Wimbledon annullato a causa della pandemia di coronavirus

Il grande slam sull’erba doveva iniziare il 29 giugno, ma si decise di annullare l’evento per la prima volta dalla seconda guerra mondiale.

Il numero di casi confermati ha continuato ad aumentare nel Regno Unito con il suo governo che ha attuato blocchi a livello nazionale

L’organizzatore del torneo All England Club (AELTC) ha tenuto una riunione di emergenza mercoledì per discutere le opzioni prima di annunciare l’evento.

“Questa è una decisione che non abbiamo preso alla leggera e l’abbiamo fatta con il massimo rispetto per la salute pubblica e il benessere di tutti coloro che si uniscono per fare Wimbledon”, ha detto ha detto il presidente dell’AELTC Ian Hewitt.

“Abbiamo pesato molto sulle nostre menti che l’organizzazione dei campionati fosse stata interrotta solo dalle guerre mondiali, ma, dopo un esame approfondito e approfondito di tutti gli scenari, riteniamo che sia una misura di questa crisi globale che è in definitiva la decisione giusta annullare i campionati di quest’anno.

“E invece, concentrati su come possiamo usare l’ampiezza delle risorse di Wimbledon per aiutare quelli nelle nostre comunità locali e oltre. I nostri pensieri sono con tutti quelli che sono stati e continuano ad essere colpiti da questi tempi senza precedenti “.

La 134a edizione del torneo si svolgerà dal 28 giugno all’11 luglio 2021.

Quest'anno Wimbledon doveva iniziare il 29 giugno

L’AELTC aveva precedentemente escluso la possibilità di giocare il torneo a porte chiuse e ha detto che ritardare il torneo sarebbe stato difficile, dato il breve spazio disponibile per il tennis da campo.

Le star della partita hanno rapidamente reagito alla notizia, Roger Federer, 20 volte vincitore del Grand Slam, dichiarando su Twitter che era “devastato. ‘
Allo stesso modo, Serena Williams, 23 volte vincitrice del Grand Slam, ha scritto su Twitter di essere “scosso“dalle notizie.

Nella dichiarazione di mercoledì, gli organizzatori hanno affermato che gli sforzi si rivolgeranno ora agli aiuti d’emergenza e al supporto per coloro che combattono la diffusione del virus.

“Abbiamo iniziato a distribuire forniture mediche e abbiamo offerto l’uso delle nostre strutture all’NHS e al London Resilience Partnership, la raccolta di agenzie londinesi che stanno conducendo la battaglia contro Covid-19”, ha affermato il dichiarazione.

“Stiamo lavorando con le autorità locali di Merton e Wandsworth, in particolare per quanto riguarda la distribuzione di alimenti, e stiamo distribuendo alimenti attraverso la nostra partnership con City Harvest.”

E poi per il tennis?

L’Open di Francia, che dovrebbe iniziare il 18 maggio, lo ha già fatto stato respinto fino a settembre, mentre tutto il tennis professionistico è stato sospeso fino a nuovo avviso.

Rimangono da chiedersi se gli US Open possano andare avanti. Il torneo a New York dovrebbe ancora iniziare il 24 agosto, ma gli organizzatori affermano che stanno monitorando la situazione.

READ  Pandemia di coronavirus: aggiornamenti in tutto il mondo

“A quel tempo, l’USTA ha ancora in programma di ospitare gli US Open come previsto, e stiamo continuando a perfezionare i piani per ospitare il torneo”, ha dichiarato una nota.

“L’USTA sta monitorando attentamente l’ambiente in rapida evoluzione attorno alla pandemia di Covid-19 e si sta preparando per qualsiasi evenienza.”

Lo sport è stato gravemente colpito dalla pandemia globale. Le Olimpiadi – che si terranno a Tokyo questa estate – anche stato rinviato.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_tennis/~3/H-Uos34AXLI/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *