Welsh Raider Potters Corner vince il Grand Virtual National

Montato dal diciassettenne Jack Tudor, le riprese del 18-1 hanno ritardato una tarda sfida Walk in the Mill, con un Tiger Roll scolorito che si è accontentato del quarto posto.

Utilizzando la più recente tecnologia CGI e algoritmi speciali, la gara è stata trasmessa in diretta sull’emittente britannica terrestre ITV, con 40 corridori in cerca di gloria virtuale e quasi cinque milioni di spettatori.

Tiger Roll, con il fantino Davy Russell, ha trionfato ad Aintree nel 2018 e nel 2019, e sperava di emulare il leggendario Rum rosso con una terza vittoria nella estenuante gara di sei chilometri (6,4 km) con 30 recinzioni difficili fino a la decisione di annullare la gara il 16 marzo.

Nella versione CGI, Tiger Roll sembrava avere tutte le possibilità di vincere dopo che il leader dello shock Aso ha subito una pesante caduta con due recinzioni rimanenti, ma è caduto nel peso più lungo alla stazione finale di Aintree.

Tudor, che ha guidato Potters Corner alla vittoria al Welsh Grand National lo scorso anno, sarebbe stato il più giovane vincitore del Grand National dal 1938 se una gara reale avesse eguagliato quella virtuale.

Le precedenti simulazioni al computer del Grand National erano sorprendentemente accurate data l’imprevedibilità della gara, con la versione 2018 vinta dal prossimo vincitore Tiger Roll.

L’allenatore di Potters Corner Christian Williams puntava al successo di Aintree dopo aver vinto il Grand National gallese, ma ora deve aspettare un anno per vedere se può diventare realtà.

Potters Corner, guidato da Jack Tudor, ha vinto il Welsh Grand National a Chepstow lo scorso dicembre e stava cercando di completare il doppio ad Aintree.

“Sono elettrizzato, è grandioso e confortare tutti nei momenti difficili – penso che anche le persone fuori gara stessero ascoltando”, ha detto Williams.

READ  Von Miller: Broncos LB risulta positivo al coronavirus

“Era qualcosa per cui le persone applaudivano, le persone sono bloccate nelle loro case e probabilmente aveva una buona visione. Era qualcosa da guardare insieme e fare alcune battute che lo portavano”.

Le scommesse limitate sono state consentite sulla gara, con una scommessa massima di £ 10 ($ 12), i bookmaker hanno annunciato domenica che £ 2,6 milioni ($ 3,12 milioni) sono stati raccolti, gli utili sono stati donati Enti di beneficenza del Servizio sanitario nazionale.

Come precursore del grande evento, è stata organizzata una gara di Champion of Champions, che ha portato alla vittoria di Red Rum, triplo vincitore negli anni ’70, con l’eroe del Manifesto del XIX secolo secondo e Tiger Roll terzo.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_sport/~3/VQMAfBsvYkI/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *