United afferma che la domanda è essenzialmente piatta e annuncia licenziamenti

E mentre alla compagnia aerea viene impedito di licenziare il personale per i prossimi sei mesi con un kit federale di aiuti finanziari che gli fornirà circa $ 5 miliardi, si sta preparando a licenziare dal 1 ° ottobre, secondo una lettera inviata al personale dal CEO Oscar Munoz e dal presidente Scott Kirby.

“La difficile prospettiva economica significa che abbiamo decisioni difficili da prendere quando prevediamo che la nostra compagnia aerea e la nostra forza lavoro complessiva saranno più piccole di oggi, a partire dal 1 ° ottobre”, hanno affermato i dirigenti nella lettera.

La nota, che è stata pubblicata online mercoledì sera, ha anche affermato che la compagnia aerea ora credeva che il forte calo della domanda di viaggi potesse continuare fino al 2021.

“La domanda di viaggio è sostanzialmente nulla e non mostra segni di miglioramento a breve termine”, hanno scritto. “Meno di 200.000 persone hanno volato con noi nelle prime due settimane di aprile di quest’anno, rispetto a più di 6 milioni nello stesso periodo del 2019, con un calo del 97%. E prevediamo di trasportare meno persone durante tutto il mese di maggio rispetto a un giorno a maggio 2019. “

“Anche se non abbiamo ancora finalizzato le modifiche al nostro programma per luglio e agosto, prevediamo che la domanda rimarrà soppressa per il resto del 2021 e forse per il prossimo anno”, hanno affermato.

Risparmiare compagnie aeree $ 50 miliardi non salverà l'industria americana

In passato, i due dirigenti avevano avvertito della necessità di ridimensionare lo United, ma non avevano dato una scadenza così esplicita per l’inizio dei tagli del personale. Circa il 20% del personale ha già sottoscritto un congedo temporaneo senza retribuzione, ma Munoz e Kirby hanno anche affermato che saranno offerti acquisti, che hanno definito “programmi di separazione volontaria”.

United era il prima compagnia aerea americana ad annunciare riduzioni al suo programma domestico in risposta al calo della domanda di viaggio causato dall’epidemia di coronavirus. Ora, i suoi tagli al 90% dei programmi sono tra i più profondi del settore. Altre compagnie aeree hanno annunciato riduzioni programmate dal 70% all’80% per maggio.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_us/~3/cnVOU7SLRQU/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGames.IT