Ufficio censimenti.
“Affrontare il coronavirus con decine di milioni di persone senza assicurazione sanitaria o con un’assicurazione inadeguata sarà una sfida unicamente americana tra i paesi sviluppati”, tweeted Larry Levitt, vicepresidente esecutivo per la politica sanitaria di Kaiser. “Ci vorranno soldi per prendersi cura delle persone e per curare le cure non pagate assorbite dai fornitori”.
In che modo il sistema sanitario americano rende più difficile arrestare il coronavirus
Preoccupati del fatto che costi elevati possano dissuadere le persone dal sottoporsi al test se si sentono male, molti assicuratori e diversi Stati rinunciano al pagamento per il test del coronavirus per alcuni assicurati. Ma i pazienti dovranno comunque pagare per la visita, altri test e qualsiasi trattamento per il coronavirus o altre malattie che potrebbero avere.

Per gli americani ancora disoccupati che ottengono le loro prestazioni di assicurazione sanitaria dai loro posti di lavoro, questa è ancora un’altra grave crisi.

In totale, circa 16,8 milioni di lavoratori americani, che rappresentano circa l’11% della forza lavoro americana, hanno presentato richieste di indennità di disoccupazione iniziali nelle tre settimane precedenti.

“Può solo peggiorare se non miglioriamo un accesso equo alle cure sanitarie”, ha affermato Smith.

“A causa delle molte perdite di posti di lavoro legate alla pandemia, la popolazione non assicurata non farà che aumentare e ciò rimarrà una sfida per coloro che mantengono un’assicurazione sanitaria privata. L’ultima analisi che ho visto prevede un aumento di 40 % di premi assicurativi entro il prossimo anno, quindi sarà un onere ancora maggiore di cui dovremo parlare “.

READ  Boris Becker su Roger Federer, Rafa Nadal e Novak Djokovic

Tami Luhby della CNN ha contribuito a questo rapporto.

source–>https://www.cnn.com/2020/04/11/health/nurse-last-words-coronavirus-patient-trnd/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *