Spagna Coronavirus: il paese non è ancora in una fase di declassamento, avverte il Ministro della Salute

“La Spagna continua a rimanere bloccata”, ha dichiarato Salvador Illa in una conferenza stampa a seguito di una riunione del gabinetto spagnolo. “Non siamo ancora in una fase di de-escalation, la Spagna non è ancora in una fase di de-escalation”.

Un numero ridotto di cosiddetti lavoratori “non essenziali” che sono stati assenti per due settimane da determinati settori, come l’edilizia, potrà tornare al lavoro lunedì. I treni e gli altri mezzi di trasporto pubblico inizieranno lentamente ad espandersi, ma il Ministro della Salute ha invitato tutti coloro che possono continuare a lavorare da casa.

Chi torna a lavorare lunedì dovrà seguire rigide regole di distanza sociale, ha affermato Illa.

Il funerale al volante si svolge nell'epicentro della pandemia di coronavirus in Spagna

“È molto importante mantenere una distanza sociale di almeno un metro, preferibilmente due metri, durante il tragitto da lavoro a lavoro”, ha aggiunto, aggiungendo che le stesse misure devono essere garantite sul posto di lavoro. lavorare e in qualsiasi “impresa aperta”. al pubblico “.

Illa ha continuato dicendo che la Spagna è stata in grado di “rallentare la pandemia”, ridurre il tasso di infezione e aumento del bilancio delle vittime a causa di Covid-19.

“I dati mostrano che stiamo raggiungendo i nostri obiettivi, ma siamo ancora in una fase importante della pandemia”, ha detto, avvertendo che il contagio continua e che nuovi casi continuano a essere diagnosticati.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_europe/~3/0v0ZMdqrI6s/index.html

READ  La pandemia di coronavirus aggrava il disastro del tornado sud-orientale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *